Parliamo di Nose Work, una divertente attività per il cane.

di Veronica Hofmann

Il nose work è un’attività ludico-sportiva nata in California nel 2006 con il nome di K9 Nose Work®. 

Nose work

Gli ideatori – Ron Gaunt, Amy Herot e Jill Marie O’Brien – decisero di mettere a disposizione la loro personale esperienza, in qualità di conduttori ed addestratori di detection dogs delle forze di pubblica sicurezza, creando un’attività perfetta anche per i cani di famiglia. Nel gennaio del 2009 si tenne la prima gara della NACSW™ (National Association of Canine Scent Work). Nonostante sia uno sport relativamente recente, oggi nel mondo esistono diverse associazioni che organizzano prove di questo tipo; in Italia l’attività e le relative prove sono conosciute anche come Scent Game®.

Questa è la storia, ma di cosa si tratta esattamente? 

Nel NW il cane impara a cercare uno specifico odore ed a segnalarne la sorgente; la segnalazione deve essere fatta il più vicino possibile al punto di massima concentrazione dell’odore stesso. Il cane diventa un vero e proprio “cane poliziotto” che anziché trovare esplosivi, droghe o banconote, troverà una essenza odorosa perfettamente legale. La maggior parte delle persone insegna la ricerca degli odori bersaglio usati per le gare – anice, garofano e finocchio – ma si possono utilizzare moltissime altre essenze.

Il NW prevede la ricerca su scatole, su veicoli, in ambienti interni ed esterni. Si può anche giocare inserendo la ricerca su persone.

Qual è la particolarità del NW rispetto agli altri lavori di fiuto? L’immaterialità dell’oggetto di ricerca. 

In tutti i lavori di ricerca si trovano “oggetti” specifici collegati all’odore stesso: pensiamo alla selvaggina, o il cane da tartufo, le persone disperse, gli oggetti nelle piste di IPO e il legnetto toccato dal conduttore in obedience, etc. Nel  NW non c’è alcun oggetto, c’è solo l’odore. 

Davide Cardia e Valeria Rossi

Perché scegliere il NW?

  • Si unisce il piacere dato dalla caccia a quello dato dall’utilizzo del senso dell’olfatto. La ricerca è una vera e propria caccia all’odore che termina sempre con un premio, cibo o gioco che sia.
  • Va bene per tutti i cani e tutti i conduttori. Cani di razza e non, di qualsiasi taglia ed età, anche con qualche problema di salute. Non sono necessarie particolari doti atletiche. La maggior parte delle ricerche viene effettuata al guinzaglio.
  • I cani timorosi e quelli iperattivi possono trarre grandi benefici dal NW: i primi per un inevitabile aumento di fiducia ed autostima, i secondi perché possono bruciare molta energia sia mentale che fisica.
  • Le ricerche si possono fare ovunque.
  • L’addestramento prevede il solo rinforzo positivo. Non è necessario alcun prerequisito né alcuna obbedienza. 
  • Il conduttore non ha un ruolo particolare, tutto il lavoro viene fatto dal cane: in fondo è lui quello con il grande olfatto!
    Detto questo, alla fine dell’addestramento il legame cane-conduttore non può che giovarne: impariamo a leggere con cura il linguaggio del corpo del nostro cane e ci affidiamo completamente a lui perché in questo sport il cane sa molto più di chi è all’altra estremità del guinzaglio

Dogsportal Redazione

Il portale italiano su cani, sport & società. info@dogsportal.it

Dogsportal Redazione

Cosa ne pensi?

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: