Ansia e impulsività nei cani giovani portano all'ingrigimento prematuro

Uno studio del 2016 ha rivelato che fattori come stress, paura e problemi legati al controllo dell’impulsività possono indurre in cani giovani, sotto i quattro anni di età, alla perdita di pigmentazione nel pelo attorno alla zona del muso e portare così ad un ingrigimento precoce.

Si tratta di uno studio del tutto americano condotto su una popolazione di 400 cani domestici osservati non solo in ambiente casalingo, ma anche durante le esposizioni canine, nelle aree cani, nelle cliniche veterinarie e in altri luoghi di incontro pubblico.

La ricerca è stata effettuata grazie ad una raccolta dati tramite questionario, senza che i proprietari conoscessero il reale obiettivo della ricerca per non influenzarne le risposte.

Come è già stato dimostrato anche per gli esseri umani, oltre a fattori genetici o malattie, anche le situazioni di ansia e stress favoriscono un abbassamento delle difese immunitarie con la conseguenza che, per ciò che riguarda l’ingrigimento precoce, i melanociti (cellule specializzate nella produzione della melanina, pigmento responsabile ad esempio del colore della pelle o dei capelli) non riescono più a lavorare efficacemente, indebolendosi a loro volta insieme al resto dell’organismo con le conseguenze sopra esposte. (Westgate et al., 2013)

Esattamente come negli umani, I livelli di cortisolo nei capelli riflettono lo stato cronico di reattività o temperamento emotivo anche del cane (King, Smith, Grandin et al., 2016).

Lo stress causato da situazioni ansiogene, può avere un impatto negativo sulla salute dei cani (Dreschel, 2010), rilevabile da un’elevata sintesi di cortisolo (volgarmente chiamato “ormone dello stress”) proprio per contrastare quello stato di stress e ripristinare l’omeostasi nell’organismo.

Tuttavia, prodotto in maniera spropositata, il cortisolo può provocare gravi danni alla salute, tra cui ansia, depressione, diabete, etc. e addirittura inibire la produzione dell’ormone della crescita e tutti le sostanze necessarie per la corretta regolazione delle funzioni cellulari.

Per la prima volta, grazie a questo studio, è stato osservato di come l’ingrigimento precoce colpisca  di più i cani di sesso femminile rispetto a quelli di sesso maschile.

(foto: https://twitter.com/AllfordogsDerby/status/1156150123887337472)

Gli studi sono ancora in via di perfezionamento, quindi ad oggi costituiscono ancora solo una base per futuri approfondimenti, tuttavia questo studio offre ai professionisti cinofili (es. veterinari, addestratori, esperti del comportamento, allevatori…), ma anche ai proprietari, uno strumento in più per poter osservare e riconoscere precocemente sintomi potenzialmente legati a fattori di stress o ansia e agire tempestivamente con interventi adeguati alle circostanze e al singolo individuo.


Michaela Vincenza IannoneAddestratore Cinofilo EnciStudente del Dipartimento di Scienze Naturali, Unical, Calabria

Fonti e approfondimenti:
1) M. Bekoff, Canine Confidential: Why Dogs Do What They Do, University Of Chicago Press 2018

2) L. Geggel, Anxiety May Give Dogs Gray Hair, Live Science, Dicembre 2019
https://www.livescience.com/57254-anxiety-may-give-dogs-gray-hair.html

3) C. King, Th. J. Smith,T. Grandin et al., Anxiety and Impulsivity: Factors Associated with Premature Graying in Young Dogs
https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0168159116302775

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: