Giochi di relazione – Il cibo è per terra

Continuiamo la rubrica parlando di un altro esercizio molto utile e divertente:

Il cibo è per terra

Di cosa si tratta:

Questo gioco insegna al cane in modo “positivo” e divertente che non gli è permesso prendere il cibo che trova per terra senza l’autorizzazione del conduttore.

A cosa serve:

Riuscire a far sì che il cane non mangi tutto quello che trova per terra è un lusso. Non ci serve solo in ambiente domestico, ma anche e soprattutto quando siamo in giro. In casa, sebbene molti possessori di cani si chiedano come si faccia in una famiglia non cane-munita a tenere puliti i pavimenti dalle briciole, utilizziamo questa forma di controllo per evitare di allenare il cane a cattive abitudini che potrebbe mettere in pratica fuori dalle mura domestiche, ma anche per far sì che non si creino lotte per il possesso nel caso ci siano diversi cani o bambini. Per strada, questa competenza, può salvare la vita al cane.

Il rifiuto del boccone da uno sconosciuto trova anche applicazione come esercizio nello sport, in particolare nel Mondioring.

Nota di colore: Yanez, il mio malinois, nelle prime due gare, non solo ha mangiato il boccone, ma credo che considerasse quell’esercizio la parte più interessante della competizione. Penso proprio che entrando in gara dicesse: oggi si mangia gratis.

Quello che posso consigliare è di fare tante ripetizioni e non dare un esercizio per appreso se non dopo una buona generalizzazione.

Costruzione

Prima di cominciare, assicuriamoci di utilizzare del cibo che non faccia impazzire il cane. Insomma qualcosa che gli piaccia ma non così tanto da non farlo ragionare (se avete un Boxer, non preoccupatevi della questione del ragionamento).

In questo modo l’allenamento sarà più semplice.

  1. Sedetevi per terra con il vostro cane che sta di fronte a voi
  2. Tenete in una mano chiusa una bella scorta di bocconcini. Nell’altra ci sarà solo un bocconcino. Se usate il clicker, tenetelo nella stessa mano in cui c’è il bocconcino singolo
  3. Spostate la mano chiusa (quella piena di bocconcini) verso il muso del cane così che si accorga del malloppo. A questo punto il cane cercherà di raggiungere il cibo con nasate e leccate sulla mano. Nostro compito è tenere la mano ferma senza consentire al cane di muoverla o aprirla
  4. Aspettiamo che il cane si prenda una momentanea pausa (molto probabilmente vi guarderà  – vedi esperimento Detour – o guarderà la mano ma senza toccarla). Approfittate della pausa per usare il marker e premiate
  5. Il premio arriva dall’altra mano, quella con il pezzo singolo. Dopo aver usato il marker, fate saltar fuori il bocconcino, tirandolo a un paio di metri da voi
  6. Approfittate del momento in cui il cane va a prendersi il premio per ricaricare la mano ormai vuota prendendo il bocconcino dalla mano con la scorta.
  7. Ripetere fino a che il cane capisce che deve aspettare
  8. Aumentiamo la difficoltà. Ora la mano con il bottino non è più vicino al muso del cane ma a terra. Le modalità sono le stesse
  9. Quando il cane lo permette, aprire lentamente la mano facendo in modo che le dita facciano una specie di gabbia intorno al cibo, ormai a terra, impedendone così l’accesso.
  10. Anche in questo caso le modalità e il premio sono quelle descritte sopra
  11. Rendete il cibo sempre più raggiungibile, facendo attenzione ad impedirne l’accesso nel caso in cui il cane si avvicini.
  12. Lasciare il cibo a disposizione, usare il marker e premiare
  13. 13.Quando le regole del gioco sono chiare, possiamo usare il cibo preferito dal nostro cane, ricordandoci di procedere gradualmente senza paura di fare dei passi indietro se necessario.

Buon divertimento e ricordate che i limiti del nostro cane sono dati dalla sua natura e dalla nostra fantasia

Davide Cardia

addestratore ENCI Sezione 1° Dog Trainer Professional riconosciuto FCC Direttore Tecnico del centro cinofilo Gruppo Cinofilo Debù Docente in diversi stage con argomenti legati alla cinofilia e alla sua diffusione Docente corsi di formazione ENCI per addestratori sezione 1 Ospite in radio e trasmissioni televisive regionali Preparatore/Conduttore IPO e Mondioring Autore del libro “Addestramento con il premio” edizioni De Vecchi Curatore del libro “Io e il mio Bullgod” edizioni De Vecchi

Davide Cardia

Cosa ne pensi?

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: