Puffolo, salvato da un triste destino, oggi fa Pet Therapy e ride alla vita!

Puffolo, salvato da un triste destino ora ride alla vita e fa Pet Therapy!

Intervistia di Poldo, il caporedattore segugio.
di Lorena Molla Barletta

Poldo: Bau bau Puffolo Sniff Sniff sento che stai bene! Hai voglia di raccontarci qualcosa su di te?

Puffolo: Bau e Sniff sniff anche a te Poldo! È un vero onore essere intervistato da te, ormai so che sei anche un segugino in carriera, complimenti per il tuo ruolo di capo redattore! Certo che ho voglia di parlarti un po’ di me! Lo sai che sono un cane un po’ vanitoso… Hai qualche curiosità in particolare?

Pol: raccontaci un po’ come ti sei trovato famiglia, come li hai incastrati?

Puf: ehhh non è stato facile soprattutto con il ragazzo, ma alla fine i miei occhioni hanno conquistato anche lui ma partiamo dall’inizio… Lorena l’ho fregata subito perché quando è venuta a lavorare nel posto dove vivevo, nel cortile, mi dava da mangiare, mi coccolava e si preoccupava quando alcuni ragazzi non erano molto carini con me… Quando poi ha visto che lì non mi trovavo al sicuro, si è adoperata con un il suo amico Vincent, fondatore di Sos Segugi, per cercarmi una casa che mi accogliesse.

Lorena intanto si era licenziata e mi aveva portato a casa sua per uno stallo finchè non avessi trovato una famiglia che mi volesse bene… ma io l’avevo già trovata anche se loro ancora non lo sapevano!  Per Lorena dicono che sono in completa adorazione e mi scambiano per la sua ombra perché la seguo sempre, comunque e ovunque, facendola anche inciampare a volte tanto gli sto tra i piedi, ma non è sempre stato così!

All’inizio tendevo a fare il fuggiasco ma non per cattiveria, semplicemente non sapevo di avere un posto e una famiglia da cui tornare.

Saverio subito non mi stava tanto simpatico perché, quando rientrava a casa, voleva le attenzioni di Lorena tutte per sé, mi coccolava poco e non era molto entusiasta di passare del tempo con me, così quando rientrava io volevo chiarire subito che ora il capo ero io così facevo pipi sul frigo in modo che ce lo avesse ben chiaro anche lui! Da un po’ però siamo diventati amici, si è rassegnato al fatto che da qui non mi scollo e che passeremo la vita insieme. Facciamo lunghe passeggiate, giochiamo, mi vizia prendendomi delle leccornie e mi fa anche un sacco di coccole. Alla fine ho fregato anche lui!

Pol: insomma….li hai conquistati per bene eh eh eh

Puf: si sono stato molto fortunato ma, modestamente, anche loro! Sono un bravo cane, non ho mai fatto troppi danni in casa, ho fatto subito amicizia con i 3 gatti di casa (che pazienza però soprattutto con Paprika la più piccola che mi mordicchia spesso le orecchie quando dormo e se la guardo per farle capire che mi sono stufato mi soffia in faccia…), e da un paio d’anni io e Lorena  siamo diventati anche colleghi andando a scuola insieme.

Pol: andate a scuola? Cosa fai di bello? Non dirmi che sei il primo della classe!

Puf: harfarfarfarf si andiamo a scuola perché Lorena è educatrice socio-sanitaria e ha deciso di specializzarsi in Interventi Assistiti con gli Animali la cosiddetta Pet-Therapy. Prima è diventata Referente di Intervento e Responsabile di Progetto e adesso insieme stiamo seguendo il percorso Coadiutore del cane in IAA. Comunque, per rispondere alla tua domanda, non sono il primo della classe anche se mi hanno soprannominato Maestro Yoda un po’ per somiglianza e un po’ perché metto in riga gli alunni più indisciplinati.

Pol: Cioè? Ti piace? Ti diverti oppure ci vai solo per stare più tempo con lei? Mica ti farà lavorare troppo?!

Puf: si si mi piace molto e mi diverto a imparare cose nuove! È divertente perché si fanno un sacco di giochi e ogni volta che ascolto e faccio bene l’esercizio mi da un biscottino prelibato da mangiare Slurp! Sono furbissimo infatti cerco di fare sempre giusto così mi da moltissimi biscotti gnamm gnam!

Pol: ma non sei un po’ vecchietto per andare a scuola?

Puf: vecchietto a chi??? Ho solo  tra gli 8 e i 10 anni (la matematica non è il mio forte) sono un giovane stagionato! Sono in ottima salute adesso, mica come quando sono arrivato a casa 4 anni fa che ero un piccolo catorcio con un sacco di acciacchi! La vita al calduccio sul divano e l’essere viziato dal mattino alla sera fanno miracoli sai? E poi imparare cose nuove è super divertente, oltretutto posso usarle anche fuori dalla scuola ihihihih

Pol: ci racconti qualche episodio divertente che hai combinato?

Puf: a scuola mi hanno fatto conoscere i giochi ti attivazione mentale, dei rompicapo fatti apposta per noi cani in cui sei sei un tipo sveglio trovi un sacco di biscotti deliziosi! Slurp 😋

Quando ho risolto il gioco in cui dovevo imparare ad aprire un paio di cassetti, ho associato subito  la somiglianza con quelli di casa nostra, così ogni tanto ne apro qualcuno e vedo se c’è qualcosa di buono da assaggiare! Poi richiudo tutto per non farmi beccare con le zampe nel sacco… dei croccantini.

Ho anche imparato ad aprire il cestino della spazzatura e una volta mi sono scofanato una dozzina di gamberoni che avevano buttato perché secondo loro erano andati a male… tsè che spreconi…

Pol: Bau? Ma come ci riesci? È sempre stato il mio sogno! Sbaav

Puf: ma è facile come mangiare un biscotto! Ti metti in piedi sulle zampe posteriori, con quella destra schiacci il pedale è ta-daa… il pranzo è servito! Peccato che il nuovo cestino sia troppo alto… e i puffoli, si sa, non sono certo noti per la loro grande statura. Ma io non demordo.

Pol: E una volta finita la scuola che farete di bello?

Puffinito il percorso e imparato più cose possibili aiuteremo le persone in difficoltà. Passeremo tanti bei momenti con bambini  ragazzi, anziani e disabili, giocando e prendendo tante coccole.

Spero di essergli da esempio sull’importanza di non arrendersi…

Mi piacerebbe far vedere che non bisogna mai arrendersi e perdere le speranze, io non l’ho fatto e alla fine sono riuscito a trovare una famiglia con cui ci vogliamo molto bene e ora sono molto felice

Pol: Wow che bello quasi quasi viene voglia anche a me di iscrivermi in questa scuola! Grazie della chiacchierata ci vediamo presto per farci una bella corsetta dietro a qualche scoiattolo!

Puf: si dai molto volentieri ma tu corri e io ti dico dove si nascondono! A presto!

Se anche tu hai adottato un cane e la vita di entrambi è cambiata in meglio, raccontalo a Dogsportal!

Le vostre storie su Dogsportal.it



Dogmorning Raccontalo a Dogsportal 

Cronache di mantrailing: piccoli inconvenienti.


Dogsportal Redazione
0

Di  Cristiano Pregno A questo punto erano passati all’incirca sei mesi da quando la curiosità si era trasformata in passione



Annusare Dogmorning Raccontalo a Dogsportal 

Haidèe, il cane che odiava i gatti e ha dovuto salvarne uno.


Dogsportal Redazione
0

Vi racconto di come con Haidèe, abbiamo salvato il gatto di una mia amica.



Dogmorning Raccontalo a Dogsportal 

Yago! Quando il dito indica la luna…


Dogsportal Redazione
0

Avrei voluto un cane “adatto al mantrailing” , un mix segugio e invece è arrivato Yago!



Dogmorning Raccontalo a Dogsportal 

Dalla bisbetica domata o quasi alla rally obedience.


Dogsportal Redazione
0

Questa non è la storia che ha commosso il web, ma è la storia di come ho evitato un esaurimento nervoso.



Dogmorning Raccontalo a Dogsportal 

Industrial mantrailing


Dogsportal Redazione
0

Bisognava trovare delle zone che facessero da tramite tra i poco contaminati dintorni del Debù e le trafficate vie dei centri urbani.



Raccontalo a Dogsportal 

Elisa & Clio vincitori del Petsfestival contest. Si raccontano!


Dogsportal Redazione
0

COMPLIMENTI AI VINCITORI DEL CONTEST CANI & SPORT  Ho sempre voluto un cane, fin da quando ero bambina e in

Dogsportal Redazione

Dogsportal Redazione

Il portale italiano su cani, sport & società. info@dogsportal.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.