Difficoltà motorie nel cane anziano

Difficoltà motoria nel cane anziano

ANDIAMO? UN ATTIMO SON QUA PIENO DI ACCIACCHI

Di Annalisa Ferri. 

 Annalisa Ferri – Medico veterinario fisiatra

Diventare vecchi è una patologia?

Di per sé no, infatti, l’invecchiamento è un processo inevitabile che avviene a tutti i livelli del corpo ed è legato principalmente al rilascio di specie di ossigeno reattive, che causano danni da radicali liberi.

Questi danni portano a dei mutamenti in tutti gli apparati.

I principali cambiamenti sono a livello del sistema muscolo-scheletrico, del sistema nervoso e del metabolismo.

A carico dell’apparato locomotore si può riscontrare:

  • Atrofia dei muscoli (sia per ridotto movimento sia che per questioni metaboliche), con conseguente diminuzione della forza dei tendini.
  • Osteoartrosi – che può anche insorgere in seguito ad un processo cronico, come la rottura di un legamento crociato o una displasia.
  • Disagio, zoppia, mobilità ridotta.
  • Obesità causata da errori alimentari (si continua, per esempio a somministrare la stessa dose di cibo nonostante il fabbisogno diminuisca) o problemi metabolici (come l’ipotiroidismo).

Invece, a carico del sistema nervoso i cambiamenti interessano sia l’apparato locomotore (poiché sono comunque i nervi che danno il “comando” di muoversi ai muscoli e tramite particolari fibre sensitive contribuiscono a dare stabilità alle articolazioni) che organi di senso e possiamo avere:

  • Diminuzione della propriocezione e della coordinazione con conseguenti difficoltà motorie.
  • Diminuzione della sensibilità tattile.
  • Diminuzione della capacità visiva e uditiva.

Inoltre, ci sono delle patologie non strettamente legate all’età, perché si possono riscontrare anche in soggetti più giovani che possono essere scambiati solo come “l’essere diventato vecchio”, come:

  • STENOSI DEGENERATIVA LOMBOSACRALE che dà sia segni neurologici che ortopedici come dolore lombare, lentezza nel fare le scale, diminuzione del movimento della coda, possibile incontinenza urinaria e fecale.
  • POLINEUROPATIA i cui sintomi possono essere debolezza, appoggio sulle nocche, atrofia muscolare, iporiflessia, variazioni nell’abbaio e respiro stridente.

Tutte le patologie/condizioni descritte sopra trovano un valido aiuto nella fisioterapia in tutte le sue declinazioni.

Uno degli esempi classici è il cane in sovrappeso, che magari ha anche sviluppato osteoartrosi, che trova beneficio nell’idroterapia sia per la diminuzione del peso, che per il sollievo dal dolore e l’aumento della mobilità.

L’obiettivo del programma fisioterapico

in questi casi, non è volto alla risoluzione di un trauma (come nel caso di un infortunio sportivo), ma alla gestione di una condizione con caratteristiche di cronicità, migliorando non solo la qualità di vita del cane, ma anche quella del proprietario. In che senso? Pensate ad avere un cane in sovrappeso che fa fatica ad alzarsi; come pensate che reagisca la schiena dell’umano? Se il cane comincia ad alzarsi autonomamente è più libero di muoversi come desidera e il proprietario non deve continuamente accorrere per aiutarlo.

Nell’animale anziano…

ci sono anche condizioni degenerative della parte cognitiva, come in umana del resto, che si manifestano con disorientamento spaziale, vocalizzazioni inappropriate, ansia, disturbi del comportamento del sonno. Come succede con i nostri nonni, anche nei cani, l’attivazione motoria dà un grande contributo all’attivazione mentale e ho una casistica di pazienti “solamente anziani” che hanno tratto grande beneficio dalla fisioterapia attiva, con un parziale recupero della componente cognitiva.

Vi ho incuriosito?

Vi aspetto con una relazione teorica relativamente alla fisioterapia nel cane anziano il 26/10/2018 alle 20.30 presso l’Hotel Studios di Cologno Monzese.  L’iscrizione è obbligatoria entro e non oltre il 23/10/2018: tutte le info tramite mail a h2dogstaff@gmail.com  – 3460920032/3384648723.

Il 10/11/2018 dalle 10 alle 17 ci sarà, invece, uno stage pratico a cui partecipare con il proprio vecchietto presso il Centro di Fisioterapia Veterinaria “Zampe, amore e fisioterapia” di Tavazzano con Villavesco (LO), centro di cui sono direttore sanitario. Per info ed iscrizioni i contatti sono quelli riportati sopra.

 

Cani e società Fisioterapia Raccontalo a Dogsportal 

Emma la cagnolina disabile che non rinuncia al matrimonio dei suoi umani.

Rocco Voto 0

La testimonianza di Francesca e della sua cagnolina paraplegica, Emma.

Migliorare la vita del tuo cane, con la fisioterapia!

Rita Tofani 0

La fisioterapia per il cane, spiegata da Rita Tofani.

Rita Tofani 0
Dogsportal Redazione

Dogsportal Redazione

Il portale italiano su cani, sport & società. info@dogsportal.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.