Dogsup in inverno: una magia da praticare in sicurezza

Dogsup in inverno
Dogsup in inverno: giornata autunnale sul lago di Ceresole Reale

Lo Stand Up Paddle nell’immaginario collettivo è uno sport prettamente estivo.

Pagaiare senza pensieri al caldo e in costume in compagnia dei nostri cani è una ragione in più per praticare questa disciplina. 

Dogsup in inverno? Ne parliamo ovviamente su Fluidog! La nostra rubrica dedicata al cane e all’acqua!

Note della redazione: Andrea Varetto, autore di questo articolo è un cinofilo esperto e Vigile del Fuoco. Prima di avventurarvi in queste attività è necessaria preparazione a 360 gradi.


Il DOGSUP invernale non deve essere un azzardo ma il frutto della consapevolezza di saper stare sulla tavola con una buona dose di sicurezza e di non forzare il cane in una attività che potrebbe stressarlo troppo dal punto di vista delle temperature.

Esistono cani più adatti?

Da questo ultimo punto di vista sono discriminanti la razza, le caratteristiche e le attitudini del vostro cane.

Labrador, Golden e altre razze tipicamente acquatiche dotate di abbondante sottopelo non patiscono le condizioni invernali che porterebbero cani di piccola taglia all’ipotermia.

Per prima cosa rispetto per il quadrupede che vi accompagna e poi avanti con le vostre aspirazioni acquatiche!

Dogsup in inverno
Prima neve sulle montagne della Val di Susa: DOGSUP al Lago Grande di Avigliana

Temperature

Le temperature miti che il clima italiano regala alle nostre coste permettono di continuare l’attività per tutto l’anno con un grande vantaggio: il mare sarà solo vostro e di qualche pescatore.

Libero accesso ai cani nelle spiagge

Last but non least: dall’autunno alla primavera non è in vigore l’ordinanza balneare che di norma vieta l’accesso ai cani alle spiagge.

Vi invito a consultare le locali ordinanze per le date esatte ma solitamente dal primo ottobre a fine aprile non avete la preoccupazione di cercare spiagge accessibili ai cani e tutto il litorale è fruibile per la vostra attività.

Attrezzature per il Dogsup in inverno

Una muta per il paddler garantisce la necessaria protezione dal freddo.

Non servono mute molto spesse per praticare il SUP perché dovrà proteggervi solo da cadute estemporanee.

In pieno inverno al mare una muta da 4-5mm con calzari in neoprene è più che sufficiente.

La temperatura invernale del mare in poche zone d’Italia va sotto i dieci gradi e le temperature più basse si registrano a fine inverno – inizio primavera.

L’autunno nonostante abbia meno ore di luce della primavera ha sempre temperature del mare accettabili. 

Accortezze per il cane

Un’attenzione speciale per il cane: essendo fermo sulla tavola necessita di pause in cui riscaldarsi con una bella corsa sulla spiaggia.

Ricordatevi di asciugarli bene a fine attività soprattutto alla base della coda.


Dogsup a Ceresole Reale

Autunno al Lago Grande di Avigliana

Da alcuni mesi una nota ditta italiana che produce materiale per la subacquea vende un mutino per cani di tutte le taglie, con un occhio di riguardo per le taglie più piccole, che più risentono del freddo.

Il mutino per il cane può essere un ottimo sistema per garantirgli una esperienza confortevole! 

Dogsup in inverno
Dogsup in inverno: in tutte le sue forme, liquida, ghiaccio, neve. Ceresole Reale -6°C

Ambienti più estremi per il dogsup invernale: i laghi alpini

Arriviamo ora a situazioni climatiche/ambientali più estreme.

I laghi alpini e in genere gli specchi d’acqua del nord Italia raggiungono temperature invernali molto basse.

I laghi della provincia di Torino ai piedi delle montagne da dicembre a febbraio toccano i 4ºC.

È praticabile il DOGSUP in queste condizioni?

Sì, alla condizione di avere un cane non freddoloso, amante dell’acqua e capace di non entrare in acqua.

Questo ossimoro cinofilo, amante dell’acqua e capace di non entrare in acqua è la base fondamentale per il DOGSUP in acqua fredda e temperature dell’aria molto basse.

L’autocontrollo del cane sulla tavola vi permette non perdere improvvisamente l’equilibrio.

In pieno inverno con temperature rigide il DOGSUP è una disciplina d’acqua che si pratica sull’acqua e non nell’acqua.

Lago di Ceresole Reale, nel versante piemontese del Parco Nazionale del Gran Paradiso

Dogsup in inverno…

Si può andare ancora oltre. Perché non pagaiare in acqua nella splendida cornice di un ambiente naturale innevato in alta quota?

E’ una magia.

Regola ferrea: non si cade.

La coppia conduttore/cane può trovare sicurezza con una tavola larga e stabile.

In ambiente montano e temperature gelide la muta umida del paddler può essere sostituita da una muta stagna in tessuto trilaminato che si indossa sopra i vestiti e che inoltre non obbliga a rimanere in costume nella neve mentre ci si cambia.

Il cane non deve assolutamente entrare in acqua prima di salire sulla tavola, sarebbe costretto a rimanere fermo sul sup bagnato con aria gelida.

Quando a condizioni di acqua fredda si associa una temperatura rigida diventa importante proteggere dal freddo anche i cani provvisti di sottopelo associando un mutino al giubbotto galleggiante, garantendo protezione dal freddo e galleggiabilità. 

Temperatura dell’aria -2°
Lago e neve, basta crederci

Quando mi vedono al lago in pieno inverno mi dicono che sono matto… forse hanno ragione… ma prima di dirlo bisognerebbe provarlo 🙂

Andrea Varetto

Andrea Varetto

Vigile del Fuoco in servizio al comando di Torino, da sempre amante dell’acqua e di tutto quello che ruota intorno al mondo liquido: nuoto, salvamento, apnea, stand up paddle, navigazione a vela e a motore. Da quando Watson e Curry - due Labrador - fanno parte della famiglia ogni momento è condiviso con loro, diventando parte insostituibile della nostra vita e delle nostre passioni. Da alcuni anni, io con Watson la mia compagna Sonia con Curry, abbiamo iniziato il percorso da unità cinofile da soccorso acquatico.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: