26 agosto: giornata mondiale del cane. Sono 500 milioni!

Il ruolo del cane nella società: un’ evoluzione inarrestabile.

Il 26 agosto è la giornata mondiale del cane!

Giornata mondiale del cane

Il suo ruolo nella società umana è cresciuto: dal fornire pelliccia e nutrimento è diventato compagno di caccia e di lavoro e infine un membro della famiglia.

Ma l’evoluzione del cane nel mondo non è univoca.

Si contano circa 500 milioni di esemplari, di cui forse tre quarti sono randagi.

Il Brasile è in testa con circa 36 milioni di cani.

I numeri a livello globale sono naturalmente incompleti e difficile da confrontare in quanto i criteri di raccolta nel mondo non sono univoci.

India e Brasile in testa

L’India negli ultimi anni ha visto un aumento vertiginoso del numero di proprietari di cani, sebbene in generale il numero attuale sia molto basso rispetto a Stati Uniti ed Europa.

Aumentano i cani di taglia piccola, insieme al boom della Dog Economy nelle economie emergenti come il Brasile

Tendenze e cambiamenti culturali dalla seconda guerra mondiale

Come abbiamo detto e visto più volte qui su Dogsportal.it, i cani hanno innumerevoli ruoli nella società e nella vita di tutti noi.

I gusti e le preferenze sulle razze cambiano con il tempo, sulla base di esigenze funzionali ma sempre più spesso a causa di moda e pubblicità.

I nati negli anni 50 e 60 sono stati i primi a lanciare il grande boom del cane domestico, ma oggi la tendenza per cause ovviamente fisiologiche sta cambiando in fretta.

Come si comportano i “millennials”?

I giovani e meno giovani nati tra il 1982 e il 2002 scelgono sempre di più di avere un cane, soprattutto di taglia piccola. Nei paesi occidentali, il tasso di natalità è sceso negli ultimi decenni fino al 10% ma il numero di persone che scelgono di vivere con cani di taglia piccola è raddoppiato.

La crescità però non sempre è consapevole e matura, con grande rischio di umanizzazione dei cani e maltrattamenti più o meno subdoli anche a livello etologico e genetico.

I cani nel mondo: un po’ di numeri

Nel Regno unito, il numero di persone che vive insieme ad un cane è rimasto invariato tra il 2010 e il 2020 con circa il 24% di famiglie che possiedono un cane.

Sono circa 9 milioni i cani censiti in UK, con numeri simili anche in Italia, Francia e Polonia.

La Russia è il paese europeo co più cani posseduti mentre il Brasile è capolista mondiale con 36 milioni di cani domestici.

La crescente urbanizzazione di molte aree nel mondo ( Covid permettendo) porterà ad una crescita sempre maggiore della presenza del cane in famiglia.

Cani vietati nel mondo

Le regole in base al possesso del cane, variano da paese a paese e per questo motivo è fondamentale informarsi sempre bene prima di mettersi in viaggio con il proprio cane.

Alcune razze sono vietate o limitate ( anche con obbligo di museruola in pubblico), nel Regno Unito, in Svizzera, Australia, Canada e Stati Uniti, alcuni paesi del Nord Europa.

A titolo di esempio, ma fate sempre e solo riferimento ai siti ufficiali degli stati di riferimento, possono essere cani come l’American Pit Bull, il Fila Brasileiro, il Dogo Argentino, il cane Corso, il Rottweiler, Dobermann e molti altri.

Grandi differenze nel mondo

Nonostante tutto però permangono abitudini e retaggi culturali diametralmente opposti.

Negli ultimi anni abbiamo visto divieti in Iran, le sagre in Cina, le ultime notizie proveniente dalla Korea del Nord sui cani requisiti e forse destinati ai ristoranti, ma allo stesso tempo è solo di qualche giorno fa la notizia di un importante proposta di legge in Germania che sancirebbe basi importanti sul concetto di benessere del cane, legato agli stimoli ambientali e alle uscite .

Anche in Italia, viviamo differenze culturali e ambientali importanti in diverse aree del paese. Al nord non esiste il fenomeno del randagismo ma sempre di più crescono fenomeni di maltrattamento etologico e di umanizzazione sfrenata.

Spesso legati al business e alla poca cultura cinofila.

Al sud ci sono ancora diversi problemi ma cresce la consapevolezza negli ultimi anni, grazie a sinergie importanti.

Spesso le Istituzioni sono il grande assente.

Le associazioni di categoria del settore come Assalco, di recente hanno scritto al Governo Italiano per chiedere la riduzione dell’Iva al 10% per tutto ciò che concerne alimentazione e cure per i nostri cani.

Auguriamo a tutti una grande giornata mondiale del cane, che sia davvero il nostro migliore amico.

Un amico da proteggere e rispettare.

Rocco Voto

Nel 2016 ho fondato Dogsportal.it insieme al Caporedattore Poldo, il mio super segugio, unendo la mia passione per la Cinofilia e il Digitale e cambiando in parte la mia vita. C’è un aspetto importante che accomuna Cinofilia e Digitale. Non si può adottare un metodo unico. Ogni caso deve essere analizzato, osservato, confrontato, studiato per trovare soluzioni mirate e adeguate. Mica semplice quando parliamo di Cani e Persone CONTATTI 📩 roccovotomail@gmail.com 📩 marketing@dogsportal.it (per collaborazioni editoriali con Dogsportal.it) 📲 +39 333 7756747 https://www.linkedin.com/in/roccovoto/

Rocco Voto
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: