INTERAZIONI TRA CANI! Una domenica alternativa a Taranto.

Di Teresa Maiullari

Domenica 17 marzo, ore 9:00.

Punto di incontro è il centro cinofilo 100% cane di Ambra Lazzaro sito a Taranto.

Argomento della giornata:

INTERAZIONI TRA CANI.

Il relatore è Tony Tramonte, educatore cinofilo formato presso il Gentle Team.

Il gruppo di lavoro è formato da circa 20 persone con relativi cani.

All’’apertura dell’ incontro vengono chiariti subito gli obiettivi della giornata e che cosa si intende per incontri tra cani e qui viene data la prima spiegazione chiave: le interazioni avvengono tra GRUPPI SOCIALI ovvero cane+proprietari.

Seconda spiegazione chiave della giornata:

le interazioni tra cani non sono i cani che giocano al parchetto mentre i proprietari chiacchierano su una panchina ma sono interazioni tra due o più gruppi sociali e quindi la presenza “attiva” del proprietario diventa necessaria

Terza informazione chiave:

 

durante le interazione i cani devono essere liberi di scegliere la distanza a cui a comunicare tra di loro. La base della comunicazione è fatta di posture e distanze tra gruppi sociali (cane+proprietario)

Attraverso queste interazioni si riesce a comprendere anche che tipo di legame esiste all’interno di ciascun gruppo sociale ovvero il rapporto che c’è tra cane e proprietario.

Queste interazioni hanno come obiettivo finale e primario, oserei dire, quello di migliorare la relazione e la comunicazione all’interno del gruppo sociale, infatti forniscono ai proprietari gli strumenti (almeno alcuni di questi) per poter capire e quindi di conseguenza “ascoltare” i proprio cane.

Durante la giornata sono avvenute più di 10 interazioni tra gruppi sociali e sorpresa… solo due gruppi sociali hanno avuto una interazione ravvicinata… in tutte le altre interazioni i cani hanno preferito ignorare il gruppo sociale esterno e godersi il proprio.

In the end…

I cani spesso interagiscono tra loro perché siamo noi a “costringerli”

(vedi cani al parchetto, o cani al guinzaglio) se possono, scelgono di fare altro; la relazione all’interno dei singoli gruppi sociali deve essere forte e salda; questo fornisce al cane sicurezza mentre affronta situazioni complesse (per il cane);

Bisogna ascoltare il proprio cane…

se ci stanno dicendo che una determinata situazione è “troppo” bisogna ascoltarli e portarli via… nel frattempo bisogna lavorare sodo per costruire una relazione solida basata sulla fiducia che diventa lo strumento che il cane utilizzerà per affrontare le situazioni complesse.

ll consiglio

Questo tipo di giornate formative devono essere un must per tutti i proprietari di cani e per chi intende diventarlo… aprono una finestra sul linguaggio del cane e ci forniscono gli strumenti per poterli capire…ed è facilmente intuibile che se ci si capisce subito si possono evitare incomprensioni e possibili problemi comportamentali e/o relazionali … buona interazione a tutti.


Per segnalazioni, correzioni e collaborazioni scrivici!

COLLABORA:

Che tu sia un esperto istruttore, un veterinario, un giovane educatore, un atleta, un blogger o un semplice appassionato di sport cinofili, puoi scrivere e collaborare per rendere Dogsportal.it un blog di riferimento per tutti.
Attenzione Dogsportal.it è un progetto ricco di passione, può provocare dipendenza.

Dogsportal Redazione

Il portale italiano su cani, sport & società. info@dogsportal.it

Dogsportal Redazione

Cosa ne pensi?

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: