Dog Puller e Dog Puller Sport: nascono in Ucraina, l’intervista ai fondatori

Il Dog Puller Sport è arrivato in Italia e sarà presentato nel mese di Marzo in Lombardia con i fondatori e la presenza di Marco Chiaro il referente nazionale per la disciplina

Il dog puller sport arriva finalmente in Italia. Ecco la nostra intervista ai fondatori.

Sergey Shkot e Varvara Petrenko – Presidente della Federazione Internazionale Dog Puller, raccontano a Dogsportal.it come sono nati gioco e disciplina

Sergey Shkot

Nel 1993 mia moglie e io abbiamo deciso di regalarci un cane per il nostro matrimonio. Era un meraviglioso cucciolo di pastore tedesco e lo abbiamo chiamato Samurai. Ero determinato a farne un grande cane, ma risultò molto difficile. Non vedevo strumenti per raggiungere tale obiettivo e a quel tempo ero attivamente impegnato nella boxe e nel combattimento corpo a corpo. Avevo già capito che tutte le competenze e le abilità si ottengono attraverso l’allenamento ma, per ottenere i risultati e avere successo, mi mancavano gli strumenti, come quelli che invece hanno gli allenatori di boxe che lavorano con i loro studenti. La prima cosa di cui avevo bisogno erano gli strumenti idonei per il cane che dovevano aiutarmi a controllare e a gestire l’energia e il lavoro di Samurai. All’inizio mi sono avvalso del supporto di due soli bastoni, ho subito capito che dovevano esserci due oggetti, come era ragionevole.

Lavorare con i bastoni però si è rivelato molto pericoloso poiché nel farlo saltare il cane poteva mancare l’obiettivo e mordermi la mano, e non era facile neanche lanciare il bastone lontano.

Così ho iniziato a usare degli anelli di gomma e la situazione è subito migliorata. Ma dopo un po’ ho scoperto che sebbene gli anelli di gomma proteggessero perfettamente le mani dell’addestratore, i denti del cane cominciavano a consumarsi. Il cane mordeva molto e forte, tanto che la composizione del materiale ne danneggiava i denti. D’altronde sarebbe stato così se i paracolpi da boxe fossero stati morbidi dal lato dell’allenatore e duri dalla parte del pugile non proteggendo le articolazioni. Samurai alla fine è diventato un grande ed è stato un mio grande insegnante, ma questa è un’altra storia.

Naturalmente tutto ciò ha richiesto anni di lavoro, a questo punto ero già diventato un addestratore di cani professionista e avevo sviluppato un programma di lavoro con il futuro Puller.

Restava da risolvere il problema del materiale per il quale ho fatto molti esperimenti imparando molto. Alla fine ho trovato il polimero giusto, ma andava perfezionato. A questo punto, volevo già vedere i miei anelli come un prodotto relaizzato a cui avevo dato il nome pilota di Pull, mentre il sistema di allenamento si chiamava BytePooling (mordi-tira). Ho iniziato a proporre la mia idea a varie aziende di livello mondiale, ma come spesso accade, nessuno l’ha apprezzata; quindi ho continuato per diversi anni a scrivere lettere, fare viaggi e incassare rifiuti.

Così alla fine ho deciso di rivolgermi al mio connazionale Yuri Sinitsa, proprietario dell’azienda Kollar. Ci siamo incontrati, gli ho dato un prototipo e in poche parole ho descritto cosa farne. Ha risposto che l’avrebbe prima testato sul suo cane e la mattina dopo avevo un partner. Sono iniziati i lavori per la creazione del Puller, la formula del polimero doveva essere perfezionata, e c’è voluto molto impegno perché le caratteristiche dovevano essere molto originali.

BANNER ANPCA

Adesso riconosco il merito di Yuri Sinitsa, perché si era verificata una tale serie di fallimenti che ero già pronto a scendere a compromessi tra i requisiti desiderati e il risultato, ma è stata la perseveranza e la fede di quest’uomo a portare risultati nel tempo: alla fine tutto ha funzionato e così abbiamo ottenuto il Puller!

Varvara Petrenko – Presidente della Federazione Internazionale Dog Puller

Nel 2012 mi recai a Chernigov e presentai il mio curriculum alla società Kollar. La mia esperienza lavorativa risultò così interessante che il Presidente della società, Yuriy Sinitsa, volle conoscermi personalmente. Al nostro primo appuntamento fece seguito un ulteriore incontro a cui partecipò anche l’ideatore del Puller Sergey Shkot. In questa occasione venni ritenuta la persona adatta a creare un nuovo sport cinofilo, il Dog Puller, per il quale mi misi subito al lavoro così da poter organizzare il primo campionato nell’autunno dello stesso anno. 

Ogni nuovo campionato regalò una nuova esperienza che mi permise di eliminare tutto il superfluo, snellendo e aggiustando le regole in modo che lo sport si potesse praticare così come era stato concepito: semplice e accessibile.

Negli anni a seguire si svolsero moltissimi seminari ed eventi con lo scopo di diffondere il Dog Puller nel mondo, fino ad arrivare al 2018, anno in cui si riuscì a organizzare il primo campionato del mondo nella città di Praga.

Attualmente la Federazione è in fase di espansione, continua ad accogliere nuovi membri ogni anno e, oltre ai campionati nazionali, organizza regolarmente il Mondiale che si è svolto anche nel periodo di quarantena in modalità online.

SEGUI DOG PULLER ITALIA SU FACEBOOK

ACQUISTA ORA IL TUO PULLER

Dogsportal Redazione

Il portale italiano su cani, sport & società. info@dogsportal.it

Dogsportal Redazione ha 1052 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Dogsportal Redazione

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: