Quanti cani devono ancora morire per il caldo a causa di escursioni improvvisate?

Foto di archivio.

Estratto da


Spesso mi capita di avere conversazioni sull’argomento “caldo/attività cinofile” e mi rendo conto che latitano le giuste informazioni e che spesso i media stessi sottovalutano o comunque passano messaggi sbagliati.

Una corretta campagna di informazione da parte di operatori del settore ma anche la possibilità di fare educazione cinofila all’interno delle istituzioni statale in modo da creare una vera e propria cultura cinofila sociale darebbero sicuramente meno spazio alle improvvisazioni .
Si tende a umanizzare , a credere che quel che piace o possiamo fare noi lo possa fare anche il nostro cane sottovalutando che è di una specie diversa con caratteristiche fisiche, anatomiche e psichiche completamente diverse dalla nostra e spesso ci si improvvisa senza pensare alle conseguenze.

Quel che per noi puo’ essere una bellissima giornata estiva puo’ trasformarsi in un inferno per un cane e solo noi ne siamo responsabili perché possiamo decidere se morire o no dal caldo e dalla fatica , mentre Lui ci seguirà sempre fiducioso , perché crede in noi.

Quanta generosità anche nell’atto della fiducia, vero?

Premiamola cercando di prendere le giuste informazioni per salvaguardare la loro salute fisica e mentale

Sara Gualco

Educatore cinofilo presso Zampa dopo Zampa

Avatar

Cosa ne pensi?

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: