I Cani allerta diabete del Progetto Serena

Un nuovo articolo della nostra rubrica ” Cani e società” per capire insieme chi sono e cosa fanno i Cani allerta diabete del Progetto Serena

Cos’è il diabete?

Si è affetti da diabete quando il corpo non è in grado di mantenere stabile il livello di zuccheri nel sangue (glicemia).

In una persona non affetta da questa patologia il Pancreas produce adeguatamente l’Insulina, ormone che mantiene stabile il livello di glicemia.

Quando però il Pancreas non è più in grado di svolgere questa funzione, per un difetto di secrezione dell’insulina, per un difetto di attività dell’insulina o per entrambi, si è affetti da Diabete. 

Il diabete è una malattia cronica da cui non si può guarire e, tramite il controllo della glicemia, comporta una disciplina quotidiana per poter essere gestita.

Una glicemia troppo alta o IPERGLICEMIA , produce effetti negativi a lungo termine che possono provocare danni al sistema cardiovascolare, agli occhi, ai reni o al sistema nervoso centrale e periferico.

Una glicemia troppo bassa porta all’IPOGLICEMIA che causa subito malessere e nei casi più gravi può portare al coma.

Cosa fa Progetto Serena e chi sono i Cani Allerta Diabete

Progetto Serena è un’associazione senza scopo di lucro operante su quasi tutto il territorio nazionale, che si occupa di preparare Cani Allerta Diabete, ossia amici a 4 zampe che, tramite l’olfatto e la relazione che instaurano col proprio compagno umano, percepiscono e segnalano le variazioni della glicemia che anticipano una crisi IPO o IPER GLICEMICA permettendo alle persone con diabete di potersi misurare e correggere senza arrivare a sentirsi male. 

E’ importante specificare che il cane non si sostituisce a nessuna tecnologia esistente ma è sicuramente di grande aiuto per incrementare l’autonomia e la sicurezza della persona con diabete; inoltre, sapere che si è in due ad affrontare i momenti di crisi, gestendoli in condivisione, accresce la fiducia della persona nelle proprie capacità.

Come si sceglie un Cane Allerta Diabete?

La prima fase riguarda la scelta o la conoscenza del cane che si andrà a preparare.

Che si tratti di una nuova adozione o di un cane già presente in famiglia si analizzeranno l’età, la razza, i gusti personali, le inclinazioni e le necessità fisiologiche al fine di metterlo nelle migliori condizioni psico-fisiche prima di lavorare.

Considerando sempre che ogni cane ha una propria individualità ed è un essere unico e irripetibile cercheremo il modo migliore di lavorare Insieme per il raggiungimento di quello che poi diventerà un obiettivo comune tra istruttore, cane e persona con diabete. 

Nella fase iniziale di preparazione, gli attori principali sono l’istruttore ed il cane ma, una volta entrato in scena il compagno umano (sempre presente durante tutte le fasi) l’istruttore dovrà farsi da parte, dirigendo il lavoro come fosse un regista.

La persona con diabete, infatti, parteciperà attivamente al processo di apprendimento del cane e ogni giorno dovrà portare a termine gli esercizi concordati con l’istruttore in modo da permettere al cane di generalizzare il lavoro in ogni momento.

Cosa fanno gli istruttori?

Noi istruttori dedichiamo due anni della nostra vita alla preparazione di ogni singolo cane entrando a far parte della quotidianità delle persone con diabete e delle loro famiglie.

Ne consegue che la qualità principale che un Istruttore di Progetto Serena deve possedere è l’Empatia atta a rapportarsi nella maniera più idonea tanto nei confronti del cane quanto della persona con diabete, due esseri viventi che dovranno creare una stabile relazione basata sulla collaborazione e sulla reciprocità.

Dove sono presenti gli istruttori del Progetto Serena?

Abbiamo istruttori in quasi tutta Italia, dalla Sardegna al Friuli passando per Sicilia, Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Marche, Lazio, Emilia Romagna, Veneto, Lombardia e Toscana.

E’ una causa in cui crediamo fortemente e che sposiamo appieno quindi facciamo il possibile per aiutare il maggior numero di persone.

Si stanno svolgendo corsi per formare nuovi istruttori in Sicilia, Sardegna e Veneto e a livello internazionale stiamo aprendoci a Spagna, Inghilterra e Romania.

A questo proposito potete trovarci su Facebook con Progetto Serena Onlus UK e Progetto Serena Espana.

Crowdfunding e protocollo di Ricerca:

Tramite la raccolta fondi stiamo cercando di dare la possibilità a chi non ce l’ha di avere un cane allerta diabete, un cane da assistenza che può essere un salvavita a tutti gli effetti. 

Siamo fieri di aver studiato una metodologia diversa dalle altre, basata sulla collaborazione, la relazione e l’empatia tra cane e persona.

Purtroppo però i costi del progetto non sono affrontabili solo da noi e per questo è nato il crowdfunding

Riconoscimenti scientifici del Progetto

Sta per partire con l’università di Verona un protocollo di ricerca volto a dare riconoscimento scientifico alla nostra metodologia che fin ora ha avuto numerosi riscontri positivi sul campo: il cane segnale l’imminenza della crisi ipo o iperglicemica e la sua segnalazione è suffragata dall’effettivo arrivo della crisi. 

Perchè è importante?

E’ necessario che il protocollo usato da Progetto Serena venga vagliato dalla Comunità Scientifica così, dopo aver avuto il loro sigillo, potrà essere presentato al Ministero della Salute consentendo la possibilità di accesso al metodo ad una grandissima platea di soggetti ora esclusi.

La sperimentazione avrà durata biennale e coinvolgerà un team di ricercatori dell’Università di Verona, un nutrito gruppo di pazienti e gli istruttori di Progetto Serena.

Per maggiori informazioni sui cani che stiamo preparando, sui corsi e sulle prossime presentazioni o manifestazioni  visitate il sito www.progettoserenaonlus.it oppure cercate Progetto serena onlus sui social


Oriana Sena

Istruttrice Cani Allerta Diabete per Progetto Serena

Dogsportal Redazione

Dogsportal Redazione

Il portale italiano su cani, sport & società. info@dogsportal.it

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: