I weekend di pioggia hanno il loro perché.

La pioggia può essere la cosa più bella del mondo.

Al parco c’è così poca gente che puoi sguinzagliare il cane e lasciarlo libero di fare il cane per ore, senza incontrare preaticamente nessuno. I prati deserti diventano il regno dei merli, il profumo della pioggia ti riempie le narici, e passeggiare con il tuo quattrozampe può farti dimenticare di avere acqua fin nelle mutande. Al ritorno siete tutti quanti bagnati, probabilmente luridi, ma appagati. Felici come bambini. Felici come cani felici.

“Maso, hai presente quel merlo maschio che ho puntato ieri mattina al fiume? Continuo a sognarlo, era il merlo più grosso che abbia mai visto! Adoro la riva del fiume, fiutare lì è la cosa più bella del mondo.

“Sì Bonnie, ho presente. Siamo stati lì dieci minuti fermi immobili, come me lo scordo? Avevo le formiche ai piedi.”

“E Maso, ma quando siamo passati sotto il boschetto mentre pioveva forte e c’era quel profumo pazzesco e mi ci sono rotolata? Fantastico! La cosa più bella del mondo, sicuro!

“Anche lo strato di pauta che poi avevi addosso era fantastica. E anche lo sguardo ebete e sognante dopo che ti sei scrollata era fantastico. Però ci abbiamo messo un’ora a toglierti la puzza amica. Anche questo è stato fantastico.”

“E senti ma poi torniamo allo stagno dove c’era quell’altro merlo gigante che abbiamo visto oggi? Che l’ho fermato da lontano ma mi avete tenuto e non ho potuto alzarlo… ma io voglio prenderlo, è senza dubbio il merlo più bello del mondo!

“Bonnie, quello non era un merlo, era un airone, col cavolo che te lo faccio inseguire quel capolavoro. Ce lo guardiamo buoni fermi e in silenzio. E lasciati dire una cosa amica.

Il tuo elenco personale delle cose più belle del mondo è praticamente infinito, Bonnie.”

“E la palla? La pallina nuova? La palla più bella del mondo che mi lanciavate oggi? Mica l’abbiamo persa al parco.”

“Se ci fossimo affidati solo alle tue doti di riporto certo che l’avremmo persa al parco Bonnie, ma no, è qui nello zaino, la vuoi?”

“No grazie, ora credo che farò un pisolino e sognerò di puntare merli correre sotto la pioggia fiutare scoiattoli scappare con la palla e poi i merli e e gli scoiattoli e gli aironi e tutti quei merli che escono con la pioggia, l’ho già detto i merli? I pisolini dopo le passeggiate sotto la pioggia sono…”

...la cosa più bella del mondo, hai ragione Bonnie. ‘Notte Bonnie.”

Silvia Masoero

Silvia Masoero è la fortunata padrona di Bonnie, meticcia di 5 anni che va pazza per i boschi, i merli, il mare e l’agility. Appassionata di cani da trent’anni, si è avvicinata all’agility negli anni ’90 insieme alla sua piccola epagneul breton. Nei primi anni 2000, purtroppo, è stata ibernata e oggi si sta ancora riprendendo dallo shock del risveglio

Avatar

Un pensiero riguardo “I weekend di pioggia hanno il loro perché.

  • Avatar
    28 Ottobre 2018 in 20:41
    Permalink

    Bellissimi commenti e condivisioni
    E io che pensare di essere pazza.!!!.
    Grazie

Cosa ne pensi?

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: