Il Decanerone, terza novella: socializzare nonostante la quarantena

Per la terza novella del Decanerone abbiamo scelto di condividere questo importante insegnamento della Dott.ssa Barbara Gallicchio.

La prima novella: la campagna e i cani

La seconda novella: povero Bobby


socializzare nonostante la quarantena

Di Barbara Gallicchio

1. VARIARE L’ALIMENTAZIONE:

le esperienze gustative, olfattive, orali e manuali sono importantissime
offrire qualcosa di morbido e fresco da leccare (ad es. yogurt)
qualcosa di secco che si sbriciola (ad es pane molto duro)
qualcosa di duro che non si sbriciola (osso grande e crudo) e dev’essere trattenuto con le mani
qualcosa da lacerare i (carne)
qualcosa di fresco da fare in piccoli pezzi (mela, carota)

2. I GIOCHI:


quelli sociali, FONDAMENTALI, da nascondino alle attivazioni mentali, da quelli di lancio e stimolazione del riporto alle piste di ricerca al tira e molla e possiamo inserire qualche novità sorprendente (ad es. le bolle di sapone o i giocattoli meccanici)
Alcuni proprio il riporto non lo faranno, e allora potremmo preparare le canne da pesca con appeso un peluche, perfetto per i levrieri e certi segugi e, per i lottatori ad ogni costo, un peluche gigante
gioco solitario: tutto quello che può essere masticato e suona (pupazzetti con il sonaglio – fantastici per i Terrier), che si accartoccia (bottiglie di plastica), o da cui si spreme fuori qualcosa di gustoso (coni), palle e palline di tutti i materiali (le più grandi per i distruttori), ci sono molte varietà di masticabili ma anche quelli fatti in casa vanno benone, pure se si possono sbrindellare (ad es un tubo di cartone)
Bassotti e terrier adoreranno le piste che corrono sotto i letti o addirittura in una “tana” ricavata in uno scatolone cui avremmo praticato una porta di ingresso e una di uscita.
Non usare sempre bocconcini da mangiare!

3. MANIPOLAZIONI:

non ho mai capito perchè tante persone non si sforzino di creare un rapporto di totale fiducia nelle proprie mani; ora c’è tutto il tempo ed è un vantaggio ineguagliabile. Quando il cucciolo è rilassato, allora possiamo iniziare un massaggio profondo che parta dal naso e arrivi alle dita dei 4 piedi e alla punta della coda, senza mai interrompersi se il cucciolo si agita, al massimo finire un po’ rapidamente ma forzandolo con delicata fermezza se fa i capricci (parlando con tono calmo e rassicurante).Qualche volta capita un vero ribelle: non lasciarlo andare se non si è rilassato, convincerlo, e alla fine imparerà ad amare questo momento di contatto
In questo ambito, usiamo anche il nostro corpo per aumentare l’intimità, facendo coccole a terra, distesi ed è questa l’occasione per iniziare l’abituazione a spazzole, asciugamano, phon,
Cogliamo l’occasione per insegnare al cucciolo l’accettazione di una breve attesa prima di dare qualcosa…la gestione della frustrazione può essere importante, soprattutto nelle personalità iper (ad es. Lupo cecoslovacco, primitivi).

STIMOLIAMO TUTTI I SENSI disponibili (non dimentichiamo i rumori)

CONDIVIDIAMO con tutti quelli a portata di mano!
Ecco, questo è un bel programma.

Dogsportal Redazione

Il portale italiano su cani, sport & società. info@dogsportal.it

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: