Cinofili e proprietari: prendete posizioni sul collare elettrico

DISCLAIMER: Questo articolo iniziava con un preambolo inerente la circolazione di video che spesso creano discussioni anche feroci sul web, video che a volte possono risultare per molti violenti.
A torto o ragione. Il video “scandalo” di questo momento è stato quello legato ad una manipolazione per molti discutibili. Visto l’argomento dell’articolo onde evitare che qualcuno legittimamente possa confondersi con un altro video circolato. E’ doveroso precisare che non ci riferiamo al video “del presunto uso del collare elettrico” anzi da quel video nulla si evince e rischia di essere una condivisone manipolatoria…come abbiamo anche scritto in un recente post sulla gestione dei video proprio sulla nostra pagina.

Ma vista la vicinanza degli eventi…era facile confondersi…ecco quindi doverosa la premessa.

Detto questo…il senso dell’articolo è quello di invitare i nostri lettori, a prendere le distanza nei confronti di chi per educare il cane o per proporre allenamenti ad alto livello di performance proponesse l’uso del collare elettrico.

Ecco ora l’interessante riflessione che condividiamo e supportiamo…prendendo quindi una legittima posizione in merito.

Buona lettura

Forse è il caso di prendere posizioni nette e assolute su strumenti, se così vogliamo ancora chiamarli, come il collare elettrico, il collare con le punte…ecc…ecc…ec…

Per questo motivo condivido con piacere questa riflessione di Marco Chiaro della Rally-O Academy

È un dato di fatto che esistono Centri Cinofili dove vengono abitualmente utilizzati collari elettrici e collari con le punte nei percorsi di addestramento, e anche di educazione.

E quindi esistono addestratori, educatori, istruttori che ne fanno uso.

I più, con le parole dette e con le parole scritte, si lamentano.

Le lamentele non risolvono il problema.

Se il proprietario, a cui viene proposto di applicare tali collari al proprio cane, denunciasse il fatto alle autorità preposte, farebbe qualcosa per risolvere il problema.

Se l’ente al quale eventualmente il centro cinofilo fosse affiliato o il tecnico fosse iscritto ne denunciasse tale operato, e ne annullasse l’affiliazione o l’iscrizione, denunciandone pubblicamente il motivo, farebbe qualcosa per risolvere il problema.

Se i responsabili delle varie discipline sportive scrivessero regolamenti dove l’evidente segnale di utilizzo di tali strumenti fosse severamente punito, farebbero qualcosa per risolvere il problema.

Altrimenti, come spesso succede, non solo in cinofilia, tutti si lamentano, tutti attribuiscono le responsabilità ad altri, ma nessuno fa, e nessuno si assume la propria responsabilità.

Rocco Voto

Nel 2016 ho fondato Dogsportal.it insieme al Caporedattore Poldo, il mio super segugio, unendo la mia passione per la Cinofilia e il Digitale e cambiando in parte la mia vita. C’è un aspetto importante che accomuna Cinofilia e Digitale. Non si può adottare un metodo unico. Ogni caso deve essere analizzato, osservato, confrontato, studiato per trovare soluzioni mirate e adeguate. Mica semplice quando parliamo di Cani e Persone CONTATTI 📩 roccovotomail@gmail.com 📩 marketing@dogsportal.it (per collaborazioni editoriali con Dogsportal.it) 📲 +39 333 7756747 https://www.linkedin.com/in/roccovoto/

Rocco Voto
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: