Pawee: qualità, estetica e praticità made in Italy.

Ciao Elisa, su Dogsportal.it amiamo curiosare nella vita  di chi riesce ad avere belle idee e portarle avanti con successo!  Come nasce Pawee?

Elisa: La mia avventura Pawee nasce per puro caso circa 3 anni fa, quando insieme alla mia weimaraner Clio ho approcciato il bellissimo mondo della cinofilia e dell’agility.

La mia “piccolina”, soprannominata “Shark”, distruggeva tutti i giochi per cani che le compravo e mi sono resa conto di dover trovare una soluzione al più presto e prima di andare in bancarotta!

La prima cosa che hai fatto?

Elisa: presi delle vecchie magliette elasticizzate, le tagliai e intrecciai.

Venne fuori un gioco perfetto per giocare a tira e molla che finalmente resistesse alla boccuccia della piccola Shark!

Ma non ti sei mica fermata qui vero?

Elisa: Essendo  un’amante dei colori, decisi che il tipo di gioco mi piaceva, ma non soddisfava i miei gusti estetici. Così sono andata in un negozio di tessuti e ho preso della lycra coloratissima. Ho iniziato ad abbinare i primi colori e a realizzare qualche gioco da regalare ai miei istruttori e ai miei compagni di squadra…

Bee modello Kiwi M

La mia istruttrice Cica fiutò subito l’efficacia di quei giochi e mi spinse a continuare…Io non ci credevo, ma aveva ragione!

Il successo arrivò subito: i cani li adoravano e i proprietari impazzivano per l’estetica dei giochi!

Dalla nostra bella chiacchierata, ci sembra di aver capito che sei molto scrupolosa, cosa hai fatto per testare i tuoi giochi?

Elisa:  Fin da subito decisi che mai avrei venduto un prodotto cui non fossi certa al 100% della sua efficacia, resistenza e funzionalità.

Iniziai quindi a regalare i prototipi a tutti gli istruttori del campo, pregandoli di provarli su tutti i cani possibili immaginabili…Dal Chihuahua al Dogo argentino, i test sembravano andare piuttosto bene e sempre sotto consiglio degli educatori, feci qualche modifica e studiai diversi modelli, ognuno adatto ad un tipo di morso.

I risultati furono immediati, la voce si diffuse e nacque l’esigenza di creare un brand.

Sembra un passaggio ovvio, ma molti a questo punto si bloccano, tu come ti sei mossa?

Elisa: Mi rivolsi ai fantastici Simone e Federico di Umo Design Studio di Torino per racchiudere in un’immagine e in un nome, tutto ciò che volevo trasmettere ai miei futuri clienti. Quando mi proposero il nome Pawee abbinato all’immagine di un cane felice fu amore a prima vista!

Essendo una persona estremamente attiva, non potevo fermarmi solo ai giochi.

Nella mia vita quotidiana con Clio cercavo di capire di cosa un proprietario avesse bisogno assolutamente e pensai che i bellissimi collari e guinzagli su cui avevo speso una fortuna, duravano mediamente un anno.

Nacque così l’esigenza di creare un collare e un guinzaglio durevoli, confortevoli, esteticamente gradevoli e assolutamente a prova di cane.

E’ vero che ti sei messa a studiare “taglio e cucito”?

Elisa: SI! Non avevo una macchina per cucire, non sapevo farlo e non sapevo dove rimediare accessori di qualità per comporre un collare o un guinzaglio.

Ero determinata e iniziai a fare una lunghissima ricerca di aziende valide che potessero fornirmi materiali e accessori di qualità da assemblare.

Nel giro di un paio di mesi, lavorando notte e giorno, prendendo lezioni di cucito e dopo tanti test, misi a punto il mio prototipo di collare in nylon e pile.

Quello fu il boom e le richieste, grazie alla pagina Facebook iniziarono ad arrivare da tutta Italia.

Soddisfatta?

Elisa: Ero felicissima e il carico di lavoro divenne importante.

Per la stagione estiva poi, decisi di sostituire il pile con il neoprene, un materiale adatto anche ai bagni al mare e molto resistente.

C’era poi l’esigenza di valorizzare i miei prodotti, così ho deciso di organizzare uno shooting fotografico professionale.

Quando si avvia un progetto così ci sono persone che spesso sono determinanti per il successo, chi vuoi ringraziare?

Elisa: Grazie alla location del Boom Dogs, alla grande professionalità di Paolo e Ariannys di Eleven Project, a Carolina di Dogstudios che metteva in posa perfetta i cani e all’affetto dei miei compagni di squadra che hanno messo a disposizione i loro bellissimi 4 zampe, anche questo piccolo sogno si è realizzato.

Grazie all’aiuto di mia sorella designer Irene, ho creato una collezione vera e propria con 42 abbinamenti di colori e le limited edition periodiche adatte anche ai clienti più esigenti.

Ho così iniziato a collaborare con i centri cinofili, primo fra tutti il Boom Dogs che grazie a Cica è diventato la mia seconda casa.

Quando ci siamo sentiti eri impegnatissima per la tua prima fiera?

Di recente ho debuttato nel mondo del commercio tra i “big” a Quattrozampe in fiera a Milano in partnership con Carolina di Dogstudios per la quale produco anche accessori per i cani star!

Quattrozampe in fiera a Milano

Prossimi passi con Pawee?

In cantiere ho diversi progetti, sto per ampliare la gamma di giochi e guinzaglieria e a breve aumenterò i prodotti.

La strada è ancora molto lunga, ma i feedback positivi dei miei clienti e dei miei collaboratori mi fanno pensare che questa sia la strada giusta…

Grazie ad Elisa e la sua super Clio! Seguite Pawee!

Anche su Dogsportal.it!

Clicca, scopri Pawee e ordina il gioco per il tuo cane! 

Il mondo della cinofilia e della pet economy aveva bisogno di un brand Made in Italy, che mettesse al primo posto qualità, praticità ed estetica…Il mondo dei cani aveva bisogno di Pawee!

Dogsportal Redazione

Dogsportal Redazione

Il portale italiano su cani, sport & società. info@dogsportal.it

Cosa ne pensi?

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: