Cani e neve: tutto quello che serve sapere!

Cani e neve
Consigli su attrezzature e accessori utili per escursioni con il cane sulla neve

Cani e neve
Cosa ci serve?

Gli accessori menzionati sono stati testati dall’autrice ed è possibile acquistarli da SPORTY DOGS che seleziona anche ottimi alimenti per cani a Piacenza

Buona lettura e buon divertimento!


Cani molto piccoli e neve

Quando si tratta di escursioni con il cane o dog trekking sulla neve è importante, nella programmazione della giornata considerare prima di tutto i limiti fisici del nostro cane, che sono dati dalla taglia, dall’età, dalla razza.

Cani e neve

Se abbiamo cani di taglia piccola, magari a pelo raso con assenza di sottopelo evitiamo di portarli a fare escursioni di ore in un metro di neve.

A parte la difficoltà di camminare sommersi dalla neve c’è anche da considerare il fatto che rimangono a lungo al freddo e che hanno un metabolismo differente da cani di taglia maggiore.

Quindi a meno che non abbiate la possibilità di metterli nello zaino in caso di necessità, agli scriccioli eviterei di far fare camminate nella neve di ore.

Ma cosa altro devo considerare in caso di neve per divertirmi con il cane?

Partiamo dalla cura dei polpastrelli, che vale per tutti!

In caso di neve, ma anche in caso di terreno bagnato nella stagione invernale quando le temperature sono basse, è bene applicare prima della partenza sui polpastrelli e negli spazi interdigitali una crema protettiva.

Personalmente consiglio il Winter Pad, una crema bianca, pastosa, a base di ossido di zinco, vasellina e oli emollienti di vario genere.

Come agisce la crema sui polpastrelli?

Cani e neve

Queste creme creano uno strato protettivo, molto utile in caso di tempo prolungato al freddo.

L’ho testata sul mio cane che è molto delicato sia su neve che in inverno col terreno bagnato: allenamento di 17 km tra fango, guadi etc. Al termine i polpastrelli non erano nemmeno arrossati.

Nessuna escoriazione ne’ arrossamenti

Testato anche sui cani di mia sorella in escursione a -10°C in Alto Adige: un’Australian e un mix Fox Terrier.

Al termine nessuna escoriazione da freddo, né arrossamenti.

Meglio evitare la vasellina!

Evitate la vasellina pura perché col freddo solidifica e diventa difficile applicarla.

Questo ve lo suggerisco perché in caso di escursioni sulla neve è bene effettuare un’ulteriore applicazione a metà strada.

Il mio consiglio?

Portate nello zaino una salvietta in microfibra (leggera e occupa poco spazio), a circa metà escursione controllate i polpastrelli dei vostri cani, puliteli (anche dalla neve che a volte si accumula sotto le zampe) e riapplicate il Winter Pad.

Ricordatevi anche che il pelo sotto le zampe è meglio tenerlo corto, per evitare che si formino i grumi di neve.

Booties & Co: le scarpette da neve per i cani

Quando si applicano?

Le scarpette da neve si applicano in caso di ghiaccio, per evitare abrasioni e sanguinamenti, quando si accumulano i grumi di neve sotto le zampe (che vanno tolti prima di mettere i booties).

Il cane deve essere abituato a questo accessorio, altrimenti affrontare un’escursione sarebbe come per voi camminare con un paio di scarpe nuove.

Abituare il cane ai booties prima dell’escursione

Quindi se avete in programma avventure sulla neve in compagnia del vostro cane abitatelo in anticipo ad indossarli.

Quali tipologie possiamo trovare in commercio?

In commercio ne esistono di diverse tipologie:

  • booties impermeabili con suola gommata
  • più leggeri (solo da neve) senza suola gommata.

Io preferisco questi ultimi, perché danno maggiore sensibilità al cane, tanto su neve è sufficiente la protezione dal ghiaccio.

L’importante è aver applicato la crema protettiva.

Avventura impegnativa con il cane?

I booties con suola gommata possono essere presi in considerazione in caso di “imprese” più impegnative.

Io utilizzo i booties di Neewa sulla neve, per il mio cane sono più che sufficienti, leggeri, ne tengo sempre un paio nel kit

PS: per ogni evenienza in ogni stagione.

A volte mi chiedono i booties proprietari di cani che non fanno alcuna escursione, ma al massimo passeggiano in paese nella località di montagna.

Ecco in quel caso la durata della passeggiata è breve ed è sufficiente l’applicazione della crema protettiva. 

Cappotti per cani & Co

Cappotto si cappotto no!??

Argomento controverso, che spesso è legato a luoghi comuni che poco hanno a che fare con il benessere del cane.

Cani e neve

E’ chiaro che l’utilizzo di questi capi dipende dal cane e dalla durata dell’escursione, se il cane è legato oppure libero.

Mi spiego meglio.

Cani e neve: il cappottino?

Sceglierne uno buono e di qualità.

Prima di tutto quando scegliete un cappotto per il vostro cane scegliete capi in tessuto tecnico.

Meglio uno fatto bene che tanti inutili, tanto al vostro cane del guardaroba non importa.

Deve stare al caldo e all’asciutto.

Punto.

Taglia piccola?

Poi dipende dal cane: un cane di taglia medio piccola avrà più bisogno di un cane di taglia grande, anche solo per il fatto che è più vicino al terreno e quindi percepisce di più il freddo (come il caldo).

Poca massa grassa e pelo raso?

Un cane con poca massa grassa, a pelo raso, senza sottopelo necessita di protezione.

Se poi i cani sono legati sicuramente si scaldano meno. 

Un’altra cosa importante è garantire al cane libertà di movimento.

Personalmente ho avuto modo di testare i Softshell e i FleeceTop di DG (una prodotto della Repubblica Ceca ideato per i levrieri ma che ben si adatta ai cani da caccia tipo segugi e bracchi, ai meticci, ai cani come Doberman, Rodhesian, Dalmata).

Sono come magliette che aderiscono al corpo del cane lasciando libertà di movimento.

I softshell sono in tessuto tecnico (softshell appunto, come quello delle nostre giacche sportive), impermeabile e antivento sullo strato superiore, micropile all’interno.

Sotto sono in maglina elasticizzata e coprono bene la pancia.

I FleeceTop sono in caldo pile, ideali per le giornate di freddo secco.

Ottimo il rapporto qualità/prezzo.

Per un cane a pelo lungo può bastare un impermeabile

Ci sono poi i capi come quelli di Hurtta, o altre marche simili, che sono di ottima qualità: ad esempio in caso di cani a pelo lungo a volte basta solo tenerli all’asciutto o proteggerli dal vento gelido quando si arriva in vetta con un impermeabile antivento in tessuto tecnico.

In caso di cani con pelo lungo può essere necessario proteggerli dai grumi di neve che si formano sul petto e pancia, spesso fastidiosi, a volte dolorosi.

In alcuni casi ho consigliato le tute di Hurtta (Down Pour Suit) con ottimi risultati.

Ci sono poi cani che hanno una tipologia di pelo che invece non presenta questo problema (come i nordici).

Rinforzino e spuntino anche per loro?

Personalmente porto sempre nello zaino qualcosa che dia un po’ di energia anche per il cane.

A volte uso le buste di umido Dogz Fine Food da 100 g, altre volte le salsicce di carne essiccata NaturalVetal (carne, frutta ed erbe). 

Cani e neve: cosa fare dopo l’escursione?

Una volta arrivati in auto o a casa o in albergo:

  • asciugate il cane
  • togliete il cappotto se è bagnato
  • assicuratevi che in auto, nel kennel ci sia un tappeto caldo come il VetBed, che assorbe l’umidità.

Personalmente a fine escursione, al cane metto un capo tecnico caldo, che lo aiuta a raffreddarsi in modo graduale.

Questo vale anche prima e dopo ogni allenamento.

Io ho scelto la Extreme Warmer di Hurtta (che può essere usata in escursione per cani molto freddolosi), ma in commercio ci sono diversi capi tecnici ideati proprio per mantenere il calore corporeo del cane fermo e per aiutarlo a raffreddarsi gradualmente dopo l’attività fisica.

ATTENZIONE AGLI SBALZI TERMICI

Assicuratevi che beva, perché col freddo alcuni non bevono, ma questo non significa che non si disidratino.

Potete sciogliere nell’acqua del cane un po’ di olio di cocco (che è anche una fonte di energia), oppure diluire l’acqua con un po’ di brodo di ossa.

Infine una volta a casa controllate le zampe, che non ci siano escoriazioni e poi applicate la crema emolliente.

Io uso Elastopad ed è eccezionale.

Questi sono consigli su attenzioni e accessori da valutare caso per caso!

Camilla Pellegrini e il suo Balto

Godetevi la neve insieme al vostro cane!


Camilla Pellegrini

Dogsportal Redazione

Dogsportal Redazione

Il portale italiano su cani, sport & società. info@dogsportal.it

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: