IL MANTRAILING

Dopo aver capito a grandi linee come funziona l’olfatto del cane, entriamo nel vivo dell’argomento iniziando a parlare di Mantrailing.

In America, nei primi decenni del 1900, per contrastare le ripetute evasioni dei carcerati dalle colonie penali, venivano utilizzati i cani. Ci si rese conto che durante le ricerche, se i cani incrociavano una traccia più “fresca”, lasciavano la precedente per mettersi sulla nuova.  Si pensò di far ricercare al cane una singola traccia, basando l’addestramento sull’odore del fuggiasco, che veniva percepito dal cane attraverso gli indumenti o le lenzuola dove lo stesso aveva dormito. L’inserimento nella ricerca della discriminazione olfattiva, diede vita a quello che oggi è il Mantrailing.

Cosa vuol dire Mantrailing?

MAN – TRAIL (uomo – percorso) = “Seguire il percorso dell’uomo”

Quindi il Mantrailing è l’azione che compie un cane nel seguire l’indizio di un umano (figurante); dunque il cane è in grado di seguire l’odore di una persona specifica oltre e attraverso gli odori e le tracce di altre persone.

Nei primi esercizi, è fondamentale il lavoro del figurante, che ha l’importantissimo compito di trasmettere al cane la voglia di seguirlo;

il conduttore contemporaneamente, deve incitare il cane a seguire il figurante, sia verbalmente che fisicamente.

Dopo che gli è stato presentato l’indizio (indumento) con l’odore della persona da seguire, il cane mantrailer, è in grado di stabilire autonomamente la direzione di partenza della traccia. Durante la traccia, il conduttore deve rimanere rigorosamente dietro il cane: questo vi darà la possibilità di riconoscere tutte le indicazioni che il cane vi dà durante la marcia, ed eviterete che il cane impari a leggervi.

Il conduttore, soprattutto durante l’addestramento, ha il dovere di aiutare il cane se si rende conto che lo stesso è in difficoltà. Ricordatevi che siete un binomio, che lavorate INSIEME e che il ritrovamento del figurante è dettato dalla vostra stretta collaborazione!

A ritrovamento avvenuto, il cane deve segnalare correttamente la persona ritrovata.. le prime volte consiglio ai conduttori di far scegliere sempre al cane la maniera più naturale e istintiva di dirci che quella è la persona giusta; può saltare addosso al figurante, sedercisi davanti, poggiargli le zampe addosso, abbaiare.. sfrutteremo quello che al cane viene più naturale, per impostare la segnalazione nelle future ricerche.

Come già detto, conduttore e figurante devono sempre “celebrare” il buon lavoro svolto dal cane, lodandolo, premiandolo, giocandoci. Ricordate che la performance del vostro cane sulla ricerca successiva è direttamente connessa con il premio e la lode ricevuta sull’ultima traccia. Quindi siate generosi 🙂

Prima di iniziare una sessione di addestramento, assicuratevi di avere a disposizione:

PETTORINA: comunica al cane che è ora di lavorare e lo aiuta a percorrere la traccia senza condizionamenti da parte del conduttore. Viene immediatamente tolta a fine esercizio. Per i cani di grossa taglia, è preferibile averne una con l’aggancio sul fondo della schiena.
LUNGHINA: deve essere sufficientemente lunga per permettere al cane di seguire l’odore senza ostacoli; io consiglio di lavorare con un guinzaglio di circa 6-7 m. Non va assolutamente utilizzato per aiutare o indirizzare il cane, in quanto più il conduttore guida il cane, meno questo impara.
GUANTI: vi eviteranno bruciature sulle mani dovute allo sfregamento del guinzaglio
SACCHETTO CON INPUT OLFATTIVO: è un sacchetto con all’interno una garza sterile o foglio di scottex, che il figurante ha tenuto addosso per almeno un’ora
PREMIO: dev’essere qualcosa di “speciale” agli occhi del cane; sarebbe preferibile premiare il cane con qualcosa che utilizzate solo per questa attività (gioco, cibo, ecc)

[amazon_link asins=’8889006269,8889006072′ template=’ProductCarousel’ store=’dogsportal-21′ marketplace=’IT’ link_id=’ce0679c9-5a59-11e8-8855-b1e96f74e33b’]

Per concludere, consiglierei a tutti i proprietari di svolgere un’attività olfattiva, e in particolare il Mantrailing, con il proprio cane perché i benefici che quest’attività arreca, anche nella quotidianità, sono tanti:
per cani diffidenti nei confronti delle persone, aiuta ad aprirsi e non avere più timore di approcciarsi ad una persona estranea
per i cani molto esuberanti, aiuta ad incanalare le energie ed essere più riflessivi
è un’attività che rilassa

Allora perché no? 🙂

Vi aspetto nel prossimo appuntamento, per presentarvi la squadra di Mantrailing di Cinofollia 🙂

 


Aiutaci a diffondere i nostri articoli! Condividili

Per segnalazioni, correzioni e collaborazioni scrivici!

COLLABORA:

Che tu sia un esperto istruttore, un veterinario, un giovane educatore, un atleta, un blogger o un semplice appassionato di sport cinofili, puoi scrivere e collaborare per rendere Dogsportal.it un blog di riferimento per tutti.
Attenzione Dogsportal.it è un progetto ricco di passione, può provocare dipendenza.

Azzurra Romano

Sono sempre stata affascinata dal mondo della cinofilia, tanto che a Febbraio 2013 (quando Molly aveva 7 mesi), mi iscrivo al corso per Educatore Cinofilo CSEN, presso l’a.s.d. Cinofollia a Triggiano (Bari). Quel corso, i docenti estremamente competenti e la mia grande curiosità che poi si è trasformata in passione, mi hanno letteralmente aperto un mondo. Mi chiamo Azzurra Romano, e sono nata nella bellissima Puglia, precisamente a Bari, il 22 Agosto di 28 anni fa. Nella vita sono capo ricevimento in un grandissimo centro sportivo a Bari, ma la mia grande passione è sempre stata la cinofilia, seppur l’abbia riscoperta “da grandeDi tutte le discipline, quelle che mi hanno sempre affascinato, sono state le discipline olfattive, sia perché meravigliose da poter praticare con il proprio amico a quattro zampe, sia perché hanno innumerevoli benefici sui cani.

Azzurra Romano

Cosa ne pensi?

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: