Associazione italiana professionisti cinofili: l'intervista

Abbiamo incontrato i fondatori dell’Associazione italiana professionisti cinofili

Perchè un’associazione di categoria?

Nella giungla della cinofilìa odierna, dove si usano parole come ufficiale o riconosciuto con l’unico scopo di accaparrarsi clienti, dove di ufficiale e riconosciuto non esiste niente, dove ogni ente ha il suo registro ma nessun registro ha reale validità al di fuori del proprio ente, dove le associazioni di categoria nascono come funghi, è davvero difficile destreggiarsi e non farsi abbindolare.

Un’associazione per i professionisti cinofili?

Nei primi giorni di vita dell’associazione abbiamo riscontrato molto interesse ma tanti dubbi leciti.

Dubbi palesati da chi faceva parte di altre associazioni e nel tempo le ha abbandonate perché non si è sentito rappresentato o perché non ne condivideva lo stile di comunicazione .


L’associazione italiana professionisti cinofili non ha la pretesa di essere migliore delle altre, non vuole basare il suo successo sul marketing, non fa propaganda con video selfie accattivanti, ma soprattutto non promette alle persone cose che non può mantenere.


L’associazione italiana professionisti cinofili promette solo grande impegno nel perseguire gli obiettivi; AIPC non è nata per manifestare o per bussare alla porta delle istituzioni nel tentativo di pretendere qualcosa, bensì è nata a seguito di un suggerimento delle istituzioni stesse.


Il consiglio direttivo infatti si è mosso in silenzio per molto tempo, ha ottenuto colloqui con comuni, asl, arrivando fino in senato, e solo successivamente, dopo avere ben chiare le idee, con progetti e programmi concreti alla mano, ha creato l’associazione ed ora si propone di diventare un supporto, un tramite tra i cinofili e gli enti pubblici.

Qual è lo scopo di AIPC?


La tutela giuridica della categoria dei professionisti del settore cinofilo, attuabile anche mediante le numerose iniziative ad essa correlate, per poter diffondere uniformemente sul territorio nazionale la cultura dell’ambito cinofilo, spesso non conosciuta o non consona alla tutela del benessere animale.

Nel concreto cosa volete fare?

Associazione italiana professionisti cinofili


AIPC si propone di dare sostegno e rappresentare tutti i professionisti cinofili, dall’addestratore all’allevatore e con il termine “professionista cinofilo” non si riferisce solo a chi è intestatario di una partita iva, bensì s’intende il professionista nel puro significato del termine.

Potete leggere lo statuto, gli obiettivi, il programma e i progetti di AIPC sul sito www.professionisticinofili.it oppure su facebook

web marketing cinofilo
Dogsportal Redazione

Dogsportal Redazione

Il portale italiano su cani, sport & società. info@dogsportal.it

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: