L’altra faccia degli sport cinofili?

Il cane ha bisogno di fare attività.

Fare attività attraverso il gioco rinforza la relazione.

Lo sport è il gioco più strutturato, il momento più alto della collaborazione, dove però l’obiettivo non è il traguardo finale, non è
la performance, ma è il piacere di fare la strada insieme, impegnandosi a capirsi l’un l’altro sempre meglio,
e divertendosi insieme.La Rally-obedience è una disciplina nata proprio con questi obiettivi: dare l’opportunità a tutti i cani e a tutti
i conduttori di poter praticare una attività sportiva, per il benessere di entrambi, mettendo al centro
dell’attenzione il benessere del cane e la relazione fra il cane e il conduttore.E questa filosofia ha accompagnato, e accompagna tutt’ora, il mio impegno di istruttore, di formatore, e di
responsabile nazionale della disciplina.Ho conosciuto la Rally-obedience più di 10 anni fa. L’ho fin da subito apprezzata nella sua essenza. Fin da
subito mi sono impegnato a portarne avanti lo spirito, prima come praticante, poi come istruttore e giudice,
e infine come responsabile nazionale.

Marco Chiaro ospite della Diretta Cinofila proverà a farci capire il potenziale degli sport cinofili rivolti davvero a tutti.

Qual è l’altra faccia degli sport cinofili?

È quella dove prima di tutto c’è il cane. 

È quella dove prima di tutto il cane deve fare il cane.

È quella dove oggi io e il mio cane decidiamo di andare a divertirci insieme.

È quella dove andiamo a fare una gara per trascorrere una domenica divertente.

È quella dove io ho chiesto al mio cane di divertirsi con me, e non ho alcun diritto di costringerlo a farlo, in nessun modo che non sia la condivisione del piacere del fare insieme.

Questa è la riflessione di partenza per la diretta di questa sera.

Dogsportal Redazione

Il portale italiano su cani, sport & società. info@dogsportal.it

Dogsportal Redazione
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: