Cani ed alcolici: sintomi e interventi

Cani ed alcolici, un connubio che non funziona, anzi che non deve funzionare, perché l’alcol per i cani è veleno puro. Per questo motivo l’ASSOCIAZIONE ITALIANA DIFESA ANIMALI ED AMBIENTE – AIDAA ha messo a punto un decalogo su come prevenire il rischio che i cani possano assumere anche se in maniera fortuita quantità di alcol che possono mettere a rischio la loro stessa vita.

COSA FARE PER EVITARE CHE I CANI POSSANO ASSUMERE INCONSAPEVOLMENTE ALCOL

– Spesso dopo aver bevuto vino o altri alcolici lasciamo i bicchieri nel lavandino o sul tavolo, questo in presenza di un cane in casa va assolutamente evitato, in quanto richiamato dall’odore dolciastro, il cane potrebbe iniziare a giocare con il bicchiere ma soprattutto leccarne i rimasugli di contenuto, sia vino che alcol provocando dei seri problemi alla salute dell’animale

– Altro fattore di rischio comune è la presenza di scatole di cioccolatini contenenti alcolici aperte, anche qui il cane richiamato dall’odore potrebbe mangiare i cioccolatini al liquore creando problemi di salute.

QUALI SONO LE CONSEGUENZE PER L’INGESTIONE DI ALCOLICI PER IL CANE

– Cambiamenti a livello comportamentale, l’ingestione dell’alcol può portare seri danni alle facoltà mentali di fido. In particolare può diventare aggressivo o deprimersi.

– Danni renali, il cane una volta ingerito l’alcol essendo questo per lui un veleno cercherà di eliminarlo il prima possibile sottoponendo i reni ad un sovraccarico di lavoro per poter depurare il corpo dell’animale.

– L’alcol rallenta il funzionamento degli organi respiratori del cane.

– Il cane potrebbe anche avere problemi di natura cardiaca ed arrivare in casi estremi al decesso.

I SINTOMI DA ABUSO ALCOLICO

Dal momento che non potete controllare il cane per ventiquattro ore al giorno, è normale che ogni tanto qualcosa possa sfuggirvi, di seguito ecco i diversi sintomi che possono indicare se il vostro cane ha ingerito alcol : debolezza e movimenti lenti, svenimenti, vomito, affatto, dolori addominali, disidratazione, diarrea, convulsioni, schiuma alla bocca e collasso.

COSA FARE IN PRESENZA DI QUESTI SINTOMI

Non agire mai di propria iniziativa ma prendere subito contatto con il proprio veterinario, o se il cane si trova in condizioni che possono essere critiche rivolgetevi a un pronto soccorso veterinario. Infatti solo uno specialista sarà il grado di aiutarvi a disintossicare e quindi salvare il vostro cane. Evitate tutti i sistemi fai da te, o di chiedere consigli via internet o social, la perdita di tempo a volte è un fattore che provoca rischi irreversibili.

Fonte: AIDAA

Dogsportal Redazione

Dogsportal Redazione

Il portale italiano su cani, sport & società. info@dogsportal.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.