Quando il resto è stretto, l’unica via è il sentiero

Ci sono persone che percorrono migliaia di chilometri ogni settimana in aereo e non hanno mai realmente viaggiato. Altre che con un breve trekking sulle colline dietro casa riescono a vivere una piccola avventura. Lasciare che sia l’avventura a sorprenderti, non fare liste, ma vivere ciò che accade assieme al tuo amico a 4 zampe assaporando ogni attimo è la formula perfetta per divertirsi assieme.

Gustare gli attimi di riposo, dividendo un panino con il tuo compagno di viaggio e ascoltare quel silenzio assordante: chi non sa parlare a volte ha molto da dire.

I tuoi problemi che tu voglia o meno, verranno con te comunque e saranno ancora più pesanti da portare se cercherai di ignorarli. Camminare ti aiuterá a trattarli meglio, salire in alto ti aiuterà a ridimensionarli, le bellezze che vedrai ti aiuteranno a considerarli sotto un’altra luce.

Dog Trekking come vacanza, come avventura, come momento di svago e riflessione interiore ma anche come attività fisica. L’avventura con il nostro cane è condivisione e divertimento, ma non dimentichiamo che è anche un sano modo per mantenerci in forma e allenare il nostro cane. Teniamo a mente alcuni punti che ci possono essere utili per evitare infortuni e aiutare il recupero, nostro e del nostro compagno di viaggio:

📍Per allenare gambe e zampe è necessario avere un programma, che ci eviterà di rimanere bloccati da inutili dolori muscolari o zoppie del nostro amico a 4 zampe. Una camminata in piano di 20 minuti al giorno può aiutarci a mantenerci in allenamento.

📍Stretching e allungamenti dopo un’escursione sono necessari sia per noi che per il cane: aiuta a prevenire squilibri muscolari e accelera il processo di recupero

📍Tra gli infortuni più comuni di chi cammina e fa trekking troviamo le distorsioni alla caviglia, è dunque importante lavorare in “condizioni di instabilità controllata” durante la settimana per rafforzare il legamento.

📍L’uso di compresse di Arnica per il nostro amico a 4 zampe aiuta i recuperi e migliora la tonicità muscolare, evitando infortuni.

📍L’uso di creme per la rigenerazione cutanea dei tessuti aiuta a prevenire e curare le abrasioni o irritazioni dei polpastrelli del cane, dovuti a terreni sassosi o particolari.

L’estate è un periodo a rischio per affrontare dei Dog Trekking, le alte temperature e i tratti esposti su roccia, sono fattori pericolosi per il nostro cane. Alcuni accorgimenti ci possono aiutare a vivere un’avventura sicura:

📍Assicurarsi di avere acqua a sufficienza per tutta la durata dell’escursione

📍Controllare sulla mappa del percorso: dislivelli, lunghezza e presenza di fonti d’acqua

📍Portare degli snack di facile assorbimento per reintegrare in caso di necessità il tuo cane

📍Se il cane è in affanno sarà utile fare delle soste per permettergli di recuperare

📍Evitare di camminare sui tratti esposti nelle ore più calde, meglio prediligere nella scelta sentieri in zone boschive

Come si dice “non fare il passo più lungo della gamba”: scegli il sentiero da percorrere in base alla tua preparazione fisica e a quella del tuo cane, consulta le Sez CAI di riferimento per trovare il percorso più adatto a te. Seguici sulla pagina di Mountain Dog Walk, troverai itinerari ben descritti e tanti consigli per affrontare le tue avventure in tutta sicurezza.

Dai un’occhiata alla segnaletica, alla classificazione dei sentieri, al dislivello, al periodo consigliato, alla durata del percorso. In estate, il meteo in montagna può cambiare molto velocemente: controllare le previsioni ti consente di pianificare il tuo itinerario, scegliere con cura l’abbigliamento, decidere cosa mettere nello zaino.
Ricorda che tanto più le previsioni sono a lungo termine, tanto meno sono precise.
Se il meteo è sfavorevole, sarà il caso di cambiare i tuoi piani,
la prima regola è: rispetta la montagna, non sfidarla, ci saranno occasioni migliori per il tuo itinerario.

IoSe sei alle prime escursioni, il tuo zaino sarà leggero, però alcune cose non possono mancare:

  • acqua abbondante per te e per il cane
  • cibo e qualche snack energetico per il tuo compagno di avventure
  • un kit minimo di primo soccorso
  • protezione solare, occhiali da sole e eventuale abbigliamento adeguato
  • una corda e un moschettone di sicurezza

La gestione del cane in montagna non è cosa da sottovalutare, sapere quanto e come siamo in grado di controllare il nostro cane in passaggi complessi o terreni difficili, ci darà la misura di quale sentiero scegliere.

Se il sentiero scelto, non è ad anello, significa che di certo avremo una prima parte del percorso in salita e una seconda parte in discesa. La discesa che affronteremo con gambe stanche sarà di difficoltà proporzionale alla salita affrontata. A questo punto dovremmo chiederci:

📍 Il nostro cane è in grado di misurare la sua velocità in base alla nostra?

📍Conosce un “comando” utile a gestire la discesa evitando ruzzoloni o scivolate?

📍Siamo in grado di affrontare la discesa senza liberare il cane?

Ricordiamoci che il cane in montagna, per legge, ma anche per la sicurezza nostra, di chi incontriamo e del cane stesso va tenuto al guinzaglio. In base a queste domande potremmo scegliere con coscienza e intelligenza il percorso più adatto a noi.

Un ultimo consiglio…

Cammina lungo l’itinerario principale, vai a passo regolare, niente strappi. Pianifica le soste lungo il cammino, tieni la mappa sotto mano, fermati quando hai previsto di farlo.
Goditi la bellezza intorno a te. Non lasciare tracce dietro di te che non siano quelle dei tuoi passi. Goditi l’avventura, il dog trekking migliora il legame con il tuo amico a 4 zampe…

“Chiedimi perché vado in montagna. Chiedimi perché, quando il resto mi sta stretto, l’unica via è il sentiero”

Ylenia Zampieron

Amante della montagna

Istruttore Cinofilo FCC

Responsabile Progetto Mountain Dog Walk

Borgocinofilo Mikamale

Photo by Officina Fotografica

Mountain Dog Walk

Ylenia Zampieron

Ylenia Zampieron

Ylenia Zampieron Borgocinofilo Mikamale ASD Istruttore Cinofilo Responsabile progetto MdogW

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *