Parliamo da cani su Clubhouse: il social della Voce.

Verba volantscripta manent

Questo è l’aspetto importante che modifica completamente l’approccio rispetto ad un social media per come siamo abituati ad usarli fino ad oggi.

Testo, immagini, visual, video.

Nulla di tutto ciò.

Solo la nostra voce e una piccola icona a rappresentarci. Questo è Clubhouse oggi.

Parliamo da cani su Clubhouse
Parliamo da cani su Clubhouse

Nel momento in cui scrivo l’immagine dell’App – attualmente scaricabile solo su Iphone e IPad è già diversa, il volto è cambiato.

Ma questa immagina rimarrà – forse – nella storia come il primo volto iconico di questo “nuovo” modo di comunicare.

Dire nuovo, parlando della Voce è un paradosso, quasi un ossimoro…ma di sicuro si tratta di una novità.

«Il nostro scopo era costruire un’esperienza social che venisse percepita come più umana, dove invece di postare ci si riunisce con altre persone per parlare» hanno spiegato qualche giorno fa i fondatori di Clubhouse, Paul Davison e Rohan Seth, sul blog del social network. «Volevamo creare uno spazio tale per cui quando chiudi la app ti senti meglio di quando l’hai aperta, perché ti ha permesso di approfondire un’amicizia, incontrare persone nuove e imparare qualcosa». Le conversazioni non sono registrate sull’app, né possono essere condivise tra gli utenti o scaricate, se non con strumenti esterni che vanno contro l’idea alla base del social.” riporta il Post.it

Parliamo da cani su Clubhouse
Parliamo da cani su Clubhouse

Chi segue Dogsportal.it in tutti i suoi format: dal blog, alla Diretta Cinofila del mercoledì, su Telegram, Instagram, Linkedin…e sui nostri gruppi facebook tematici come “Curiosi di sport cinofili” e “Buonsenso Cinofilo avrà notato come cerchiamo da sempre di lavorare nell’ottica di una comunicazione rilassata, educata…orientata al confronto e al dibattito anche acceso se necessario ma mai violento.

Questo non significa essere buonisti o bacchettoni…significa “attrezzarsi” umanamente e con competenza per moderare al meglio le proprie community.

Questa è una grande Responsabilità e converrete con me, che quando si parla del Cane sotto quasi ogni punto di vista…, altrove nel web, le cose non vanno benissimo.

Il leone da tastiera su Clubhouse si estingue?

Parliamo da cani su Clubhouse
Parliamo da cani su Clubhouse

Si è vero, crescendo diventarà più complessa la questione, già appaiono dei “Troll” ( disturbatori) in alcune room.

Ma fino a questo momento per entrare su Clubhouse è necessario ricevere un invito.

Nel profilo stesso è indicato da chi si è stati invitati…

In qualche modo Clubhouse ci dice che siamo responsabili delle Persone che ci portiamo dietro.

Dobbiamo inserire un numero di telefono…essere maggiorenni ( da policy ufficiali) e utilizzare nome e cognome

Ed ecco che Parlare torna il centro.

Ma come funziona praticamente Clubhouse?

Preciso che non posso definirmi neanche lontanamente un esperto, sono dentro la piattaforma da meno di una settimana, ma forse non esistono esperti.

Tutti anche i più grandi comunicatori del web stanno testando, letteralmente giorno e notte.

Quindi per approfondire maggiormente vi consiglio di andare su youtube o su google dove troverete decine di contenuti per capire nel dettaglio come nasce il social media della voce.

Ma in sintesi…che cos’è Clubhouse e cosa sono le room?

Clubhouse è un universo dove all’interno esistono dei pianeti…le room.

Queste room possono essere aperte a tutti, chiuse per riunioni o chiacchiere tra amici o riservate ai followers.

Esistono anche dei Club ma al momento è inutile approfondire.

Le room o stanze di Clubhouse, devono avere un titolo e una descrizione, possono nascere immediatamente o essere calendarizzate.

Le Persone che entrano in una stanza di Clubhouse vengono disposte su tre livelli.

1 livello, una sorta di palco: troverete i moderatori e creatori della stanza insieme a tutti coloro che hanno alzato la mano ( stile zoom, google meet ecc…) e sono stati accettati “sul palco”, in questo spazio tutti possono parlare.

Quindi diventa come una sorta di jam session che è necessario coordinare molto bene ma dove invece degli strumenti musicali ( chissà che non succeda), ci sono le nostre VOCI.

Su Clubhouse quindi è necessario ascoltare gli altri e capire come intervenire, quando e se…

L’ascolto oggi è tutt’altro che scontato

Non sempre si deve intervenire in una room, a volte basta ascoltare.

Infatti nel secondo e terzo livello della stanza c’è l’audience ovvero tutti i presenti che possono alzare la mano in qualsiasi momento per intervenire.

Esiste un modo ideale per gestire una room?

Ovviamente ogni stanza è gestita diversamente, sulla base dei criteri dei moderatori, chiaramente più sono numerose più servirà bravura e intelligenza e a volte sarà decisamente impossibile intervenire.

Gli scopi sono infiniti… si passa da format più radiofonici, a room più interattive, argomenti generali o più verticali.

Ma è assolutamente da provare.

Oggi è riservato agli utenti Apple, questo ha portato un po’ di diffidenza ma già si vocifera l’approdo imminente su Android e quindi a tutta la platea mondiale.

Clubhouse per parlare di cani può essere adatto anche al settore cinofilo?

Parlare da cani su Clubhouse: la room con Claudio Piccoli, Mirko Barrera e Rocco Voto dedicata al cane e agli educatori cinofili
Parliamo da cani su Clubhouse la room che dura soltanto 30 minuti

Inutile dire che il potenziale dello strumento per chiunque volesse raggiungere nicchie particolari come quella del Cane è enorme.

Inoltre la Voce farà da filtro e tutto forse potrà essere affrontato in modo più bello e più maturo anche su argomenti importanti e esplosivi…

Immaginate dei dibattiti tematici, dei reading, presentazione di libri, di razze, di attività, scambio di riflessioni sulla nostra relazione quotidiana insieme ai nostri cani…room verticali su allevamenti, toelettatureeventi cinofili.

Non in alternativa agli altri strumenti digitali ma come validissimo supplemento.

Non cadiamo nella trappola tipicamente cinofila del “collare o pettorina“, gli strumenti digitali possono essere tutti utili, vanno contestualizzati e compresi.

…e a proposito di contestualizzare…su Clubhouse non esistono like, condivisioni, emoticon…ma solo la nostra voce nel qui e ora dell’intervento.

Verba volantscripta manent

“Parliamo da Cani” la room dedicata al Cane su Clubhouse, dove il Tempo ha estremo valore

Parliamo da cani su Clubhouse
Clicca l’immagine per non perdere la ROOM.

“Parliamo da cani” la room che dura 30 minuti.

Inizieremo con una room dedicata al Cane e ai grandi e piccoli temi che interessano tutti noi, insieme a me, tra i moderatori, saranno sempre presenti Claudio Piccoli e Mirko Barrera. Primo appuntamento sabato 13 alle 19…il tema tutt’altro che banale…l’amore.

Rocco Voto

Nel 2016 ho fondato Dogsportal.it insieme al Caporedattore Poldo, il mio super segugio, unendo la mia passione per la Cinofilia e il Digitale e cambiando in parte la mia vita. C’è un aspetto importante che accomuna Cinofilia e Digitale. Non si può adottare un metodo unico. Ogni caso deve essere analizzato, osservato, confrontato, studiato per trovare soluzioni mirate e adeguate. Mica semplice quando parliamo di Cani e Persone CONTATTI ? roccovotomail@gmail.com ? marketing@dogsportal.it (per collaborazioni editoriali con Dogsportal.it) ? +39 333 7756747 https://www.linkedin.com/in/roccovoto/

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: