Come i nostri cani ci stanno aiutando e salvando durante l’isolamento da Coronavirus

cani e gatti aiuto emotivo contro il coronavirus
Dog loves cat. Color photo.

A cura del Dott. Pier Luigi Gallucci, Psicologo psicoterapeuta

autore del libro: Il dolore negato.

Quando il coronavirus è arrivato in Italia, una delle prime notizie a diffondersi è stata quella di abbandoni legati alla paura che gli animali domestici potessero essere un veicolo dell’infezione all’uomo.

Notizie totalmente false, così come confermato dalle associazioni animaliste e da organizzazioni sanitarie italiane e internazionali come OMS e ISS

Dunque questo periodo di isolamento forzato, così carico di emozioni intense di paura, stress, disorientamento diffuso

vivere con un animale domestico è una grande fortuna.

E non solo perchè, come nel caso dei cani, permette di uscire un po’ di casa ogni giorno.

La compagnia di un animale domestico è il miglior sollievo conosciuto contro lo stress e la depressione, e accudirlo è una fonte di serenità in queste nostre giornate improvvisamente svuotate.

La loro presenza ci aiuta in questo periodo di forte vulnerabilità di salute fisica e psicologica, ci permette di affrontare meglio ciò che succede dentro e fuori casa.

L’emergenza sanitaria covid-19 ci ha fatto ri-scoprire fragili e vulnerabili.

Le conversazioni, i pensieri, le preoccupazioni, il flusso di notizie sono tutte polarizzate sullo stesso tema: il coronavirus.

Gli animali domestici ci stanno vicino in questo momento così difficile delle nostre vite chiuse in casa e dietro gli schermi di computer e cellulari, senza essere motivo di ulteriore ansia, anzi.

Quando si sta in compagnia di un cane o un gatto e lo si accarezza, ci si prende un momento di pausa da tutto il resto. 

Con il nostro cane, gatto o altro animale domestico non c’è angoscia, o pensiero se riusciremo a superare le difficoltà economiche o di lavoro, se e quando i nostri figli torneranno a scuola, non ci sono sensi di colpa sul passato.

Con il nostro animale viviamo e sentiamo nel qui-e-ora: è un legame che, più che in altri momenti “normali”, si nutre di attenzione e cura reciproca.

Chiaramente dobbiamo fare sempre attenzione: l’animale domestico non va antropomorfizzato, non va caricato di aspetti umani che non gli appartengono, va rispettato nella sua dignità di animale altro da noi. È un essere vivente compagno di vita, di attenzione e cura importante, ma non è una persona, non è un sostituto di un rapporto con altre persone.

Va considerato e valorizzato per quello che è: il nostro prezioso compagno di vita a 4 zampe.

È in momenti particolamrnete difficili come quello che stiamo attraversando che la relazione affettiva che abbiamo con lui acquista ancora più senso e valore.

Una presenza costante e un contatto ravvicinato che rinforza le nostre capacità di affrontare le difficoltà e ci avvolge in abbraccio di protezione.

Un antidoto alla noia, alla paura, alla distanza.

Con il distanziamento sociale che stiamo faticosamente mantenendo per rallentare e prevenire il contagio del virus, abbiamo riscoperto che la relazione e il contatto con altri corpi è necessario per il benessere mentale. 

E poiché agli altri umani non possiamo avvicinarci, i protagonisti della nostra vita casalinga stanno diventando tutti quegli esseri viventi che non ci possono contagiare: il cane, il gatto, il coniglio… 

In questi giorni sono gli unici corpi caldi e vivi da poter abbracciare senza rischi, sono dei terapeuti naturali, alzano persino le difese immunitarie.

Dai nostri animali domestici possono venire quel calore e quegli abbracci che tra noi umani è, ora e chissà per quanto tempo, ormai proibito.

Tra le fonti d’ispirazione oltre all’analisi del Dr. Gallucci anche un interessante articolo sull’argomento con intervista alla D.ssa Francesca Mugnai


Pier Luigi Gallucci

Pier Luigi Gallucci, psicologo psicoterapeuta, si occupa in particolare – fra altri temi – di elaborazione del lutto. Cura il blog «Lo studio dello psicologo a Torino», sul quale ha ospitato una vivace discussione riguardo alla pet loss, la morte di un animale domestico.

Dogsportal Redazione

Il portale italiano su cani, sport & società. info@dogsportal.it

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: