La medicina Olistica in Veterinaria spiegata da Aimov

Sempre più spesso le persone richiedono per se stessi e per i propri animali soluzioni naturali per la cura delle loro patologie o dei loro malesseri.

La medicina Olistica in Veterinaria

Il Medico Veterinario attento a queste esigenze è quello che si è posto il problema sul fatto che la cura della malattia del paziente non può avvenire semplicemente valutando i sintomi e somministrando l’antibiotico o il farmaco specifico, dimenticando di valutare il quadro d’insieme che ha portato quel paziente a sviluppare quella determinata malattia.

Non si può definire guarigione quella ottenuta semplicemente facendo sparire un sintomo: la malattia si potrà infatti ripresentare alla sospensione del farmaco somministrato oppure ancora il paziente potrà sviluppare un quadro di malattia più profondo.

Quindi la terapia sintomatica ha dei limiti piuttosto grandi.

Per definire la guarigione dobbiamo poter valutare che tutti gli aspetti di un essere vivente, corpo, mente e stato emozionale siano in equilibrio.

La medicina Olistica (dal greco Olos = Intero) si interessa del paziente nella sua interezza e ricerca le cause che hanno fatto sviluppare un quadro di malattia curandolo di conseguenza.

La medicina Olistica in Veterinaria e il benessere del cane

Per meglio chiarire il concetto facciamo qualche esempio pratico: oggi sappiamo quanto sia importante l’equilibrio del microbiota intestinale perché sappiamo che alterazioni di questo comportano delle conseguenze su moltissimi altri piani e livelli.

Infatti un microbiota alterato indebolisce lo stato immunitario della mucosa intestinale e il sistema immunitario generale, e può essere responsabile di disturbi comportamentali e di molte altre patologie.

Quindi è evidente che in caso di deficit immunitario insistere con terapie antibiotiche non porterà al ripristino del normale stato di equilibrio e quindi di salute, così come agire con farmaci psicotropi su disturbi comportamentali non porterà ancora una volta a curare il paziente.

Il medico Olista nella corretta gestione di questi 2 quadri potrà avvalersi di tutte le medicine che conosce.

Quindi utilizzerà i farmaci chimici quando necessari ed utilizzerà le altre medicine naturali, come ad esempio la Medicina Tradizionale Cinese, l’Agopuntura, la Medicina Ayurvedica, la Fitoterapia basata su evidenze scientifiche ben codificate o ancora la Micoterapia che deriva dalla medicina tradizionale cinese ed utilizza funghi medicinali, quando il paziente trarrà più beneficio dall’utilizzo di queste pratiche non convenzionali, ma che oggi riscuotono una crescente attenzione da parte dell’utenza più evoluta.

Dr. Andrea Malgeri

Dogsportal Redazione

Dogsportal Redazione

Il portale italiano su cani, sport & società. info@dogsportal.it

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: