Haidèe, il cane che odiava i gatti e ha dovuto salvarne uno.

Haidèe, il cane che odiava i gatti...

Di Chiara Forlizzi

Haidèe, il cane che odiava i gatti e ha dovuto salvarne uno

“Ciao Chiara,scusa la domanda forse stupida, ma il tuo cane che cerca le persone potrebbe trovare anche un gatto?”.

Ecco la telefonata tanto temuta!

Già perché con Haidèe facciamo Mantrailing mica Cattrailing, ma sapevo che prima o poi qualcuno ce lo avrebbe chiesto. Se poi a farlo è un’amica, come si fa a spiegare le difficoltà, il perché e il per come.

Se pensate poi a livello mediatico come si parla dei cani “molecolari”… come se molecolari non lo fossero tutti i cani. Ma, come dicevo, sapevo che prima o poi sarebbe arrivata questa richiesta. Spiego subito all’amica tutte le difficoltà del caso, compreso il fatto che il cane non è stato allenato a seguire tracce di altri animali (difficile riprodurre tracce pure per allenare i cani…) ma alla fine della telefonata l’unica cosa che riesco dirle è:

PROVIAMO!!

Le precondizioni non erano certo favorevoli, ma nella difficoltà dello scenario avevamo qualche punto a nostro favore:

Per prima cosa il gatto era molto grande e altrettanto fifone quindi avevamo buone speranze che non si fosse allontanato di molto e avesse cercato riparo nelle vicinanze; seconda cosa, a detta di chi lavora in questo campo da più tempo di me, è più facile seguire la traccia di un animale spaventato; terza cosa:

Haidèe, la mia grigiona e compagna di ricerche, odia i gatti ma ama rincorrerli e quindi, lo stimolo per aumentare la motivazione era molto buono.

Tempo di organizzarmi e arrivo a casa della mia amica che mi spiega le dinamiche della fuga e mentre io e Haidèe facciamo un giro per raccogliere un pò di odori in giro, la mia amica mi porta il trasportino del gatto:il nostro INPUT iniziale…più grande di di molti cani che conosco!!

Ok, avevamo il nostro input! Cominciamo il nostro RITUALE PREPARTENZA, un’annusata e GO!

Haidèe parte molto decisa…ma dalla parte opposta a quella che mi aspettavo…penso…devi fidarti di lei (come quella volta che da cucciolona ha inseguito gli asini al pascolo), ti è stato ripetuto più volte in passato…la seguo.

Il cane trova la traccia e decide la direzione da seguire: dalla strada scende giù nei campi, va avanti un pò ma non è convinta; risale sulla strada e scende di nuovo poi parte spedita…(”questo mi dice che  sa dove andare” penso)….continuando ad annusare si infila in uno di quei tubi di cemento che passano sotto la strada. A questo punto la blocco; lo spazio è troppo stretto per lei e rischierebbe di rimanere bloccata. Lei mi guarda e continua a puntare e pigolare per andare…no Haidèe per oggi basta, hai fatto un ottimo lavoro.

Ok ,il gatto è li, ma come lo tiriamo fuori?

Con un cane da “TANA”, ovvio. Il vicino di casa che era lì con noi ad osservare la ricerca prende il suo meticcio che ama infilarsi in quegli spazi angusti e in breve tempo convince il gatto, che era il doppio di lui,a venir fuori dal suo nascondiglio.

Gatto salvo, amica contenta, cani premiati… non tanto, perché Haidèe pensa ancora che il gatto che le era stato promesso come ricompensa per il lavoro, mica l’ha ottenuto. 

Dogsportal Redazione

Il portale italiano su cani, sport & società. info@dogsportal.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *