La nuova vita di Rosso: dalla gabbia al canicross

Oggi nella Bacheca di Zora è arrivata una nuova lettera, ci scrive Rosso un mix ocker e Épagneul breton che vive con Flavia Sironi

Ciao io sono Rosso,

ROSSO di nome e di fatto.

Vivevo rinchiuso in un serraglio

Sono stato un esperimento di un cacciatore, ha fatto accoppiare una cockerina con un Breton per avere un cane da caccia perfetto.

Il problema è che mi teneva rinchiuso in un recinto con un terribile rottweiler enorme che dopo aver mangiato il suo pasto mi cacciava e mangiava tutto il mio.

Tra l’altro il cacciatore era sempre occupato e mi portava a caccia di rado.

Le mie zampine erano geneticamente programmate per correre e appena potevo io scappavo da quell’orribile posto.

Per ben due anni i vicini mi riportavano in quel posto orrendo da quel cattivo cacciatore che mi rimetteva sempre in quello schifoso recinto con quel cattivissimo cagnaccio.

Poverino non era sicuramente colpa sua, anche lui non era stato molto amato ma…mi metteva una paura atroce.

L’ultima volta che sono scappato sono fuggito così lontano che mi sono perso nel bosco.

Affamato, assetato, terrorizzato nell’oscurità ho visto un omone, che poi ho scoperto che si chiama Ezio, che portava a due volpi una buonissima pappa.

Quando mi ha visto con un po di difficoltà mi ha catturato. Non è stato difficile perché ero al limite delle forze.

A braccia mi ha portato sulla strada giù per una discesa e mi sono ritrovato nel baule di un’auto, che poi è diventata la mia auto, fuori da una casa.

Dopo circa 5 minuti è arrivata lei, un’apparizione, per me la più bella donna della terra, che occhioni!!

Mi ha preso, sgamato, lavato, avvolto in una coperta appoggiato in una bellissima cesta.

Era sera tardi, ad Ezio piace molto uscire a correre o camminare la notte.

Noi corriamo insieme e mi piace molto

In quella bella casa, la mamma dice che minimale e spartana, ma per me è una reggia, c’erano altri cani e 2 gatti, e ci sono ancora.

Tutti mi annusavano curiosi, Havana poi era molto insistente. Insomma per farla breve…

la mamma mi ha portato dai Vigili, lei è una volontaria, e purtroppo avevo il microchip!

Lei ha telefonato al cacciatore che contento di sbarazzarsi di me perché scappavo sempre mi ha ceduto a lei.

La mamma corre con Havana anche lei ha un losco passato alle spalle…

Ora sono un cane felice faccio canicross con lo zio Ezio 

Ho partecipato al TDM!

Ho persino corso con la mamma tre tappe al TDM una competizione importantissima di canicross che si svolge sulle Alpi francesi e da quasi tre anni sono un cagnolino fortunato e felice.

La bacheca di Zora
SCRIVI ANCHE TU LA STORIA DELLA SECONDA POSSIBILITA’ DEL TUO CANE
LABACHECADIZORA@DOGSPORTAL.IT


Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: