8 consigli per un buon rapporto con il tuo cane

La risposta che un cane-munito si sente dire spesso è che deve creare il rapporto.

Ma cos’è questo rapporto?

Al campo cinofilo facciamo vedere come creare un rapporto di gioco, tra conduttore e cane, che si trasforma presto in qualcosa di più profondo.

Il problema è che si tratta di tecniche non sempre semplici.

Come fare allora a dare delle indicazioni per coloro che non riescono a portare il cane presso un centro come il nostro?

8 consigli per migliorare il tuo rapporto con il cane.

1

So quello che faccio e, se mi dai retta, puoi farlo anche tu. Proponete al cane situazioni complesse fatte da ostacoli, fisici e metaforici, da affrontare. Fategli vedere che siete in grado di superarle con disinvoltura, ma fate lavorare lui perché ci riesca da solo. In questo modo vi mostrerete come guida ma, risolvendo il problema, il cane acquisterà anche fiducia in se stesso e nelle sue capacità.

2

Non siate a disposizione dei capricci del cane. Quando Fido vuole attenzione e contatto fisico, non cedete alla richiesta. Prendete nota del suo bisogno e aspettate che si sia calmato. In quel momento chiamatelo e dategli tutte le coccole che volete. Il cane deve sapere che siamo presenti ma non a sua disposizione.

3

Una delle risorse più importanti è il cibo. Facciamo in modo che questo non sia sempre a disposizione. Si mangia quando è l’ora del paso e la ciotola sta per terra solo per la durata del pasto stesso. Questo aiuterà il regolare funzionamento dell’intestino e non farà pensare al nostro cane di avere sempre tutto a disposizione. La questua a tavola è vietata. Il cibo è disponibile ad orari precisi durante il pasto o durante l’addestramento.

4

Comincio a giocare io e finisco prima che ti stufi. Giocando con il cane andiamo a costruire un legame basato sul divertimento ma cha ha anche fini educativi. Attraverso il gioco, insegniamo al cane a controllare gli impulsi, a saper aspettare e a sfogare, canalizzandole, le sue energie. Ma, come per le “coccole”, anche nel gioco ci sono delle regole

5

Ti filo come una moglie esterna il suo affetto verso il marito dopo trent’anni di matrimonio. 

6

Insieme facciamo un sacco di cose divertentissime, dalle passeggiate in montagna alle gare di agility, dalla pista al morso del figurante, L’importante è che siano bellissime per entrambi.

7

Purtroppo non possiamo stare insieme per tutto il tempo e così devi abituarti a stare da solo. Già da piccolo ti insegno ad aspettare nel Kennel. Impari così che anche se non ci sono, nessuno attaccherà il fortino e comunque, dopo un po’, torno ogni volta.

8

Più ti addestro e ti faccio fare esperienza, più posso fidarmi di te e più mi fido di te, più hai la possibilità di comportarti da cane.

Sono regole semplici e applicabili ma richiedono costanza e coerenza. Nella loro semplicità faranno di voi una vera guida per il vostro cane, fino ad arrivare a creare quell’essere unico con sei zampe.

Davide Cardia

addestratore ENCI Sezione 1° Dog Trainer Professional riconosciuto FCC Direttore Tecnico del centro cinofilo Gruppo Cinofilo Debù Docente in diversi stage con argomenti legati alla cinofilia e alla sua diffusione Docente corsi di formazione ENCI per addestratori sezione 1 Ospite in radio e trasmissioni televisive regionali Preparatore/Conduttore IPO e Mondioring Autore del libro “Addestramento con il premio” edizioni De Vecchi Curatore del libro “Io e il mio Bullgod” edizioni De Vecchi

Davide Cardia

Cosa ne pensi?

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: