Olio di neem per i cani: protegge davvero dai parassiti?

È arrivata la primavera e con essa il caldo e tutte quelle fantastiche bestioline, pulci e zecche in primis, pronte a colonizzare i nostri animali

Olio di neem per i cani: quando e come usarlo? Ne parliamo con la naturopata Simona Trecordi

Come ogni anno scatta la fatidica corsa al miglior antiparassitario in commercio e sui social ogni proprietario è pronto a dire la sua.

È doveroso ricordare che gli antiparassitari chimici sono farmaci a tutti gli effetti (quindi hanno controindicazioni ed effetti collaterali di cui tenere presente), e benché siano di libera vendita, la soluzione migliore rimane quella di rivolgersi al proprio veterinario per farseli prescrivere.

Non è raro trovare fra i consigli web di “nonna, cugino, la mia amica e il vicino di casa”, qualcuno
che inneggia all’olio di neem come la panacea contro ogni parassita terrestre, ma è davvero così
efficace?

Cos’è l’olio di neem?

Olio di neem per i cani: quando e come usarlo? Ne parliamo con la naturopata Simona Trecordi

L’albero del neem è originario dell’India dove è conosciuto col nome Arishta ossia “albero capace
di curare tutte le malattie”.

Dai suoi frutti giallastri, simili ad olive, viene estratto l’olio vegetale tramite spremitura a freddo.

Si tratta di una pianta appartenente alla tradizione ayurvedica che da migliaia di anni viene impiegata per trattare molti tipi di disturbi.

Ha proprietà antimicotiche, antibatteriche, antivirali, antisettiche, antinfiammatorie e antiparassitarie naturali.

L’olio di neem può essere usato per trattare molti problemi simili anche nei cani. In questo ambito la sua principale azione, ma anche quella più conosciuta, è quella antiparassitaria e insettifuga ma vediamola più nel dettaglio.

Antiparassitario naturale per cani

Il Neem ha attirato l’attenzione dei ricercatori di tutto il mondo per le sue proprietà repellenti e per gli effetti riconosciuti sulla morfologia e fisiologia degli artropodi, pulci e zecche comprese. È stato ampiamente studiato nei campi dell’entomologia e della fitochimica per scopi medicinali e
cosmetici.

L’ azadiractina è l’ingrediente attivo che ha proprietà insetticida nel seme, nelle foglie e in altre parti dell’albero del neem.


Tale composto, insieme ad altri di minore interesse, mostra varie modalità di azione contro gli insetti: ne regola la crescita, abolisce la fecondità, repellenza, blocco dello sviluppo di agenti patogeni da loro trasmessi.

Alcuni di questi parametri di bioattività dei prodotti del neem sono stati studiati in alcune specie di insetti di importanza medica e veterinaria, come zanzare, mosche, scarafaggi, pulci e pidocchi.


In poche parole è stato dimostrato che l’olio di neem può respingere gli insetti, ma anche ucciderli
senza effetti collaterali noti per i cani.

Come utilizzare l’olio di neem sul tuo cane?


Molti proprietari di cani scelgono l’olio di neem come alternativa ai farmaci che respingono pulci e zecche.

Questo può succedere per diversi motivi, primo fra tutti una spiccata allergia del cane verso gli antiparassitari di sintesi.

Non è raro infatti che vi siano reazioni avverse che vanno dalla banale perdita di pelo alla letargia o, nei casi più rari, a vomito, tremori e convulsioni.
Sicuramente ci sono soggetti che dovrebbero evitare il più possibile l’utilizzo di prodotti chimici
come cani convalescenti, anziani, soggetti con allergie e gravemente malati.

In questi animali l’impiego di una profilassi naturopatica che comprenda anche l’utilizzo dell’olio di neem, è
certamente da preferire, sempre sotto osservazione del tuo veterinario.


Se il tuo veterinario ti da l’ok, ci sono diversi modi in cui puoi applicare l’olio di neem al tuo cane, ma ricorda che è abbastanza potente e dovrebbe essere diluito prima dell’applicazione.

Uno dei principali inconvenienti è l’odore, che molti paragonano a una miscela di aglio bruciato, cipolla e caffè.

Coloro che riescono a superare la puzza spesso lodano l’olio di neem come una cura miracolosa per i loro cani.


Olio di neem per i cani
Olio di neem per i cani

Personalmente lo utilizzo anche in inverno perché purtroppo le pulci vivono perfino dentro la nostra abitazione, annidate comodamente fra tappeti, divani e cucce.

Abbassare la guardia vorrebbe dire esporre i nostri animali ad una possibile infestazione da parassiti e credimi, mandarli
via è molto più difficile che cercare di non farli avvicinare.

Quindi prevenzione prima di tutto!

Quale prodotto usare?


Sul mercato esistono tantissimi prodotti diversi, attenzione a ciò che scegli perché deve rispettare alcuni parametri per essere davvero efficace.


Escludi qualsiasi prodotto a base di neem che abbia come indicazione quella agricola: questo tipo di prodotti potrebbero contenere allergeni e non essere abbastanza puri per essere utilizzati sulla pelle del tuo animale.


I prodotti con olio di neem per uso umano, soprattutto dermatologico, sono di solito molto concentrati e puri al 100% (mi raccomando controlla sempre l’INCI), andranno quindi diluiti in modo opportuno come ti ho spiegato qualche riga fa.

La scelta più semplice è quella di affidarsi a prodotti veterinari formulati per cani e gatti, dalla comprovata atossicità.


Alcuni studi sull’olio di neem sottolineano quanto il suo potere antiparassitario sia dipendente
dalla dose utilizzata, quindi scegli un prodotto che ne contenga almeno il 10% o addirittura il 20%.

Questo tipo di formulazioni sono state testate per avere un’efficacia dell’80% fino a 14 giorni circa. Anche se naturali, alcuni prodotti a base di neem potrebbero dare spiacevoli reazioni al tuo cane.

Questo perché potrebbero contenere oli essenziali o altri ingredienti di non facile tolleranza.

Il mio consiglio è sempre quello di rivolgersi ad un naturopata esperto che possa consigliare un prodotto
idoneo al nostro cane o di valutare, insieme al veterinario, una valida alternativa.

L’olio di neem può sostituire gli antiparassitari chimici?



Benchè le proprietà del neem come antiparassitario contro punture d’insetti (come le zanzare) e contro pulci e zecche, siano state dimostrate in svariati studi, la risposta non è così scontata.

Esistono diverse condizioni che possono inficiare gravemente la sua azione.


Risale a luglio 2020 una ricerca che mette a confronto (in vitro) l’efficacia dell’olio neem rispetto a amitraz e fipronil (i più comuni principi attivi contenuti negli antiparassitari chimici) nell’uccidere le zecche comuni (Rhipicephalus sanguineus).

L’analisi statistica ha evidenziato una differenza significativa nella sopravvivenza della zecca:

  • mmaAmitraz e fipronil ne hanno causato una mortalità del ≥99%
  • Olio di neem ha dimostrato una mortalità variabile, dal 72,7% al 95,3%, a seconda della
    dose utilizzata

    È stato inoltre dimostrato che l’azadiractina si degrada rapidamente alla luce, al calore eccessivo o
    all’alcalinità.
    Questo significa che l’efficacia antiparassitaria dell’olio di neem per i cani è strettamente legata
    alla sua purezza, alla concentrazione nel prodotto adoperato ma anche alla frequenza con cui
    viene utilizzato.

    In base agli studi su cani e gatti fatti fino ad oggi, non è ancora possibile affermare che l’olio di
    neem sia effettivamente sostituibile agli antiparassitari di sintesi, poiché la quantità di
    informazioni sulla sua attività, l’uso e l’applicazione è limitata. Sarebbero necessarie ulteriori
    ricerche per determinare la reale potenzialità del neem nei confronti dei parassiti che infestano i
    nostri cani.

    Quello che possiamo fare è utilizzarlo come coadiuvante la protezione chimica oppure nel
    contesto di una profilassi naturopatica idonea qualora lo stile di vita dell’animale e il suo habitat,
    ne consentano l’utilizzo.






    FONTI
    Benelli G, Canale A, Toniolo C, Higuchi A, Murugan K, Pavela R, Nicoletti M. Neem
    (Azadirachta indica): towards the ideal insecticide? Nat Prod Res. 2017 Feb;31(4):369-386.
    doi: 10.1080/14786419.2016.1214834. Epub 2016 Aug 12. PMID: 27687478.
    Suraj RA, Rambarran R, Ali K, Harbajan D, Charles R, Sant C, Georges K, Suepaul S. A
    comparison of the efficacy of two commercial acaricides (fipronil and amitraz) with
    Azadirachta indica (neem) on the brown dog tick (Rhipicephalus sanguineus) from canines
    in Trinidad. Transbound Emerg Dis. 2020 Jul;67 Suppl 2:142-148. doi: 10.1111/tbed.13388.
    Epub 2019 Nov 19. PMID: 31746117.
    Remedio RN, Nunes PH, Anholeto LA, Oliveira PR, Sá IC, Camargo-Mathias MI.
    Morphological alterations in salivary glands of Rhipicephalus sanguineus ticks (Acari:
    Ixodidae) exposed to neem seed oil with known azadirachtin concentration. Micron. 2016
    Apr;83:19-31. doi: 10.1016/j.micron.2016.01.004. Epub 2016 Jan 19. PMID: 26852009.
    Schmahl G, Al-Rasheid KA, Abdel-Ghaffar F, Klimpel S, Mehlhorn H. The efficacy of neem
    seed extracts (Tre-san, MiteStop on a broad spectrum of pests and parasites. Parasitol Res.
    2010 Jul;107(2):261-9. doi: 10.1007/s00436-010-1915-x. Epub 2010 May 12. PMID:
    20461406.
    Guerrini VH, Kriticos CM. Effects of azadirachtin on Ctenocephalides felis in the dog and
    the cat. Vet Parasitol. 1998 Jan 31;74(2-4):289-97. doi: 10.1016/s0304-4017(97)00042-3.
    PMID: 9561713.
    Ribeiro Fde A, Correia TR, Fernandes JI, Melo RM, Vieira VP, Bezerra Lde L, Scott FB.
    Atividade do extrato de nim sobre o desenvolvimento embrionário de Ctenocephalides
    felis felis (Bouché, 1835) (Siphonaptera: Pulicidae) [Activity of neem extract on the
    embryonary development of Ctenocephalides felis felis (Bouché, 1835) (Siphonaptera:
    Pulicidae)]. Rev Bras Parasitol Vet. 2008 Sep;17 Suppl 1:87-91. Portuguese. PMID:
    20059823.


Simona Trecordi
Naturopata per animali
www.naturopatiaperanimali.com

Dogsportal Redazione

Il portale italiano su cani, sport & società. info@dogsportal.it

Dogsportal Redazione
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: