La Rally-Obedience torna in campo …. online

Da diversi mesi la vita di tutti noi è radicalmente cambiata, in ogni aspetto, e naturalmente è cambiata anche la vita cinofila.

Di Marco Chiaro

La Rally-Obedience FISC ha offerto alternative. Alternative di qualità, non ripieghi.

Sono stati rivisti i programmi dei corsi di formazione per istruttori, e le modifiche messe in atto hanno portato non solo alla possibilità di realizzazione di tali corsi, ma anche a un miglioramento ulteriore dell’offerta didattica.

E le gare?

Quelle si possono fare solo in campo.

Ebbene, abbiamo dimostrato che si possono fare anche ONLINE! E con gran successo.

Dopo una prima gara di test, domenica 10 gennaio si è svolta la prima gara ufficiale del Campionato Rally-obedience ONLINE FISC.

Quali sono le modalità?

All’interno della pagina Facebook Rally Obedience FISC vengono creati i gruppi dedicati a ogni singola categoria (L1O, L2O e L3O). Gli iscritti alla gara vengono invitati a far parte del relativo gruppo.

All’ora prefissata e indicata da programma in ogni gruppo viene pubblicato il disegno del percorso. 

I concorrenti hanno a disposizione 1 ora di tempo per:

  1. prendere visione del percorso
  2. disporre sul campo i cartelli secondo l’indicazione del disegno
  3. fare la ricognizione
  4. preparare il cane
  5. seguire il percorso (ovviamente filmandolo)
  6. pubblicare il video sempre all’interno del gruppo

Il giudice prende visione dei filmati e compila la scheda giudizio. L’assistente del giudice riporta i dati delle schede sulla classifica, subito pronta non appena terminato l’ultimo giudizio.

Per dare maggiormente il sapore del ritrovarsi insieme, i concorrenti e il giudice hanno avuto la possibilità di “vedersi” online prima dell’inizio della gara, per un saluto e per il briefing, proprio come avviene solitamente nelle gare in campo.

E al termine della gara ci si è di nuovo ritrovati virtualmente insieme per le premiazioni, trasmesse in diretta facebook.

L’esperienza di domenica scorsa è stata estremamente positiva, sotto diversi aspetti.

Gli amanti della Rally-obedience hanno avuto la possibilità di riassaporare il piacere e l’emozione della gara.

C’è stata la possibilità di vedersi e salutarsi, dopo tanto tempo.

Si è potuto rinnovare lo spirito della Rally-Obedience: divertimento, ritrovarsi insieme.

Insomma, le soluzioni per non fermarsi ci sono. E non sono ripieghi, sono occasioni di qualità.

Oggi abbiamo replicato con successo!

Dogsportal Redazione

Il portale italiano su cani, sport & società. info@dogsportal.it

Dogsportal Redazione
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: