Dog Trekking, è il focus che cambia

CONFUSIONE

È giunta l’ora di fare chiarezza: dog trekking ed escursionismo con il cane, due mondi diversi, che si compenetrano e possono essere uno funzionale all’altro ma molto spesso confusi, mescolati e sovrapposti.

Il Dog Trekking che riempie i titoli di tantissimi articoli e il SEO di altrettanti siti è talvolta usato erroneamente e indebitamente, confondendolo spesso con l’escursionismo con il cane.


Resta quindi ancora molta confusione sul binomio cane e montagna.

Dog Trekking
Tre Cime di Lavaredo, Veneto

PUNTO DI PARTENZA PER PARLARE DI DOG TREKKING

Il Dog Trekking nasce e cresce come appendice diretta dello Sleddog. Il traino con i cani da slitta veniva usato dalle popolazioni come gli eschimesi, gli indiani Atabaskan e i cercatori d’oro per spostarsi agevolmente sulle ampie distese di ghiaccio e neve. Dalla necessità di spostamento, alle competizioni sportive è stato un’evoluzione naturale e graduale, che ha fatto crescere la consapevolezza e la necessità di allenare i cani in funzione di una determinata attività allo scopo di aumentare la performace sportiva. 

Il Dog Trekking è la formula ideale di partenza per l’approccio a tantissime altre attività che prevedono il traino e un’andatura simbiotica tra cane e conduttore. 
E’ cosi che la pratica del Dog Trekking prende forma e necessità: 
– Utile al mantenimento del tono muscolare del cane durante il periodo nel quale non è possibile lavorare su neve.
– Funzionale per affinare la tecnica di traino.
– Necessaria per aumentare la preparazione fisica dei cani impegnati nelle competizioni invernali su neve.
– Funzionale per approcciare gradualmente cuccioli e cuccioloni alle discipline che prevedono il traino, dall’abituazione all’attrezzatura alla tecnica di traino.

La disciplina si sviluppa assumendo carattere durante gli anni ’80: i Mushers, impegnati nelle competizioni invernali, iniziarono ad allenare i propri cani anche nelle stagioni caratterizzate dall’assenza di neve, attraverso il Dog Trekking (e altre discipline sulle quali potremmo scrivere altri 5 articoli) e a introdurre nuovi cani in giovane età a questa disciplina, attraverso un training correlato di abituazione all’attrezzatura e motivazione al traino.

DOG TREKKING E ATTREZZATURA

Imbrago, linea, cintura e “desire to mush” sono gli strumenti fondamentali per il Dog Trekking:
Cintura imbottita attorno alla vita utile ad attutire i colpi del traino dei cani e assecondarne l’andatura, permettendo al Musher di lavorare sulla costanza del traino e la regolarità dell’andatura.
Imbrago da Sleddog è studiato per finalizzare il traino, distribuendo la forza lavoro dei cani in maniera omogena evitando qualsiasi attrito o impedimento muscolare/articolare.
Linea, è quel cordone ombelicale che collega noi al cane, può essere ammortizzata o fissa in base alla necessità e alla tipologia di lavoro che andiamo a fare.
“Desire to Mush” è lo “strumento” essenziale alla pratica della disciplina: è quella voglia irrefrenabile dei cani di correre, che si palesa sulle linee di partenza delle grandi competizioni, ma anche durante gli allenamenti. Per i cinofili esterni al settore invece si chiama Motivazione, quella cosa che spinge l’operato del cane verso una determinata meta, attivando e orientando comportamenti specifici, che assume diversi colori in base ai tasti che si possono toccare, nello specifico:
Sociale, interagire con un individuo.
Collaborativa, cooperare in un’attività per un fine comune.
Cinestesica, fare movimento.

Dog Trekking
Monte Grappa, Veneto

È IL FOCUS CHE CAMBIA

Il primo fine dell’attività del Dog trekking non è quello esplorativo o escursionistico, ma di mantenimento fisico e di training per cuccioli e cuccioloni. Nata e legata al mondo dello sleddog, non è oggi necessariamente collegata solo alle razze nordiche, ma adattabile e praticabile da tutte le altre razze.

È quindi il focus che cambia: nel Dog Trekking il fine ultimo è quello di insegnare al cane “il traino”, raggiungere assieme a lui una sintonia nell’andatura che permetta un andamento lineare e costante.

Lineare e costante sono però aggettivi che non si addicono all’escursionismo, che per definizione è caratterizzato, soprattutto sulle nostre Alpi, da terreni impervi e sconnessi, sentieri tortuosi e discese impegnative, le quali non permettono un’andatura costante finalizzata al traino, a meno che non si percorrano solo strade forestali.

I terreni che descrivono il nostro territorio sono spesso single track su fondi sconnessi, discese su rocce o sdrucciolose, che richiedono perlopiù l’utilizzo di un controllo maggiore sul cane e di andature che differiscono dal traino e conoscenze dell’ambiente e del territorio che vanno oltre la disciplina del Dog Trekking.

Dog Trekking
Malga Luna, Agner – Veneto

CONTESTUALIZZARE IL DOG TREKKING E CONOSCERE PER USARE IN MODO INTELLIGENTE

Saper distinguere il Dog Trekking e saperlo contestualizzare ci permette di lavorare in sicurezza con il nostro cane, prenderne i tratti che maggiormente si adattano al nostro modo di vivere in binomio e finalizzarli alle nostre attività.

L’obbiettivo non è quello di incasellare discipline per alcuni aspetti affini, ma piuttosto rendere consapevoli i conduttori del fatto che un percorso formativo in cui si impara ad affrontare una escursione in ambiente montano con il cane non significa affrontare una strada forestale con la tecnica del Dog Trekking.

Definizioni e significati sono importanti per poter utilizzare gli strumenti in modo corretto, fondamentale conoscerli per potersi muovere con intelligenza e consapevolezza tra una disciplina e l’altra, rendendole funzionali e adattabili alle nostre Alpi e a ciò che desideriamo fare con il nostro cane.

Ylenia Zampieron

Nata a Bassano del Grappa il 4 Febbraio del 1986, Dog Trainer Professional riconosciuto FCC, Educatore CSEN e Istruttore Cinofilo presso il Centro Borgocinofilo Mikamale di Padova. Da sempre affascinata dal mondo animale e in particolare da quello cinofilo. Comincia il percorso assieme al suo AustralianCattleDog in Protezione Civile come Unità Cinofila da Soccorso, per ampliare in seguito le sue conoscenze del mondo dei cani. Amante della montagna coordina il progetto MountainDogWalk.

Ylenia Zampieron
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: