Animal care, i ruoli all’interno di uno studio veterinario

L’Italia è il Paese europeo con il più alto numero di animali domestici per famiglia: quella verso cani e gatti – ma non solo – è una vera e propria passione.


Da qui proviene l’attenzione crescente nei confronti di questo settore, che si afferma anche in ambito lavorativo e, di conseguenza, a livello formativo.
Nascono così, sempre più corsi con lo scopo di semplificare e incentivare la nascita di nuove figure professionali, soprattutto per quello che riguarda l’animal care

Si sta costituendo, per esempio, un’articolata offerta per quello che riguarda i corsi di formazione online che permettono di diventare assistente veterinario

In primo luogo con questi corsi si approfondiscono gli aspetti che riguardano l’anatomia di tutti gli animali domestici: nello studio di un veterinario, infatti, possono arrivare anche piccoli roditori, conigli, volatili e persino rettili.

Una conoscenza fondamentale soprattutto se l’intenzione è quella di candidarsi per lavorare in uno studio specializzato in animali esotici. 

Anche se non si è seguito un corso di laurea come nel caso del medico, infatti, occorrerà avere la stessa sensibilità nel riconoscere sintomi o segnali di malattie importanti, nonché avere dimestichezza con la fisiologia di ogni singola specie.

Talvolta, l’accortezza o il suggerimento di un assistente può essere un supporto prezioso per stabilire una diagnosi corretta in tempi più brevi e, quindi, per procedere con il trattamento adeguato al caso.

Il ruolo dell’assistente veterinario

L’assistente veterinario è una figura fondamentale all’interno di un ambulatorio, perché offre un vero e proprio supporto al professionista e gli consente di concentrarsi sulla sua attività, dedicandosi a tutte le mansioni in grado di renderne maggiormente fluido il lavoro.

Innanzitutto, è bene ricordare che l’assistente veterinario spesso rappresenta l’interfaccia tra medico veterinario e pazienti, dato che risponde alle telefonate e organizza gli appuntamenti in modo che risultino correttamente distanziati tra loro, dando priorità ai casi più urgenti. 

Questa figura professionale si occupa anche di aspetti meramente amministrativi, riguardanti compilazione di fatture o di cartelle cliniche, verificando i dati dei pazienti e dei relativi padroni. Ovviamente, l’assistente deve anche rapportarsi con i padroni dei pazienti, fornendo rassicurazioni o informazioni sulla tipologia di cura o di intervento cui gli animali dovranno sottoporsi.

Un esperto in animal care

Un assistente ben formato dovrà essere in grado anche di prendersi cura degli animali portati in studio.

In questi casi, sarà di fondamentale importanza aver maturato una certa esperienza con gli animali domestici per sapere come reagire a determinati comportamenti, quali strategie sono le migliori per calmarli e conoscere le presa adeguate per tenerli fermi durante una medicazione. 

Un esperto in animal care deve conoscere ogni tecnica di trattamento e avvicinamento che prevengano qualsiasi genere di incidente. Inoltre, durante l’intervento del veterinario, l’assistente dovrà essere pronto a fornire gli strumenti necessari al medico, trovare per lui un medicinale e sterilizzare la strumentazione prima della visita successiva. 

Alcuni animali necessitano di un periodo di ricovero nella clinica o nello studio veterinario, che può andare da qualche ora a qualche giorno: un assistente dovrà, quindi, potersi occupare delle medicazioni e cogliere eventuali segnali di sofferenza dell’animale, per intervenire prontamente.

Infine, anche l’alimentazione dell’animale dovrà essere tra le conoscenze prioritarie: solo in questo modo si potranno dare indicazioni precise sulla migliore dieta da far seguire ai nostri amici a quattro zampe, con lo scopo di mantenerli in salute. 

Solo i professionisti, infatti, sono in possesso delle conoscenze necessarie per determinare come bilanciare adeguatamente la dieta di un animale: poter suggerire i marchi migliori di cibi (o persino le preparazioni casalinghe), le formulazioni più bilanciate in base all’età o alle patologie specifiche e persino una riduzione delle porzioni in caso di sovrappeso, è determinante per lo sviluppo sano dell’animale domestico.

Dogsportal Redazione

Il portale italiano su cani, sport & società. info@dogsportal.it

Dogsportal Redazione
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: