Per amore sovralimentiamo i nostri cani e li uccidiamo: lo studio inglese.

In questa immagine un pratico schema grafico per capire lo stato del nostro cane. In caso di dubbi rivolgersi ad un veterinario nutrizionista 

Gli scienziati inglesi hanno portato a termine uno studio lungo 20 anni, pubblicato ora sul “Journal of Veterinary Internal Medicine” , basato sulle visite veterinarie a cui sono stati sottoposti 50.000 cani di 12 delle razze più popolari (Bassotto, Pastore tedesco, Golden e Labrador Retriever, American Cocker Spaniel, Beagle, Boxer, Chihuahua, Pit Bull Terrier, Pomeranian, Shih Tzu e Yorkshire Terrier) fra il 1994 e il 2015. È stato così confermato che, come per gli uomini e le donne, anche per i cani il sovrappeso porta a maggiori probabilità di soffrire di problemi quali malattie articolari, problemi respiratori e cancro.


Secondo un’ indagine di Better Cities For Pets, più della metà (54%) dei proprietari di gatti e cani dà sempre o spesso il proprio cibo come extra ai pet «perché viene implorato», e quasi un quarto (22%) sovralimenta il proprio animale domestico «per renderlo felice». In più, solo un proprietario su 5 misura sempre la quantità di cibo da mettere nella ciotola, mentre 4 su 5 si affidano a una stima approssimativa.

Il coautore dello studio e professore di Medicina dei piccoli animali presso l’Università di Liverpool, Alex German, spiega:

I proprietari spesso non si rendono conto che il loro cane è in sovrappeso e molti non comprendono l’impatto che questo può avere sulla salute degli animali. Per molti proprietari dare il cibo, in particolare avanzi o bocconcini direttamente dalla propria tavola, è il modo in cui dimostrare affetto. Eppure stare attenti a ciò che si fa mangiare al proprio animale contribuirebbe molto a mantenerli in buona forma e longevi

fonti: Il messaggero
https://onlinelibrary.wiley.com/journal/19391676




Dogsportal Redazione

Dogsportal Redazione

Il portale italiano su cani, sport & società. info@dogsportal.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *