Pista dei Levrieri: impianto non terminato, slitta l’evento inaugurale

Oggi sarebbe dovuto svolgersi il primo evento per inaugurare la pista per levrieri costruita a Maserada sul Piave nel parco Parabae e che consisterà in prove di corsa finalizzate al rilascio delle licenze racing.

Ma usare il condizionale è d’obbligo perchè proprio da un post pubblicato ieri sulla pagina del Comune che ospita la struttura cinofila ci sarebbe una smentita…

La pista per le corse di Levrieri è nata da un accordo tra il Comune A Maserada sul Piave ed ENCI ( Ente Nazionale Cinofila Italiana).
Una concessione frutto di un investimento in termini di tempo e soldi investiti per portare le attività di Racing a livelli attualmente non presenti in Italia.

Il coursing e il racing (caccia simulata e corse)per i levrieri, oggigiorno, sono anche prove di lavoro ufficiali della Federazione Cinologica Internazionale (FCI), oppure Corse o Coursing  Nazionali quando organizzate da Enti come nel caso italiano dall’Enci.

E’ possibile approfondire molto su queste discipline leggendo un nostro articolo pubblicato da un Giudice Enci qualche anno fa…

https://www.dogsportal.it/lo-sport-dei-levrieri-le-corse-e-il-coursing/

E’ possibile andare sul sito Enci e scaricare i regolamenti di questa disciplina che iniziano con una intera pagina dedicata al benessere del cane.

https://www.enci.it/manifestazioni-ed-eventi/corse-per-levrieri

Ma come sappiano bene il concetto di “Benessere animale” è sempre più dibattuto.

BANNER ANPCA

E’ esplosa da mesi una forte polemica e molte associazioni animaliste italiane hanno avviato una battaglia contro questo tipo di pista perchè ritengono che sia dannosa e potenzialmente mortale per i Levrieri.

Campagna che ha portato il Sindaco del Comune di Maserada sul Piave ad una lunga e forte dichiarazione sulla pagina Facebook istituzionale della città.

Ma quali sono le posizioni animaliste in merito alla pista per la corsa dei Levrieri?

«Studi scientifici, come quello del professore Andrew Knight, e abbondanti dati provenienti dai paesi anglosassoni dimostrano che le piste ovali con le caratteristiche tecniche di quella di Maserada sul Piave sono molto pericolose per i cani che, lanciati a tutta velocità, restano vittime di incidenti, anche mortali, fin dalla prima curva che affrontano» sottolineano le associazioni Enpa, Lav, Lndc, Oipa e Pet Levrieri. 

«Sono oltre 67mila le persone che, alla luce dei gravi rischi evidenziati, hanno firmato la petizione per chiedere la chiusura della pista. Il prossimo 25 giugno incontreremo il sindaco Marini ed esporremo le nostre ragioni e quelle della cittadinanza, affinché vengano prese seriamente in considerazione per rivalutare la convenzione» concludono le associazioni animaliste. La petizione può essere sottoscritta al seguente link.

Chi volesse approfondire da un punto di vista cinofilo può consultare il sito dell’ENCI

Dogsportal Redazione

Il portale italiano su cani, sport & società. info@dogsportal.it

Dogsportal Redazione ha 1033 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Dogsportal Redazione

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: