In Montagna con il Cane: Intervista a Serena Borgato Veterinario

di Ylenia Zampieron

In Montagna con il Cane: Intervista a Serena Borgato Veterinario

“In Montagna con il Cane” è un progetto dedicato agli appassionati della montagna che desiderano condividere l’esperienza con il proprio amico a 4 zampe. E’ un corso, diviso in moduli formativi che mira a preparare cani e conduttori ad un approccio consapevole e responsabile alla montagna, nel rispetto del cane e di chi incontriamo sul sentiero.

Eccoci alla quarta intervista: Serena Borgato, Medico Veterinario. Ho conosciuto Serena quando ho incontrato i ragazzi del Borgocinofilo Mikamale, e sì è stato “amore” a prima vista. Disponibile, pratica, silenziosa e con un’ironia geniale. Professionale anche quando non lo dovrebbe essere, composta ma “alla mano” come si dice… va conosciuta!

Ciao, ci racconti qualcosa di te?

Ciao! sono Serena, vivo da sempre a Padova, città dove sono nata e dove mi sono formata come Medico Veterinario. Ho 32 anni e da sempre, ancor prima che io nascessi , gli animali sono stati elementi fondamentali all’interno della mia famiglia, fin dai tempi dei miei nonni. Da sempre vivo a contatto e al “servizio” degli animali.

Il canale telegram di Dogsportal.it

Cosa non manca mai nello zaino per le tue escursioni?

Acqua d’estate, tanta… per sorseggiare durante le mie pause e snack, soprattutto d’inverno, per spezzare la fame… e qualche soldo per godermi le pause nei rifugi ad ammirare la natura, in particolare quelli sulle cime più alte. 

Da dove nasce l’idea di diventare Medico Veterinario? Qual è il tuo percorso?

Fin da piccola, probabilmente anche grazie alla mia famiglia, mi è sempre venuto istintivo trascorrere tanto tempo tra gli animali (non giocavo con le bambole ma “portavo a passeggio” i pulcini). Definisco come un qualcosa di innato decidere di voler rimanere in mezzo al mondo degli animali, in particolare come veterinaria. Così la scelta di tentare il test, di laurearmi e di continuare a dedicarmi e a far parte di questo mondo. 

Mi sono laureata nel 2010, mi sono dedicata ai piccoli animali sia nell’ambito puramente medico, sia nell’ambito dei servizi. Dal 2013 mi occupo di diagnostica per immagini e in questi anni ho collaborato con Centri Cinofili come Relatrice a corsi di pronto soccorso, e come Veterinario a Gare e Corsi di Canicross, per favorire l’integrazione delle preparazioni alle diverse discipline cinofile.

E l’amore per i cani?

Non potendo immaginare una vita senza animali, credo che il cane sia l’animale che maggiormente rappresenta il legame tra uomo e animale. Ho due cani, Wilson, meticcio figlio di mamma Labrador e Miranda, Bulldog Francese. Due cani di età, struttura, attitudine e stili di vita diversi, ma entrambi desiderosi di libertà e di espressione del proprio carattere. 

Wilson, sempre fedele ai proprietari, e Miranda sempre alla ricerca di attenzione da parte di qualsiasi forma di vita. È questa diversità di atteggiamento e di carattere che mi attrae e mi ricorda quanto sono diversi ma allo stesso tempo affascinanti i cani.

In Montagna con il Cane: Intervista a Serena Borgato Veterinario

Ma andiamo sullo specifico: Progetto “In Montagna con il Cane” che ne pensi? Che idea ti sei fatto quando ti hanno proposto di partecipare al progetto come relatore?

Mi ha attratto l’idea di approfondire un’attività considerata spesso di routine ma che a volte, troppe forse, non è accompagnata da consapevolezza.

La montagna ha il suo fascino e i suoi rischi, e come ci sono per l’uomo ci sono anche per il cane, diventa quindi fondamentale e responsabile approfondire questo aspetto della montagna, per conoscere i limiti propri e del proprio cane, così da tararsi meglio e godere maggiormente della natura.

Quale sarà il tuo ruolo all’interno del progetto “In Montagna con il Cane”? Che argomenti tratterai?

In qualità di Medico Veterinario spetta riuscire a evidenziare ed a approfondire assieme a Daniele Spanio, Formatore Basic Animal Urgency della Salvamento Academy, i rischi dell’attività in montagna, indicando le possibilità di primo intervento e di stabilizzazione in caso di incidenti al cane, dopo aver illustrato la fisiologia del movimento della Specie Cane, simile ma diversa dalla Specie Uomo.

Cosa pensi di poter trasmettere, grazie alla tua preparazione, ai corsisti che parteciperanno al progetto?

Qualche strumento in più per prevedere e ridurre i rischi per l’amico cane, e consapevolezza sui rischi e opportunità per chi conduce il cane in montagna.

Cosa ti piacerebbe “portare a casa” da questa esperienza come relatore all’interno del progetto “In Montagna con il Cane”?

Respirare l’energia e fare un carico di natura come quando si fa attività in quota, con l’arricchimento della presenza dei quadrupedi.

Se ti chiedessimo di descriverti con una frase, cosa diresti?

Pragmatica, ironica, silenziosa, riflessiva e dinamica… oltre le mie aspettative…

Per concludere vorremo chiederti qual è l’Emozione che provi quando arrivi sulla cima?

Dovrei allenarmi di più, per farlo più spesso!

Tutte le info su IN MONTAGNA CON IL CANE, potete rimanere aggiornati cliccando LIKE sulla pagina Mountain Dog Walk.

Marketing su Dogsportal.it
Dog waterpark su dogsportal.it
Ylenia Zampieron

Ylenia Zampieron

Nata a Bassano del Grappa il 4 Febbraio del 1986, Dog Trainer Professional riconosciuto FCC, Educatore CSEN e Istruttore Cinofilo presso il Centro Borgocinofilo Mikamale di Padova. Da sempre affascinata dal mondo animale e in particolare da quello cinofilo. Comincia il percorso assieme al suo AustralianCattleDog in Protezione Civile come Unità Cinofila da Soccorso, per ampliare in seguito le sue conoscenze del mondo dei cani. Amante della montagna coordina il progetto MountainDogWalk.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: