Estate e passeggiate con il cane: i nostri consigli salva vita

Passeggiate e trekking sotto il sole?

Eccoci qua!!!!!! Dopo essersi fatta tanto desiderare la primavera è …. Sparita!!!!

Si’ , proprio cosi’ ! 

Siamo passati da un maggembre carico di pioggia e basse temperature ad un giugnosto caldo e con alte temperature da estate piena, senza pietà.

Qualcuno sarà felice! Io no!

Le basse temperature mi consentivano di divertirmi tanto coi miei cani ; magari non fosse venuta giu’ tutta quella acqua dal cielo era anche meglio !

Noi non si aspettava altro per cimentarci in belle passeggiate e trekking, a cui amiamo dedicarci appena il clima mite della primavera ce lo permette, ma il nostro entusiasmo è subito stato smorzato da questa ondata di caldo.

Comunque non credo di essere l’unica ; in questi giorni vedo improvvisamente uscire dalle loro casette numerosi cani accompagnati dai loro conduttori alla ricerca di luce e divertimento dopo tanto brutto tempo.

L’entusiasmo non manca, ma dobbiamo fare attenzione alla salute del nostro cane sempre.

Aumento delle temperature

La temperatura si è bruscamente alzata toccando in pochi giorni i 30 gradi e questo sbalzo è duro da sopportare per i nostri amici a 4 zampe. Meglio non chiedere troppo e abituarli con attività e uscite moderate e nelle ore piu’ fresche della giornata.

Gli orari migliori per le passeggiate con il cane

Scoprite con loro le belle ore dell’alba o del tramonto che regalano sempre belle emozioni.

Sarà un alzataccia talora per noi , ma sarà ripagata dallo spettacolo della natura coi suoi suoni e profumi e non c’è niente di meglio che iniziare una giornata in questo modo. Anche in queste ore porre comunque attenzione al tasso di umidità che è subdolo e percepito in maniera differente da noi umani per ovvie ragioni di costituzione fisica.

W le nuvole, con il nostro cane

Una giornata nuvolosa o una passeggiata ombreggiata possono essere comunque a rischio se il tasso di umidità è comunque elevato e provocare comunque un pericoloso colpo di calore .

L’acqua non deve mai mancare

Inoltre portare sempre con se una buona dose di acqua fresca per evitare situazioni di disidratazione ma anche poter bagnare il cane all’occorrenza. L’ideale sarebbe poter scegliere percorsi con corsi d’acqua o fontane per garantirne sempre la presenza. (particolare attenzione in questo caso alle correnti dei torrenti molto forti o alle rogge agricole. Molto pericolose!!!)

Attenzione alle zampe del cane con il caldo

Il caldo cela un’altra insidia per le zampe del nostro compagno di camminate : asfalto bollente, sterrati molto duri e ruvidi, presenza di terreni sassosi accidentati a contatto con i suoi polpastrelli. 

Si consiglia anche qui di evitare le ore piu’ calde e fare un’adeguata prevenzione avendo cura di usare prodotti lenitivi e curativi delle estremita’ dei vostri cani.

Anche i cani possono scottarsi!

Alcune aree sguarnite di pelo possono inoltre essere sensibili alle scottature e potrebbero essere necessario usare una crema protettiva solare per proteggerle.

Uno sguardo agli occhi del cane

Anche gli occhi per polveri e sole eccessivo potrebbero andare incontro a qualche problema ; un attento controllo post camminata e trattamenti preventivi o conservativi con colliri adeguati (su consiglio del proprio veterinario) potrebbe essere necessario.

Stessa attenzione nel controllo di interno orecchie e sottopelo, invito a tenere per la presenza di eventuali corpi estranei (tipo forasacchi) .

Meglio munirsi di adeguate protezioni inoltre per zanzare , pappataci e zecche (non solo per i cani!!!!)

In questo periodo meglio evitare trekking di lunga percorrenza o studiare bene il percorso e prediligere percorsi ad alta quota con partenza “intelligente” nelle prime ore di luce e stop o pausa lunga nelle ore calde. 

Studiate bene il percorso prima di affrontarlo, chiedendo il piu’ possibile informazioni su fondo, durata, dislivello, livello di difficoltà, passaggi particolarmente difficili per i nostri cani, fonti d’acqua, eventuali cani vaganti da pastore o di cascine, presenza di greggi o/e mandrie.

Stemperare l’auto prima di salire!

Finita la passeggiata ultima attenzione per il vostro cane: l’auto

Se rimasta a lungo parcheggiata sotto il sole sarà necessario aprire portiere e finestrini  qualche minuto prima di farlo salire sopra.

Osserviamo il cane in passeggiata

A tutto questo bisogna far attenzione non solo per la salute , ma anche per rendere gradevole ogni esperienza che il nostro cane fa assieme a noi .

Cerchiamo di osservarlo bene mentre camminiamo con lui e stiamo attenti ad ogni disagio del cane in passeggiata.

Quel che per noi puo’ essere una bella giornata , potrebbe essere percepito in maniera molto diversa da lui e portarsi a casa un’esperienza negativa o peggio il nostro cane potrebbe patirne seriamente e non migliorerebbe di sicuro la sua opinione su di noi.

Avatar

Sara Gualco

Educatore cinofilo presso Zampa dopo Zampa