10 consigli per aprire una pensione per cani ( e non fare il canaro)

Le normative per aprire una pensione per cani variano da regione e regione. Con alcune differenze minime mantengono, però, tutte lo stesso caposaldo. 

ANPCA è l’associazione nazionale che riunisce i gestori delle pensioni per cani autorizzate, ovvero in regola con le leggi vigenti in Italia in materia di benessere animale, igiene pubblica e norme tributarie. In una parola riunisce i gestori in possesso dell’Autorizzazione Sanitaria rilasciata dalle ASL (Autorità Sanitaria Locale).

L’associazione, nata nel giugno 2018, intende essere un punto di riferimento per chi lavora con i cani in modo serio e professionale e per chi vive con un cane e desidera, quando deve soggiornare in una pensione, tutelare sia il benessere psicofisico del proprio animale che quello dei vicini di casa, evitando di lasciare il proprio cane in una pensione senza le distanze dalle abitazioni previste dall’Autorizzazione Sanitaria obbligatoria per legge.

Ecco alcuni importanti consigli su cosa NON DEVE mancare in una pensione per cani realizzata in regola d’arte…

  • Una casa con terreno che sia distante dal vicinato
    (le case più sono isolate meno costano e più facile diventa non disturbare e tutelare i cani dai botti di fine anno).
  • concessione edilizia per costruire i box 
  • Progetto per impianto fognario dedicato ai cani
  • Aree verdi di sgambamento recintate in sicurezza 
  • Reparto infermeria
  • Box di isolamento
  • Reparto toelettatura
  • Magazzino per cibo e attrezzature
  • Ufficio con toilette per i clienti
  • Preferire zone collinari tenendo conto del caldo e insetti molesti
SCARICA IL LIBRO GRATUITAMENTE

Dogsportal Redazione

Il portale italiano su cani, sport & società. info@dogsportal.it

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: