3 Motivi per cui la vita è migliore con un carlino

Di Simona Trecordi

Marzo 2013, nella mia vita arriva un piccolo carlino di due mesi che ho chiamato Giotto. Me ne innamorai a prima vista, quando lo vidi che aveva appena 20 giorni. Stava in una mano e le sue orecchie erano piccole come due bottoncini applicati alla testa, sembrava una scimmietta.

Mica lo sapevo (e neanche lo avrei mai sperato) che la mia esistenza sarebbe completamente cambiata grazie a lui.

Sono passati più di 8 anni da quel primo incontro e di motivi per cui la vita è migliore con un carlino ne avrei davvero tanti da raccontare, ma mi limiterò a questi tre.

La vita con un carlino non è mai noiosa

I carlini sono fra le creature più buffe esistenti sulla Terra. 

Il loro aspetto grinzoso, le loro ciccette messe al posto giusto, quel musino che ogni anno acquisisce sempre più rughe, sono caratteristiche che li rendono così divertenti che non smetteresti mai di guardarli e pasticciarli. Si inseguono la coda, fanno un pisolino in posizioni bizzarre, russano rumorosamente e amorevolmente, dormono con la lingua fuori e quando abbaiano sembra che parlino. I carlini sono sempre entusiasti per la vita, ogni segno d’amore nei loro confronti è un motivo per scodinzolare.

La loro bizzarra codina è come un indicatore del buon umore: riccia e ben piazzata sulla schiena quando sono felici, liscia e morbida quando sono tristi, malati o molto stanchi.

La loro felicità si vede negli occhi così grandi e brillanti da essere contagiosa; ne diventi presto dipendente!

 la vita è migliore con un carlino

È un compagno di vita insuperabile

Quando vivi con un carlino non puoi più farne a meno.

La sua vicinanza è costante, è una presenza assoluta, lui c’è che tu lo voglia oppure no. Chi sceglie un carlino lo fa anche per questa sua caratteristica, per avere un compagno di vita solido e sicuro a suo fianco.

Qualsiasi cosa succeda lui sarà lì a consolarti o a farti ridere se ne avrai bisogno. Amano la vicinanza, il contatto fisico, la comunicazione, non sono fatti per la vita solitaria.

Un carlino tenuto ai margini della vita familiare, ignorato o trascurato, privato degli affetti e degli stimoli sociali, può sviluppare comportamenti negativi, manifestare forti disagi, depressione.

Questa è una cosa da tenere a mente quando si decide di prendere nella propria vita un piccolo cane dalla coda riccia.

La particolare sensibilità del carlino, la sua predisposizione come cane da compagnia e l’aspetto antropomorfico, ne fanno un candidato ideale per tutte le malattie psicosomatiche legate all’attaccamento. Ricordalo ogni volta che pensi di partire per una vacanza senza di lui oppure se non ti preoccupi di lasciarlo solo tutto il giorno, tutti i giorni. Questo può essere un aspetto negativo della vita col carlino, ma l’amore e la devozione che lui ti mostrerà sapranno farti superare questi momenti.

È uno stato sociale

Quando cammino per strada con i miei carlini e incontro un’altra persona col carlino, è subito festa.

Vuoi perché questi cani si riconoscono fra loro e subito iniziano ad annusarsi e giocare, vuoi perché fra noi #pugaddicted è subito empatia.

Il fatto di condividere lo stesso cane, con le spesse problematiche e le stesse gioie, ci rende subito parte di un gruppo. Non è insolito infatti fermarsi a parlare del proprio cane anche se non ci si conosce. Quello che ci accomuna è lo spirito di devozione e amore verso questo animale che ha tanti pregi ma anche tante problematiche.

Benché io mi ritenga una proprietaria molto fortunata, infatti i miei 3 carlini (faccio tutti gli scongiuri che conosco) godono di ottima salute, molti non hanno la stessa sorte.

Tutti i cani hanno bisogno di amore e attenzione. 

È nella loro natura essere compagni dei loro umani, il che significa che possedere un cane è un vero cambiamento nello stile di vita. I carlini sono davvero bisognosi di attenzione e questo non è sempre compatibile con la vita di noi bipedi. Non è facile trovare un equilibrio ma se non sei disposto a fare qualche sacrificio, non adottare un carlino!

Scegliere di avere un carlino (e poi tre) mi ha portato più felicità, stress e gioia di ciò che potessi pensare e sperare. Il loro entusiasmo canino e il loro affetto costante danno  una soddisfazione incredibile ogni singolo giorno e posso dire onestamente che non sarei la stessa persona senza di loro.

Vivere con un carlino ti cambia la vita… in meglio!

Simona Trecordi

Naturopata per Animali e Pet Blogger

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: