Fiodor Verzola: l’Assessore che promuove sport cinofili e pet therapy

A cura di Rocco Voto

 

Nichelino, cittadina alle porte di Torino, ha un Assessore  interessato ad attività cinofile e sport, e noi di Dogsportal.it ovviamente l’abbiamo incontrato.

Nichelino il Comune pet friendly in provincia di Torino

                                         

Durate l’inaugurazione
delle nuove aree cani

Fiodor Verzola e il suo boxer Tito, classe 1982, attualmente Assessore con mandato per le Politiche sul lavoro, Politiche giovanili e Politiche sugli animali.

 


L’INTERVISTA:


COME E’ MATURATA L’ATTENZIONE PER GLI ANIMALI ?

Fiodor:  

Nel 2010, già impegnato a tempo pieno come operaio e attivo nella politica cittadina, ho incontrato un tenerissimo Boxer di 50 giorni, praticamente un “pupazzo”, era stato vittima di un trasporto clandestino dalla Bulgaria, trovato e sequestrato dalle autorità, avrei dovuto regalarlo ad un’amica  che se ne sarebbe presa cura con attenzione, ma è stato un colpo di fulmine, un vero e proprio innamoramento, da allora è stata simbiosi.

 la mia prima convivenza è stata con lui, il mio fidato Boxer: Tito.

 

Il “Consigliere” Tito

 

Andiamo con ordine:

Nel 2014, Fiodor entra nel Consiglio Comunale di Nichelino.

PROPORRE POLITICHE IN FAVORE DEGLI ANIMALI E’ STATO IMMEDIATO?

 

Fiodor:

SI, dopo quattro anni insieme a Tito, conoscevo bene, tutte le problematiche che si affrontano quotidianamente in ambito urbano e domestico, relativamente alle spese e la gestione quotidiana, ho cercato quindi di proiettare la mia esigenza personale e soggettiva in una esigenza collettiva e istituzionale.

QUAL’E’ STATO IL TUO PRIMO ATTO CONCRETO DA CONSIGLIERE?

Fiodor:

il mio primo atto, ( qui compare un ghigno ironico sul volto di Fiodor) è stato quello di far firmare un’ordinanza comunale per il libero accesso dei cani in tutte le strutture comunali. Atto che in modo un po’ provocatorio si concretizza quando ho portato il primo essere vivente a 4 zampe in Consiglio.
(ricompare un sorrisone sul suo volto e….)

Praticamente il “primo cane” a quattro zampe in Consiglio Comunale!

Il boxer in consiglio comunale fa notizia e compare sul quotidiano La Stampa

QUALI SONO STATE LE REAZIONI?

 

Fiodor:

Le reazioni sono state, generalmente positive, soprattutto curiosità e stupore, la cosa bella è che si presentavano tantissimi cittadini a vedere il “Consigliere Tito” simpatico Boxer capace di pose plastiche e buffe  che a volte, come a voler partecipare attivamente alle discussioni, si metteva in posa o si piazzava a pancia in su.

 

REAZIONI POLITICHE?

Fiodor:

Nessuna reazione particolarmente negativa, ma in ogni caso è stata una prova di forza, nessuno,  si aspettava che avessi il coraggio di portarlo in Consiglio dopo la firma dell’ordinanza, ma ritengo che non ci possano essere limitazioni nella circolazione dei cani.  Inoltre è stato un bel modo per avvicinare i cittadini alle attività del Consiglio e delle problematiche animaliste.

A proposito di Animalismo

COSA NE PENSA L’ASSESSORE FIODOR VERZOLA DELLA POLITICA ANIMALISTA CHE STA EMERGENDO IN ITALIA?

Fiodor:

Proposte come l’assistenza sanitaria gratuita, al momento sono utopia, non si può affrontare questo argomento con demagogia ed estremismo, ci sono ancora tanti cittadini che devono usufruire di un servizio sanitario migliore.

Avere a cuore gli animali senza cadere nella retorica animalista

 

Ma torniamo a Fiodor…

TERMINA L’ESPERIENZA DA CONSIGLIERE E POI?

Fiodor:

Inizia una nuova esperienza, con la nuova Amministrazione, ma questa volta,  il linguaggio elettorale è subito improntato in modo diretto e tematico, focalizzando le questioni animaliste anche con frasi come: “ Una politica da cani per una città a misura di tutti, il tuo amico a 4 zampe non può votare ma tu si, diamo voce a chi non ce l’ha!”

 

CAMPAGNA ELETTORALE CHE FUNZIONA, PERCHE’ VIENI RICANDIDATO…E DIVENTI ASSESSORE, ESATTO?

Fiodor:

Tra i primi atti da Assessore ( non solo animali, ma anche deleghe sul lavoro e sui giovani), chiedo che venga creato un assessorato ad hoc sulle politiche animaliste, in quanto ritengo che debbano rientrare pienamente tra le politiche sociali. 

 Spesso gli animali sono l’unica compagnia per persone sole o in difficoltà.

L’animalismo è anche una questione  sociale.

Tra le prime azioni avviate quindi, c’è stata la posa della prima pietra per il progetto dell’Ufficio Tutela Animali Comunale (UTA); per fornire un punto di riferimento istituzionale che sia comune alle varie associazioni animaliste e soprattutto, per garantire servizi ai cittadini in possesso di animali di qualsiasi tipo.

 

DOMANDA OBBLIGATORIA! BOTTI E FUOCHI D’ARTIFICIO?

Fiodor:

(sguardo serissimo)

A Nichelino ci sono tradizioni fortemente radicate che vanno rispettate, non solo a capodanno ma soprattutto durante la festività patronale. In realtà vietare i botti è un atto importante non solo per i cani, ma – dati alla mano – anche per gli uccelli che migrano perchè spaventati, per gli animali selvatici, anziani, bambini…

 

QUINDI HAI VIETATO QUESTO TIPO DI FESTEGGIAMENTI?

Non proprio, è una tradizione troppo radicata e  nel rispetto di tutte le sensibilità ( chi li ama e chi no), Nichelino è stato uno dei primi Comuni ad inserire uno spettacolo piromusicale in cui si abbina la musica che copre l’esplosione, fatta in modo “silenziato”,  non esiste botto iniziale e botto finale, lo programmiamo da due anni ed è uno spettacolo animal friendly e apprezzato da tutti, inoltre non è il classico spettacolo pirotecnico che si può vedere dal balcone di casa, va visto in relazione alla scenografia e alla musica, per cui è diventato un forte elemento aggregante, ed io vado a vederlo in  piazza insieme a Tito.

 

 

 

 

La buona volontà e le iniziative non mancano ma…

QUALI PROBLEMATICHE RISCONTRI RISPETTO AL RAPPORTO CANE – CITTA’?

Fiodor:

Purtroppo, rimane un grosso problema, quello dei padroni dei cani che non raccolgono le deiezioni canine, nonostante i  grandi sforzi del Comune anche in termini di sensibilizzazione, manca anche il rispetto per la manutenzione ordinaria delle aree cani, atteggiamenti di una minoranza…

rendono vani i comportamenti virtuosi.

 

 

NOI IMMAGINIAMO ALCUNE PROPOSTE COME: PATENTINO COMUNALE OBBLIGATORIO E LA GESTIONE SPERIMENTALE DELLE AREE CANI DA ENTI ASSOCIATIVI PRIVATI… COSA NE PENSI?

Fiodor:

Non sono convinto della efficacia di un patentino obbligatorio per i cittadini che possiedono un cane, anche se alcune pratiche come la mancata raccolta delle deiezioni vanno represse,

sono convinto che la prevenzione sia sempre meglio della repressione, mentre è ipotizzabile una sperimentazione gestionale di un ente privato che si occupi della manutenzione e della gestione di alcune aree cani.

In ottica di prevenzione ad esempio, a breve partiranno dei progetti volti a valorizzare il rapporto cane e cittadino, attraverso conferenze gratuite in collaborazione con il settore cinofilia Uisp che hanno l’obiettivo di fornire i rudimenti di base nella gestione del cane nel tessuto urbano. 

Ma anche con manifesti, foto e una capacità comunicativa da parte delle istituzioni comunali che abbiano l’obiettivo di cogliere l’attenzione dei cittadini.

 

 

 

Guardiamo avanti!

OBIETTIVI PER IL FUTURO?

Fiodor:

Dal 2014 ad oggi, i dati dell’anagrafe canina sono  più che raddoppiati, si tratta di numeri importantissimi, segnale che il lavoro da fare sia ancora molto… Comuni e Istituzioni, sono rimasti, forse, un po’ indietro,

quello che si sta dicendo oggi, andava già fatto dieci anni fa

I progetti già approvati e da programmare per il Comune di Nichelino, per il 2018 e oltre, sono davvero molti ad esempio:

  • ipotizzare una gestione sperimentale di nuove aree cani in collaborazione con enti privati.
  • Pet Therapy in casa di riposo per anziani e scuole partendo dall’infanzia con progetti educativi volti a conoscere e rispettare il cane.

 

SOGNI NEL CASSETTO?

Fiodor:

La realizzazione di un Canile moderno  a Nichelino ( attualmente ci appoggiamo al canile di Chieri) e la realizzazione di un cimitero per gli animali, per la quale abbiamo una grande richiesta ed esigenza.-  In merito a questo, pochi sono a conoscenza del fatto che attualmente, la legislazione vigente prevede la possibilità del riutilizzo delle spoglie animali per uso industriale. – motivo in più per motivare l’esigenza di un cimitero per gli animali domestici.

 

Concludiamo

SPORT CINOFILI, COME SI RISPONDE DA ISTITUZIONE AD UNA CRESCENTE DOMANDA?

Fiodor:

Attraverso i parchi cittadini, saranno molteplici le attività sportive legate al binomio uomo- cane, gli sport cinofili, oltre ad essere salutari, sono un importante strumento per consolidare il rapporto con il proprio cane.

Parco e reggia di Stupinigi, teatro delle prossime gare di Canicross a Nichelino

Anticipo per i lettori di Dogsportal che tra le attività svolte e approvate nel 2017, c’è anche l’organizzazione di una giornata dedicata al canicross all’interno del fantastico parco di Stupinigi, sempre in collaborazione con Uisp.

L’intervista si conclude con questa bella notizia anche per gli amanti degli sport cinofili come noi,  ringraziamo l’Assessore Fiodor, promettendo di seguire con attenzione tutte le future attività, nella speranza che il lavoro e la sensibilità  sulle tematiche animaliste possa continuare così, con concretezza e professionalità, potendo diventare esempio per tutti i Comuni italiani. Segnalateci le iniziative dei vostri Comuni!

 

 

 

La redazione di Dogsportal.it ringrazia!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Per segnalazioni, correzioni e collaborazioni scrivi a info@dogsportal.it

COLLABORA:

Che tu sia un esperto istruttore, un veterinario, un giovane educatore, un atleta, un blogger o un semplice appassionato di sport cinofili, puoi scrivere e collaborare per rendere Dogsportal.it un blog di riferimento per tutti.
Attenzione Dogsportal.it è un progetto ricco di passione, può provocare dipendenza.

Rocco Voto

Rocco Voto

Ideatore e fondatore di Dogsportal.it