Finlandia con il cane: diario di viaggio

Di Andrea Varetto

Puoi partire da qui…oppure leggerlo dopo! Buon viaggio

I cani hanno viaggiato con noi in auto, due Labrador nel baule di un Opel Combo (il Doblò per intenderci) equipaggiato con rete divisoria. Per viaggiare in Europa serve il passaporto canino, la normale vaccinazione, l’antirabbica in corso di validità e per entrare in Finlandia il trattamento per l’echinococco.

Nulla di difficile.

Viaggiando in automobile servono 48 ore per arrivare in Finlandia.

In camper sicuramente sarebbe tutto più confortevole e agevole, ma si va con quel che passa il convento.

Partiti alle 6 da Torino, il tragitto è stato frontiera di Como, attraversamento della Svizzera (passo del San Bernardino), quindi la Germania da sud a nord, verso Kassel, Hannover, Amburgo, Lubecca e Fehmarn-Puttgarden dove ci si imbarca per la Danimarca. A mezzanotte siamo sbarcati in terra danese, ancora qualche chilometro e abbiamo riposato nell’area di sosta dell’isola di Farø. Ripartiti la mattina presto in direzione Copenaghen siamo arrivati in Svezia con il breve traghetto attraverso lo stretto di mare dell’Øresund tra Helsingør e Helsingborg. Si può attraversare anche attraverso il ponte tra Copenaghen e Malmö (l’abbiamo fatto al ritorno).

Sbarcati in Svezia ci si dirige alla volta di Stoccolma.

Le centinaia di chilometri già non si contano più. Pranziamo sul lago di Jönköping e alle 16 circa siamo a Stoccolma. L’arrivo in orario a Stoccolma è fondamentale perché c’è l’unico traghetto da prenotare di tutto il viaggio: Stoccolma – Turku sui traghetti della Viking Lines.

Cena con buffet svedese/finlandese sul traghetto, una bella dormita e arrivo a Turku dopo 48 ore di viaggio effettivo.

Recuperiamo parte della truppa (in tutto eravamo 5 cani 2 bambini e 5 adulti) e si riparte per Puumala dove facciamo la spesa e arriviamo finalmente al nostro cottage: https://goo.gl/maps/4ezJ5fjM5aS2

12 giorni di cottage per noi, passati tra giornate sul lago e la visita ad alcune città affacciate sul lago Saimaa e poi ci siamo spostati ad Helsinki per due giorni dove i cani non stati accettati in hotel senza alcun problema e quindi di nuovo verso casa.

Un po’ di Finlandia

L’alta stagione finlandese va dal solstizio d’estate alla mese di luglioquando ci sono le massime ore di luce diurne.

Quando a ferragosto i bambini italiani si tirano i gavettoni in spiaggia, o loro amici finlandesi cominciano l’anno scolastico ma comunque a causa dell’elevata latitudine c’è molta più luce di quella che avreste trovato al mare nel mediterraneo.


In Finlandia si parla correntemente il finlandese e lo svedese ma praticamente tutti sanno parlare l’inglese.


La Danimarca e la Svezia a differenza della Finlandia non adottano l’Euro
mantenendo la Corona locale, ma non avrete nessuna necessità di cambiare denaro.

In tutta la Scandinavia si paga con la carta di credito/debito anche il caffè
in autogrill il biglietto del pullman o i frutti di bosco al mercato.

La cosa anormale è vedere girare denaro contante.

Le autostrade in Germania, Danimarca, Svezia e Finlandia sono gratuite (!!!).
Svizzera ed Austria hanno una vignetta autostradale da acquistare in frontiera.

La spesa in Finlandia è un po’ più cara che da noi ma neanche troppo. Salmone, aringhe, renna, alce, pescetti di lago, frutti di bosco sono mangiare tipico del posto.

Gli amanti della cannella la troveranno praticamente ovunque. La liquirizia
finlandese è salata e non esiste la liquirizia dolce tipica italiana. Parmigiano, olio di oliva e vino sono specialità esotiche che conviene portarsi dall’Italia 🙂

In tutto abbiamo percorso in auto circa 5.700 chilometri.

Un ringraziamento speciale a Jenni, Massimiliano, Monica, Niko e Samu che ci hanno accompagnato in questa avventura e ci hanno permesso di conoscere questo mondo fantastico e ai pelosi Watson, Curry, Ermione, Pedro e Laika.

Dogsportal Redazione

Dogsportal Redazione

Il portale italiano su cani, sport & società. info@dogsportal.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *