Arratza de cani! Dal canile al giro del mondo, con ZAR Adventures

Bentornati amici,

è da un po’ che la penna di #Arratzadecani è a riposo e, tra non molto vi racconterò perché.

Ma non oggi.

Oggi voglio raccontarvi la storia di un bellissimo tedesco, un pastore tedesco: ZAR.

Chi mi segue sa che la mia rubrica nasce per raccontare le mie esperienze di vita insieme al mio cane, Blanko. Ma, in giro per l’Italia, ho scoperto tantissimi altri “ma che razza di cani!” che meritano di essere raccontati.

Questa bellissima storia inizia presso il Canile della Lega del Cane di Torino, 5 anni fa.

Roberto, già insegnante di Marketing & Comunicazione, appassionato di natura e sport all’aria aperta, camping ed escursionismo nonché operatore volontario di canile, un giorno incontrò lo sguardo magnetico di Zar, un maestoso esemplare di pastore tedesco di 6 anni circa.

La mia passione per questa razza nasce dal legame che avevo con il mio cane speciale, REIKA, una stupenda femmina di pt. Avevamo una sintonia molto profonda, c’era quasi una telepatia tra di noi. Vivevamo in simbiosi.

Un giorno, d’improvviso, mi lasciò.

Iniziò un periodo difficile durante il quale scelsi di non avere momentaneamente più cani.”

Ma questa astinenza durò molto poco. Roberto entrò quasi subito in canile, per dedicare il suo tempo libero ai cani ospiti della struttura, affezionandosi velocemente un po’ a tutti.

Non aveva però considerato che, proprio lì, avrebbe fatto un incontro speciale, in grado di rivoluzionargli la vita.

“Dietro la grata di una gabbia c’erano sempre due grandi occhi nocciola a fissarmi, a chiamarmi come una calamita. Erano gli occhi di Zar. Gli occhi buoni di Zar. Era relegato nella zona “dei cattivi”, dove vengono messi i cani più difficili.

Cercavo di stargli lontano poiché me lo avevano descritto come cane pericoloso e poco affidabile. Un cane dalla apparente tranquillità che aveva già morso qualche volontario. Provavo quindi a mantenere un certo distacco, a non affezionarmi.”

Ma non andò così. Poco alla volta iniziarono a diventare amici: galeotta fu una mini palla da calcio con la quale Zar iniziò immediatamente a giocare ed ad invitare Roberto a partecipare. Fu proprio il gioco ad incentivare e facilitare la rinascita di questo stupendo cagnone.

“Capii quasi subito che le reazioni di Zar fossero tentativi di autodifesa; aveva perso fiducia negli esseri umani. Era un cane ferito ed insicuro. Scelsi allora, forse con un pizzico di follia, che doveva essere il MIO cane ed io potevo essere per lui un buon leader.

Non è stato sempre facile, soprattutto all’inizio, dopotutto aveva vissuto circa 4 anni in gabbia. Cambiava la sua vita, ma cambiava anche la mia. Iniziai a fare rinunce pur di stare con lui, ma nessuna di queste mi pesò. Scoprii così che in realtà ci piacevano le stesse cose e dove stava bene lui, simbioticamente stavo bene io.

Gli feci esattamente questa promessa : “Se sei d’accordo, non sarai solo, mai più!”

La nostra prima passeggiata la ricordo con tanto orgoglio: due ore e mezza nella neve ed in mezzo alla natura, fino a raggiungere una cima di una collina dove fermarsi e godere dei raggi di un timido sole. Aveva visto scoiattoli, caprioli, respirato la vera libertà. I cuori sorridevano, il suo e di riflesso il mio.

Decisi che volevo fargli vedere il mondo.”

Da lì nacque, 4 anni fa, ZAR ADVENTURES: un’associazione che organizza viaggi in fuoristrada in giro per il mondo, in posti da sogno dove la Natura disegna libera i suoi quadri ed ovviamente con cane al seguito! Tutti i viaggi proposti sono a misura di cane e testati direttamente da Zar.

La semplicità è la chiave distintiva dei nostri viaggi.

“Il nostro primo viaggio fu una vacanza estiva in Albania e Croazia con il mio fuoristrada camperizzato: escursioni, campeggio, dormire in tenda insieme ed a pieno contatto con la Natura, solo noi due.

Fu un’esperienza talmente appagante che quella successiva determinò la nascita di una nuova vita per noi. Dovevamo infatti partecipare ad un viaggio organizzato, in Marocco. Ma, vuoi il caso, vuoi la fortuna, persi quell’occasione.

Deciso a vivere questa esperienza scelsi quindi di andarci da solo, o meglio, con il miglior compagno di viaggio, a 4 zampe.

Organizzare il viaggio nei minimi dettagli diventò il miglior modo per mantenere fede alla promessa che feci a Zar, anni prima.

Feci la sorprendente scoperta di aver adottato il mio cane specchio.

Dal 2014 ad oggi siamo stati su tutto l’Arco Alpino Italiano Occidentale (dalla Val di Susa alla Liguria dove organizziamo “La Via del Sale”, un percorso che segue il vecchio commercio del sale), in Albania, Croazia, Marocco, Corsica, nei Pirenei, Catalunya, ad Andorra, nei Balcani, in Slovenia, nelle Alpi Francesi, in Liguria, in Polonia, Repubblica Ceca, Ucraina, Svizzera, Austria, a Valencia ed in Germania. (vedi foto qui)

A Pasqua 2018 scegliamo come meta nuovamente la Liguria, sulle montagne che dominano il mar ligure. -> link all’evento

Che dite: possiamo considerare mantenuta la promessa?!

Si dice che le promesse da marinaio siano quelle inaffidabili, a quanto pare quelle da viandante in fuoristrada sono allora quelle più solide 🙂

Contattate Roberto per saperne di più!

E non perdetevi il prossimo tour in mezzo alla Natura Selvaggia, portando ovviamente con voi i vostri amici a 4 zampe!

Arrivederci alla prossima!

Prometto di farvi aspettare un po’ meno 😉

Giorgia & Blanko


Per segnalazioni, correzioni e collaborazioni scrivici!

COLLABORA:

Che tu sia un esperto istruttore, un veterinario, un giovane educatore, un atleta, un blogger o un semplice appassionato di sport cinofili, puoi scrivere e collaborare per rendere Dogsportal.it un blog di riferimento per tutti.
Attenzione Dogsportal.it è un progetto ricco di passione, può provocare dipendenza.

Giorgia Volpatti

La mia passione nasce con l’arrivo del mio primo cane, Jack, un bellissimo pastore tedesco che per 12 anni mi ha amata come solo un cane sa fare; ma è esplosa con l’arrivo di Blanko, un impegnativo meticcio probabilmente dalmata/golden retriever che con tutti i suoi pregi e difetti mi ha stravolto la vita. In tutti i sensi. Operatrice di Pet Therapy prima, Addestratrice cinofila ENCI poi, dog trainer e dog walker, sono alla continua ricerca, scoperta, studio di tutto ciò che riguarda il mondo cinofilo. Mi piace tanto imparare cose nuove, condividerle con i proprietari di cani che incontro e contribuire a migliorare la vita dei miei amici a 4 zampe.

Avatar

Cosa ne pensi?

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: