Come difendersi dalle zecche in estate 

In estate, si sa, trascorrere il tempo libero all’aperto con i nostri amici a quattro zampe è un’occasione per staccare la spina dalla routine quotidiana e rilassarsi. Una situazione piacevole, che però può essere alterata dalla presenza di insetti fastidiosi, come le zecche. 

Come riconoscere una zecca

Se hai un cane o un gatto, sicuramente avrai sentito parlare di zecche. Ma sapresti riconoscerle? Approfondiamo brevemente le loro caratteristiche principali. La dimensione di questi artropodi varia da millimetri a massimo un centimetro, e la loro forma ricorda quella di una lacrima. Le femmine della specie sono di colore verde/grigio, mentre i maschi – più piccoli – hanno una colorazione più scura. 

Nonostante al mondo esistano circa 850 specie di zecche, è opportuno sottolineare che agiscono tutte allo stesso modo: dopo essersi attaccate alla cute del soggetto scelto, iniziano a succhiare il suo sangue. Poi si staccano e ritornano sul suolo, dove completano il loro processo evolutivo, che ha una durata variabile, da pochi mesi fino a tre anni. 

Le zecche: ambiente ideale e percezione 

Le zecche prediligono l’umidità e il caldo, fattori essenziali per la loro proliferazione. Ecco perché in estate la loro presenza aumenta in maniera massiccia, soprattutto nelle aree dove è presente molta vegetazione. Non per questo è da escludere che si possano trovare anche nelle grandi città, dove si annidano nei posti più bizzarri, come ad esempio i tappeti o i battiscopa.

La loro attività si protrae fino a inizio autunno, per poi entrare in una condizione di quiescenza nei mesi più freddi.

Le zecche, grazie alla loro conformazione, riescono a riconoscere sia i mutamenti termici sia il livello di CO2 presente intorno a loro. Infatti, è proprio grazie alla percezione dell’ambiente esterno che le zecche riescono a individuare facilmente i soggetti ospitanti e, quindi, a trovare una fonte di approvvigionamento nei loro corpi. 

BANNER ANPCA

La puntura di una zecca fa male?

Sia per gli animali che per gli umani, la puntura di questo parassita è indolore. Per questo motivo, è molto difficile accorgersi della loro presenza

E come fare allora a capire se le zecche hanno punto i nostri animali domestici? Sicuramente controllando con attenzione la loro cute e le zone più appetibili: coda, orecchie, parte laterale degli occhi e bocca.

Puntura di zecca: quali sono i maggiori rischi? 

Una volta individuata la zecca nel corpo del nostro animale, il rischio maggiore è la trasmissione di agenti patogeni. Un altro rischio comune consiste nell’indebolimento delle difese immunitarie del corpo che ha subito la puntura. 

Come dobbiamo procedere, quindi, se ci accorgiamo che il nostro animale domestico è stato punto da una zecca? Innanzitutto, se decidiamo di rimuoverla da soli, dobbiamo prestare estrema attenzione: se il procedimento non viene eseguito in maniera corretta, il rischio è quello di non estrarre la testa della zecca, con eventuali complicazioni. 

In linea generale, tutto ciò che ci occorre è una pinzetta. Dopodiché, basterà afferrare la zecca in modo deciso e poi girarla in senso orario. Altrimenti, se non ci si sente abbastanza sicuri per effettuare da soli questa delicata operazione, è sempre meglio affidarsi a un veterinario, che saprà come risolvere il problema. 

Prevenire è sempre meglio che curare 

Pipette, collari, pastiglie: le alternative anti-zecche sono davvero tantissime. Ma perché non pensare a una soluzione ecologica, senza l’utilizzo – e in molti casi, purtroppo, abuso! – di sostanze chimiche che possono danneggiare l’ambiente?

ULTRASOUNDtech™, giovane startup lombarda, ha creato e progettato diverse soluzioni repellenti contro i parassiti come le zecche, senza l’utilizzo di sostanze chimiche dannose. L’innovativa tecnologia si basa sull’emissione di onde ultrasoniche che, agendo sul sistema nervoso delle zecche, gli impediscono di rilevare il nostro cane o il nostro gatto come potenziale ospite. 

ZeroBugs™ è disponibile in due varianti:

  • ZeroBugs™ PLUS, ideale per proteggere gli esseri umani
  • ZeroBugs™ PET, studiato appositamente per tutelare i nostri amici a quattro zampe da zecche e pulci 

Disponibile online o nelle migliore cliniche veterinarie. 

Dogsportal Redazione

Il portale italiano su cani, sport & società. info@dogsportal.it

Dogsportal Redazione ha 1052 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Dogsportal Redazione

Eventi in programma

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: