In Montagna con il Cane: intervista a Sara Gallo, l’istruttore cinofilo

di Ylenia Zampieron

Monte Cesen

In Montagna con il Cane: intervista a Sara Gallo Istruttore Cinofilo

“In Montagna con il Cane” è un progetto dedicato agli appassionati della montagna che desiderano condividere l’esperienza con il proprio amico a 4 zampe. E’ un corso, diviso in moduli formativi che mira a preparare cani e conduttori ad un approccio consapevole e responsabile alla montagna, nel rispetto del cane e di chi incontriamo sul sentiero.

Eccoci alla terza intervista: Sara Gallo, Istruttore Cinofilo Csen di Borgocinofilo Mikamale. Compagna di avventure cinofile, gran maestra sul come “vivere con il tuo cane” e fantastica collaboratrice: una di quelle persone che lavorano nel dietro le quinte e non si fanno sentire, ma se non ci fossero dovrebbero inventarle. Senza Sara, oggi non saremo qui a parlare di questo corso…

Ciao, ci racconti qualcosa di te?

Mi chiamo Gallo Sara, sono di Borgoricco PD, ho 34 anni, convivo da qualche anno e sono sempre in compagnia delle mie 2 cagnoline: Mika di 12 anni (ma ha le energia di un cane di 2 anni) e Dropy di 8 anni. Amo la natura e gli animali, mi piace leggere, sono appassionata di cinema, mi piace mangiare sano e bere birra (in compagnia ancora meglio). Lavoro per un e-commerce, negozio on-line, di mangimi e accessori cani e gatti. Nel tempo che resta mi dedico ai miei cani, esercizi e passeggiate, e gestisco, come Presidente e Istruttore Cinofilo, l’associazione sportiva Borgocinofilo Mikamale che promuove l’educazione e lo sport con il cane.

Cosa non manca mai nello zaino per le tue escursioni?

In Montagna con il Cane: intervista a Sara Gallo Istruttore Cinofilo

Dal punto di vista tecnico non mancano mai:

  • kit di primo soccorso (per i cani soprattutto)
  • snack per i cani
  • acqua (tanta acqua); k-way
  • cambio di vestiti
  • cappottino per i cani (in base alla stagione)
  • asciugamano
  • pranzo a sacco
  • collare e guinzaglio di scorta
  • fischietto e corda
  • mappa del percorso
  • occhiali da sole

Dal punto di vista emotivo non mancano mai: testa, lucidità e responsabilità. Quando si è in escursione devo pensare a me, ma soprattutto devo pensare ai mie cani che dipendono da me per ogni passo che compio.

Bivacco Perugini

In Montagna con il Cane: intervista a Sara Gallo Istruttore Cinofilo

Da dove nasce l’idea di diventare Istruttore Cinofilo? Qual è il tuo percorso?

Sono un tecnico informatico, ho studiato e lavorato in questo ambito pensando fosse il mio futuro. Ma all’improvviso le idee ed i progetti cambiano, mutano e le strade prendono un’altro verso. Ho lasciato tutto e mi sono trasferita a Pisa per studiare alla Facoltà di Medicina Veterinaria. L’indirizzo scelto: “Tecniche di allevamento del cane di razza ed educazione cinofila” mi ha cambiato letteralmente la vita.

Mi sono appassionata ad un mondo che ha sempre fatto parte di me fin da piccola: i cani mi hanno sempre circondata in un modo o nell’altro. Studi, corsi, stage, lezioni, gare etc mi hanno formata negli anni e quando sono stata convinta dal percorso da intraprendere ho aperto il mio centro cinofilo a Borgoricco (PD) che attraverso lo sport promuovere l’educazione del cane.

Rifugio Torre di Pisa

E l’amore per i cani?

Fin da quando ho ricordi, sono sempre stata circondata da cani. In famiglia, grazie ai miei genitori, i cani hanno sempre fatto parte della nostra vita. Mi hanno trasmesso principi, valori ed ideali che mi hanno permesso di crescere con il rispetto della natura e degli animali. Quando, poi, ho intrapreso i miei studi universitari, è entrata a far parte della mia vita un tornado che ha messo sotto sopra, positivamente, la mia intera esistenza. Mika che adesso ha 12 anni è un concentrato di energia ed intelligenza, un cane unico ed inimitabile, un’amica insostituibile. Dropy di 8 anni con la sua dolcezza e la sua smisurata intelligenza è riuscita a convincermi che esistono angeli custodi sotto forma di cani. 

I cani sono degli animali sociali unici! Tutti gli esseri viventi hanno il diritto di essere rispettati, ma il cane, ad oggi, è l’essere vivente attraverso cui l’essere umano può toccare con mano la forza della natura e riuscire cosi a prendersi certe responsabilità verso l’ambiente che lo circonda. I cani ci parlano, ci accompagnano, ci sostengono, ci aiutano e ci “amano”. Sono i veri amici dell’uomo.

Ma andiamo sullo specifico: Progetto “In Montagna con il Cane” che ne pensi? Che idea ti sei fatto quando ti hanno proposto di partecipare al progetto come relatore?

Questo progetto è unico ed inimitabile. E’ stato strutturato per fornire, a 360 gradi, tutti gli argomenti necessari per aiutare il conduttore che ama andare in escursione con il suo amico a quattro zampe. Sono orgogliosa di far parte di un progetto di questo tipo. Sono stimolata dagli argomenti che vengono proposti. Sono motivata ad entrare nel cuore delle persone che parteciperanno.

In Montagna con il Cane: intervista a Sara Gallo Istruttore Cinofilo

Quale sarà il tuo ruolo all’interno del progetto “In Montagna con il Cane”? Che argomenti tratterai?

Sarò l’Istruttore Cinofilo che si occuperà, assieme ai mie colleghi di Borgocinofilo Mikamale, dell’area dedicata all’educazione del cane, alla gestione delle dinamiche di gruppo e delle tecniche che possono aiutare cani e conduttori in ambiente montano. Nel modulo di gestione del cane affronteremo tutti gli argomenti pratici di: conduzione al guinzaglio, tecniche di salite e discesa al guinzaglio, l’attenzione del cane che deve imparare a guardarci etc. Inoltre, affiancherò Davide Berti durante le uscite escursionistiche per aiutare i conduttori con i propri cani a mettere in pratica quanto detto durante il corso. 

Lago di Cima D’Asta

Cosa pensi di poter trasmettere, grazie alla tua preparazione, ai corsisti che parteciperanno al progetto?

Con un cane educato e perfettamente sotto controllo si può fare tutto. Un cane che ci segue e ci accompagna è un cane felice e noi lo siamo altrettanto se abbiamo la giusta sicurezza. Il cane non è un robottino, quando intendo “sotto controllo” mi riferisco al fatto che conosciamo il nostro cane e sappiamo cosa riusciamo a fare con lui. Vivere la natura e la montagna con il nostro amico a quattro zampe è stimolante e super divertente.

Cosa ti piacerebbe “portare a casa” da questa esperienza come relatore all’interno del progetto “In Montagna con il Cane”?

Non vedo l’ora di conoscere i corsisti e soprattutto i loro cani. Ogni persona e ogni cane è diversa, una parte di loro farà parte di me e ci aiuterà (come istruttori) a migliorarci ed imparare sempre di più. Le giornate dedicate all’escursione e al primo soccorso mi formeranno per svolgere il lavoro di gestione del cane in maniera ancora più completa.

Se ti chiedessimo di descriverti con una frase, cosa diresti?

“…Sono certo che mio padre fosse un terrier. Perchè i terrier sono bravi a risolvere i problemi. Fanno ciò che viene loro ordinato solo se è in linea con quello che avevano già in mente…” 
-L’arte di correre sotto la pioggia di Garth Stein-

Per concludere vorremo chiederti qual è l’Emozione che provi quando arrivi sulla cima?

Dopo un percorso in salita e dopo una lunga camminata, con possibili ostacoli, direi che provo l’emozione più vera e sincera che si possa provare: libertà. Sembra un concetto tanto banale ma personalmente provo libertà, una libertà che porta con sé quiete e un silenzio che mi permette di parlare e ascoltare me stessa. Tutto in compagnia dei miei cani che attraverso i loro occhi mi mettono in contatto con la natura.

Tutte le info su IN MONTAGNA CON IL CANE, potete rimanere aggiornati cliccando LIKE sulla pagina Mountain Dog Walk.

Ylenia Zampieron

Ylenia Zampieron

Nata a Bassano del Grappa il 4 Febbraio del 1986, Dog Trainer Professional riconosciuto FCC, Educatore CSEN e Istruttore Cinofilo presso il Centro Borgocinofilo Mikamale di Padova. Da sempre affascinata dal mondo animale e in particolare da quello cinofilo. Comincia il percorso assieme al suo AustralianCattleDog in Protezione Civile come Unità Cinofila da Soccorso, per ampliare in seguito le sue conoscenze del mondo dei cani. Amante della montagna coordina il progetto MountainDogWalk.