Puppy class: quando, come e perchè!

Questo argomento mi sta particolarmente a cuore, sia come educatore/addestratore/istruttore che come negoziante.



Partire bene con un cucciolo non è fondamentale, di più!

Come recitava una vecchia pubblicità “prevenire e meglio che curare”, riadattandola io direi “costruire è meglio che correggere”.

Con un cucciolo possiamo costruire delle buone abitudini, possiamo curare la socializzazione, seguire la sua crescita fisica e psicologica

Più cresce, meno “margine di manovra” avremo a disposizione.

Da negoziante invece, essere seguiti quando arriva un cucciolo, vuol dire non sprecare soldi in acquisti inutili, ma investirli piuttosto in qualcosa di utile: innanzitutto un ottimo alimento, visto che anche i cani sono quello che mangiano, scegliere un collare oppure una pettorina adeguata e della taglia giusta (non si può prendere “per la crescita”), prendere giochi non pericolosi e masticativi sani ed adatti a quel tipo di cucciolo.

Le domande che un neo proprietario dovrebbe porsi, quando si pensa di fare una puppy class, sarebbero tantissime: 


-A) A che età si potrebbe cominciare?

– B) Quanti cani dovrebbero esserci in una puppy class?

– C) E’ più importante  la socializzazione o gli esercizi?

-D) Quanto dovrebbe durare una lezione?

-E)  I cuccioli vanno suddivisi per fasce di età?

– F) Bisogna suddividere i cani per taglia?

– G) Quando e come possiamo giocare col cucciolo?

Queste sono le domande più comuni. Poi ci sono anche le domande più agghiaccianti: possiamo insegnargli a fare l’orsetto? A dare la zampa? A fare ciao? 

Cerchiamo di dare risposta alle domande più serie, procedendo per ordine:

  1. A che età si potrebbe cominciare?

Subito. Anche prima di subito, nel senso che si può contattare l’educatore anche prima dell’arrivo del cucciolo. Io amo svisceratamente chi mi contatta prima che il cane arrivi, per programmare al meglio l’ingresso in famiglia. Possiamo studiarci la gestione a casa (nel caso in cui si usi un recinto oppure un kennel è fondamentale la scelta del luogo in cui andranno messi), i giochi e gli accessori da acquistare, le cose da farci lasciare dall’allevatore/privato/canile in cui prenderemo la creatura (il cosiddetto “set di mantenimento” per prevenire i problemi di ansia e facilitare il passaggio da una famiglia all’altra). E’ vero che i cani non possono uscire di casa prima di aver terminato le vaccinazioni? Vi rispondo come hanno sempre risposto a me i maestri da cui ho imparato: “ah ah ah ah”.

Quanti cani dovrebbero esserci in una puppy class?

Quesito interessante. Personalmente ritengo che non si possano seguire correttamente 8 o 10 cuccioli insieme, in un’ora soltanto,  anche 6 potrebbe essere un numero eccessivo per un solo istruttore. Ogni cucciolo ha tempi di attenzione e resistenza fisica diversi, dobbiamo rispettarli e differenziare il lavoro che si fa, avendo tanti cani si fanno delle batterie dove si dice a tutti la stessa cosa e tutti i cani fanno gli stessi esercizi. Economicamente è vantaggioso, per chi organizza, ma forse per cani e proprietari non è poi così utile un tale percorso.

E’ più importante  la socializzazione o gli esercizi?

Anni fa, ad un corso mi raccontarono che anche le puppy class, nel corso del tempo, sono state soggette a delle mode. In una fase dove si insegnavano solo esercizi e si pretendeva il massimo del controllo, i cuccioli non socializzavano correttamente. Poi ci sono state le classi in cui si facevano quasi solo giocare, alla fine i cuccioli volevano andare da ogni cane che vedevano ed avevano un pessimo richiamo ed una altrettanto pessima gestione. La verità sta sempre nel mezzo: ci vuola una parte di lezione in cui i cani possano comunicare e socializzare, giocare, conoscersi ( in questi momenti si può fare una telecronaca ai proprietari per spiegare le dinamiche in corso), un’altra in cui si cura la parte di gioco con l’umano, il richiamo, gli esercizi in presenza dei conspecifici.

Quanto dovrebbe durare una lezione?

Un’ora, sopratutto se ci sono tanti cuccioli, forse non basta. Sperando che tutti siano puntuali, si liberano i cuccioli per farli giocare, si chiede ai proprietari un riassunto della settimana ed è già passata quasi mezz’ora. Per cui direi fra l’ora e mezza e le due ore.

I cuccioli vanno suddivisi per fasce di età?

Assolutamente si! Normalmente , nella prima fascia, potremmo inserire i cuccioli entro i cinque mesi, con la dovuta elasticità: possono mettere un cucciolo di 5 mesi con quelli di sette magari, ma non posso mettere quelli di due mesi con quelli di nove mesi, i motivi sono abbastanza evidenti. 

bisogna suddividere i cani per taglia?

Si. Per fare un esempio: l’interazione fra un cucciolo di bassotto di due mesi che pesa 1kg con un alano di cinque mesi che ne pesa 20, potrebbe non essere piacevole per il bassotto, tenendo conto dei possibili danni fisici che una tale disparità di taglia potrebbe causare. 

Quando e come possiamo giocare col cucciolo?

Subito. Immediatamente. Adesso.

Ricordo sempre ai proprietari che spesso portare i cuccioli “a sfogare” in area cani oppure al parco è comodo, ma poco contribuisce alla costruzione del rapporto con noi. Rischiamo di ottenere il classico cane adulto che non torna al richiamo quando vede un altro cane.
Dovremo quindi poi interrogarci sul motivo per cui il nostro cane preferisca un suo simile a noi. La risposta è spesso molto semplice: perché con gli altri cani si diverte e con noi no.
Quindi ritagliamoci dei momenti della giornata in cui giocheremo col cucciolo, sia in casa ma soprattutto fuori, al parco, ai giardini, in passeggiata. Con cosa si gioca? Molto col tira e molla, un po’ con le palline, i tempi e le modalità vanno valutate caso per caso.
Leggo di corsi in cui il gioco non viene menzionato o viene trattato marginalmente.
Il gioco dovrebbe essere la parte più importante di un  corso, è proprio giocando che il cucciolo impara a relazionarsi con gli altri cani e con voi, impara a controllare meglio il morso, la propria eccitazione, a comunicare. Il cane a cui viene fornita la possibilità di giocare nel modo corretto, sia da cucciolo che da adulto, è un cane felice, equilibrato, ben socializzato, maggiormente adattabile e soprattutto meno stressato. 

La puppy class è un corso fondamentale per voi e per il vostro cucciolo, il corso in cui getterete le basi per una futura buona convivenza insieme. E’ il motivo per cui non dovrete scegliere soltanto in base a quanto sia vicino il centro oppure al prezzo, che purtroppo è la domanda più comune che viene fatta, quando si chiedono informazioni sui corsi. Chiedete piuttosto chi è l’educatore che lo tiene, chiedete quale sia il programma e fate tutte le domande che abbiamo analizzato qui sopra: informatevi insomma!!

Mirko Barrera

Mirko Barrera

"Cosa faccio? Dove vado? Domande interessanti, a cui da sempre ogni essere umano cerca di rispondere. Per quanto mi riguarda,posso dire di essere un cinofilo a tempo pieno. Sono un addestratore,pratico diverse discipline cinofile,sono docente in diversi corsi di formazione per addestratori,ed ho un negozio di articoli per animali che mi ha ispirato a scrivere questa rubrica!"

Cosa ne pensi?

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: