I cani da traino: facciamo chiarezza

Articolo di Patrizia Simonini

I Cani da traino 

Per parlare di cani da traino dobbiamo tornare indietro di quasi 2000 anni e spingerci al nord, nelle terre fredde e sconfinate.

Cani nordici dal carattere tenace e dal fisico possente erano e, in qualche caso ancora oggi sono, l’unico mezzo di trasporto possibile, per tribù e per viaggiatori alla scoperta dell’artico.

Sempre cani da traino tiravano carretti come fanno i cavalli,  muli o gli asini e persino durante la guerra furono i cani a portare   armi e provviste al fronte.

Ma la storia l’hanno sicuramente fatta in America, nei periodi della corsa dell’oro.

I cani divennero indispensabili per gli spostamenti di gente e materiale, vita dura per uomini duri e per cani forti e resistenti. 

Tra le mille storie di competizione che accompagnano l’umanità, in quel periodo i cani divennero i protagonisti delle gare di traino con la slitta.

Nell’indole dell’uomo e anche del cane c’era però la velocità e, a questo punto, la potenza di traino venne sostituita con la capacità di correre.

Il rapporto lavorativo tra cane e uomo, cambiò e divenne qualcosa di molto più intimo, si trasformò in complicità , quel sentimento speciale che serve per correre veloce… 

insieme ai cani.

Con l’evoluzione delle gare, non possiamo più parlare di cani da traino ma di cani da slitta e da li il percorso ci porta attraverso competizioni che diventano sempre più veloci, fino a noi e le nostre storie di cani sportivi.

I cani da slitta 

I cani da traino
Sleddog tra i paesaggi norvegesi a Dovrefjell in Norvegia ( immagine di archivio)

La neve gli Uomini e i Cani

Chiunque abbia visto la preparazione e la partenza di una muta di cani, non può che essere rimasto affascinato dalla bramosia e dalla voglia di correre, di ogni singolo cane.

Il traino è l’ultimo delle difficoltà di un team visto il peso veramente irrisorio che devono trainare.

Una slitta sprint pesa circa 10 kg e il musher non sta di sicuro tranquillo a farsi portare, ma spinge e corre per aiutare il suo team.

Come si insegna?

Non si insegna ne con le buone, ne con le cattive, a un cane da slitta a correre nel team, è una cosa innata che può essere solo sviluppata e migliorata con un buon piano di allenamento.

Non si obbliga un cane da slitta a correre, lo fa perché è la cosa che ama di più, di più della pallina, della pappa, della cuccia e persino della corsa libero e chi non mi crede vada a una gara di sleddog a vedere, ne resterà stupito. 

Lo Scootering e le gare di carrello

l’alternativa divertente

I cani da traino
I cani da traino

Simili alla slitta per impostazione, rappresentano il metodo più adatto per allenare i cani sulla terra e sono entrambi diventati categorie di gara.

In entrambi i mezzi il musher deve aiutare il cane e spingere o correre al suo fianco.

E’ abbastanza ovvio che il cane, oltre a correre veloce traina, non posso negarlo, ma lo sforzo è moderato e controllato da ammortizzatori che non permettono traumatismi.

Bikejoring

I cani da traino
Bombardieri Squadra Corse sleddog & bikejoring BSC

Umano/a- bicicletta- cane

Questa pratica sportiva è qualcosa di unico, prima di giudicarla bisogna guardare bene quanta passione ci mette il cane e quanta fatica ci mette l’uomo. 

Non si semplifica tutto dicendo mi metto sulla bicicletta e mi faccio tirare dal cane, perché non funziona così.

Non tutti i cani amano stare davanti a una bicicletta e per quelli che non lo vogliono fare non c’è niente che li possa convincere.

Non è un addestramento come insegnargli a stare seduti o a dare la zampa, e non è nemmeno un condizionamento, come rincorrere la pallina o il disco.

Non si tratta di esercizi simili all’agility dove, con molta pazienza e tecnica si può anche far saltare un cane dentro un cerchio.

Il bikejoring è l’utilizzo di un’attitudine che alcuni cani hanno.

Ho detto alcuni cani e non tutti perché, sia chiaro senza questa prerogativa il cane non potrà praticare questo sport. Correre davanti, da solo e guidare fino all’arrivo il proprio bipede su due ruote, senza temere nulla e nessuno è una qualità sorprendente. Dietro in bici c’è il miglior amico di quel cane, che ovviamente per tenere la velocità deve usare la bicicletta e pedalare.

Per fare questo oltre al cane, bisogna saper andare in bicicletta, saperci andare molto bene perché il cane non evita rami, sassi, dossi o pozzanghere, per lui dove passa il suo naso passa tutto e chi sta dietro deve cavarsela.

I cani da traino
Bombardieri Squadra Corse sleddog & bikejoring BSC

Deve essere un feeling tra uomo e cane che permetta a ogniuno di fidarsi dell’altro…

Se esistesse un dialogo fatto di parole sarebbe più o meno così:

Cane: “ io corro a tutta velocità …non frenare perché mi annoio, e non farmi tirare troppo altrimenti mi fermo….stammi dietro !”

Uomo “ fidati ce la metto tutta… ti prometto che non frenerò nemmeno in curva, ma tu rallenta un pò in discesa e non girare di colpo per inseguire un topolino …!”

Quest’intesa meravigliosa è possibile, ma serve fiducia reciproca, preparazione atletica e una forte predisposizione. 

Canicross 

Lo sport dalla doppia personalità 

Fatto ad alti livelli il canicross è lo sport più impegnativo da fare con il cane ….perchè il compagno di corsa di zampe ne ha quattro e vuole correre, correre, correre e la persona dietro viene letteralmente trascinato dalla potenza e la brama del piccolo cavallo peloso.

Ci vogliono le ali ai piedi e le ginocchia bioniche ma è bellissimo diventare un essere solo per raggiungere la meta..

Ma valutando che ogni uomo ha un cane che gli assomiglia, gli atleti hanno cani atleti, ma poi c’è il resto del mondo che ha un cane a cui piace correre, un qualsiasi cane grande o piccolo ma che ama andare a spasso con il suo umano. I

Il canicross è per tutti, basta attaccare in vita un guinzaglio speciale, molto ammortizzato e aver voglia di correre, con il proprio compagno a quattro zampe.

Bambini di ogni età e donne di ogni taglia, uomini di ogni sogno e ragazzi che vogliono correre veloci, possono avventurarsi in questa esperienza e arrivare al traguardo col cuore pieno di gioia per quello che provano correndo col loro più grande amico…il cane. 

Dogsportal Redazione

Il portale italiano su cani, sport & società. info@dogsportal.it

Dogsportal Redazione
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: